Cerca nel sito
Alessandria: Museo del Cappello Borsalino

Museo del Cappello Borsalino: ad Alessandria 160 anni di storia italiana

Oltre 2000 cappelli storici in mostra a raccontare la storia del Made in Italy

Borsalino
©iStockphoto
Cappello di feltro Borsalino
Nel 2006 il Comune di Alessandria e la Borsalino S.p.A., noto marchio italiano di cappelli, si sono uniti per ricostruire la storia del cappello Borsalino, dell’azienda e delle relazioni tra la città e la fabbrica. Ecco, quindi, la nascita del Museo del Cappello Borsalino, ospitato nella vecchia Sala Campioni del Palazzo Borsalino dove già negli Anni Venti del Novecento venivano catalogati ed esposti prototipi, modelli e campioni colori creati dall’azienda. Tutto iniziò nel 1857 ad opera di Giuseppe Borsalino, a cui si deve la creazione di quel particolare modello in feltro che ancora oggi porta il suo nome, vanto del Made in Italy. Il borsalino è infatti il cappello di feltro per antonomasia

Leggi anche: Alessandria, cosa rende speciale la Cittadella 

Nata come semplice laboratorio, con gli anni si trasformò in una fabbrica che produceva 2500 cappelli al giorno: fu grazie all’importante attestato di qualità vinto all’Esposizione Universale di Parigi del 1900 che la Borsalino divenne un marchio noto in tutto il mondo. Tanto che dopo la Prima Guerra mondiale a Londra ci si vestiva con le bombette a marchio Borsalino e negli Stati Uniti i cappelli prodotti ad Alessandria vennero sfoggiati dalle star di Hollywood. Quest’anno la Borsalino celebra i 160 anni dell’azienda e il Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Italiano l’ha riconosciuta tra le eccellenze del sistema produttivo italiano. La manifattura è rimasta fedele negli anni, con i valori culturali tramandati di generazione in generazione. I cappelli continuano ad essere prodotti ad Alessandria unendo prospettiva industriale e spirito artigianale.

Il Museo ospita circa 2.000 cappelli, scelti fra gli oltre 4.000 della collezione. L’allestimento propone un percorso circolare e tematico, composto da pannelli illustrativi e da video che raccontano la storia della lavorazione del cappello, la diffusione dei cappellai, l’evoluzione dell’industria del cappello dall’Ottocento ai giorni nostri, lo sviluppo della fabbrica, il mecenatismo, le opere benefiche della famiglia Borsalino e il suo rapporto con la città. Prticolare attenzione è posta anche a raccontare delle storiche donne lavoratrici, “le borsaline”. L’ultima sezione del percorso presenta la produzione dell’attuale fabbrica Borsalino, tra tradizione e innovazione. Nelle tre postazioni multimediali si va alla scoperta  di informazioni di tipo storico e culturale grazie a fotografie di moda, ai video del museo sino alle testimonianze dei protagonisti. Una zona è dedicata alle esposizioni temporanee di arte contemporanea.
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione Piemonte
  • A Trino il riso si produce in abbazia
    © Associazione Dimore Storiche Italiane

    A Trino il riso si produce in abbazia

    Il Principato di Lucedio è un'azienda agricola che include i resti di una bellissima abbazia
  • Novara tra chiese e palazzi storici
    ©Di Francisco Anzola - Imported from 500px (archived version) by the Archive Team. (detail page), CC BY 3.0, Wikimedia Commons

    Novara tra chiese e palazzi storici

    Il bel centro storico storico della città piemontese è ricco di attrazioni tra cui una basilica particolare
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati