Cerca nel sito
artigianato artistico marche ripe paese dei mestieri

Marche: Ripe, dove rivivono i mestieri dimenticati

Il paese da 4000 anime in provincia di Ancona soprannominato Paese dei Mestieri, custodisce una tradizione artigianale unica in Italia: qualsiasi mestiere dimenticato, qui lo trovate

Artigianato artistico
Courtesy of©PeopleImages/Istock
Artigianato artistico
Lo stivale è come uno scrigno, aprendolo si possono scoprire le mille e una meraviglie che custodisce. Piccolo è bello: partendo da questo punto di vista, quando si parla di viaggi sono in tanti coloro che, di settimana in settimana, sono in cerca di novità, dell’idea giusta in grado di solleticare l’attenzione e spingere a mettersi in marcia a caccia di curiosità. In provincia di Ancona sorge una realtà di 4 mila anime, Ripe, il “Paese dei Mestieri”, il perché del suo soprannome lo si scopre subito in quanto, nel suo territorio, sono presenti numerose realtà artigianali che si tramandano, di padre in figlio, antichi saperi. Questo biglietto da visita è quanto basta per salire a bordo di un'immaginaria macchina del tempo per scoprire quelle professioni antiche in grado tutt’oggi di emozionare e solleticare l’attenzione di tutti i nostalgici delle cose autentiche.

Leggi anche MARCHE: LA PREFERITA DI MICHELANGELO

Si va dalla lavorazione del legno a quella ferro passando per tessuti e metalli preziosi: perché descriverle a parole quando è possibile conoscerle con i propri occhi? Non tutto è perduto, quel mostro chiamato tecnologia con il suo arrivo non ha mandato in mille pezzi ogni lascito del passato, esiste ancora un posto in cui le tradizioni sono vive e vegete: a Ripe infatti le botteghe artigiane di un tempo sono sopravvissute e continuano con grande amore e passione a raccontare quei valori spesso dimenticati, sottolineando quel senso di appartenenza alla propria terra e alle proprie tradizioni ormai andato perduto. Il paese ha saputo comprendere che il perfetto equilibrio è nel mezzo ergo ha tenuto nel cuore figure come il calzolaio, il cordaio, il bottaio, l’ortolano e ancora le ricamatrici etc. ma guardando anche a quelle che sono le esigenze del presente, adattandosi così alle richieste del mercato ampliando gli orizzonti e lanciandosi in nuove produzione che fanno vivere a braccetto attività industriali e artigianato artistico.

Leggi anche OFFIDA, LE MARCHE DA RICAMARE

Chiunque volesse approfondire la conoscenza con questo paese che vive a cavallo nel tempo, basta rivolgersi all’Associazione “Il Paese dei Mestieri” che, da sempre, lavora al fine di valorizzare le attività di artigianato artistico salvaguardandole dalla rischio di cadere nel dimenticatoio. Ebbene sì, un vero e proprio ponte per mettersi in contatto e conoscere in prima persona quelle figure che qui vestono i panni di protagonisti, artigiani pronti a condividere quel ricco bagaglio culturale con i visitatori mostrando i propri luoghi di lavoro e quelle che sono le attività che, con grande maestria, portano avanti.

Se vi state chiedendo se esiste un periodo ideale per fare tappa in questa realtà, la risposta è si. Nonostante sia suggestivo e stimolante tutto l’anno, il paese si rende ancora più interessante durante l’estate, e non solo per il clima assolato ma perché, la terza domenica di giugno, ha luogo la manifestazione “Artigiani a Ripe: Così si lavora”, organizzata dalla Pro Loco di Ripe in collaborazione con l’Associazione “Il Paese dei Mestieri” e l’Amministrazione Comunale. Tutti in piazza centrale dunque per incontrare gli artigiani di Ripe e non solo, le porte sono aperte a tutti i curiosi che vogliono conoscere i segreti, la storia e le peculiarità di ogni singolo oggetto.

Vedere ma anche partecipare: se il ruolo di semplici spettatori non fa per voi, è possibile mettersi in gioco facendo rotta a “La Bottega dei Mestieri”, uno spazio che unisce la teoria alla pratica: dopo aver visitato la mostra permanente che mette in vetrina le creazioni nate dalla mente creativa degli artigiani dell’associazione, è possibile sperimentare la propria manualità prendendo parte a laboratori didattici dedicati tanto alle scuole quanto agli adulti.

Leggi anche CIAUSCOLO, LO "SPALMABILE" PIU' TIPICO DELLE MARCHE

Per chiudere in bellezza questo viaggio alla scoperta di una fonte di saperi, è bene ricordare l’altro volto di Ripe, quello di un prezioso centro agricolo, uno dei cinque comuni appartenenti alle Terre di Frattula, un contenitore di delizie che solletica il palato delle buone forchette invitandole a degustare delizie locali come l'olio extravergine di olive locali, i vini locali d.o.c. e tradizionali sia sfusi che in bottiglia, miele, marmellate fatte in casa e, da non perdere, il famoso salame di Frattula.

***** AVVISO AI LETTORI ******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati