Cerca nel sito
liguria cinque terre tradizione folklore itinerari

Monterosso, cosa rende speciale il gioco delle noci

Nel borgo delle Cinque Terre le noci sono protagoniste di un gioco antico entrato a far parte della tradizione

noci, frutta secca, drupe, gherigli, frutti, noce
©syolacan/iStock
Noci
Il fascino di un luogo non risiede soltanto nella bellezza dei suoi paesaggi, nella ricchezza delle testimonianze artistiche e architettoniche e nella lunghezza della sua storia. A rendere unico e speciale ogni luogo è anche il suo bagaglio di cultura e tradizioni. Quando si visitano le Cinque Terre ci si accorge che ognuno dei cinque borghi ha tutti gli elementi per ammaliare i visitatori. Paesaggi da cartolina, scorci pittoreschi, un passato lontano si fondono con la magia del folklore in un mix irresistibile. Monterosso non fa eccezione e chi è curioso di conoscere anche gli aspetti più insoliti e tradizionali del borgo, non rimarrà deluso dal divertente gioco delle noci, antico passatempo delle donne del paese, tuttora celebrato con un torneo annuale e presentato al Festival Internazionale dei Giochi in Strada “Tocatì”.

LA TRADIZIONE
Quella del gioco delle noci è un'usanza ben più antica del borgo di Monterosso. Sin da epoca romana e greca, infatti, giovinetti e donne erano soliti sfidarsi in strada utilizzando delle noci che costituivano, allo stesso tempo, sia gli strumenti che il premio del gioco. In Liguria, dove le noci rappresentano un vero e proprio patrimonio gastronomico, non poteva, dunque, non sopravvivere questa usanza di renderle protagoniste di un passatempo che si trasformava anche in un'occasione per procurarsi questo frutto prezioso. Un tempo, infatti, non tutte le famiglie potevano permettersi di servire in tavola tante noci. Proprio per questo tra le donne del paese si diffuse l'usanza di riunirsi in strada per prendere parte ad un gioco che le metteva in palio, consentendo, alle più abili, di rimpinguare le proprie scorte. Nel tempo il gioco è diventato una caratteristica espressione del folklore locale ed infatti, ancora oggi, nel borgo si contano un centinaio di giocatrici e giocatori che, con il supporto del Consorzio Turistico Cinque Terre, continuano a tramandare la storia di questo tradizionale gioco di strada.

LE CARATTERISTICHE
Il gioco delle noci è semplice ed immediato e non richiede particolari competenze, se non buona mira e precisione. Una volta disposte delle noci in due file distanti un palmo l'una dall'altra, è sufficiente lanciare da una linea precedentemente tracciata un'altra noce, solitamente la più grande e soda di cui disponga ogni giocatore, cercando di colpire quante più noci possibile. Il giocatore conquisterà, così, ogni noce toccata assieme a quella della fila accanto. 

IL TERRITORIO
Il gioco delle noci è una tradizione ben radicata nella cultura di Monterosso. Non a caso è uno dei giochi presenti al Festival Internazionale dei Giochi in Strada “Tocatì” che quest'anno si è tenuto a Verona dal 13 al 15 settembre. 

GLI INDIRIZZI
Ogni anno l'antico gioco di Monterosso torna ad entusiasmare cittadini e visitatori con il tradizionale torneo organizzato in piazza Garibaldi. L'edizione di quest'anno ha visto affrontarsi i giocatori più giovani (da 4 a 12 anni) giovedì 5 settembre e gli adulti (da 13 a 100 anni) venerdì 6 settembre.

Leggi anche:
Su e giù per le Cinque Terre a piedi o a pedali
La poesia delle Cinque Terre

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati