Cerca nel sito
Positano sandali su misura in cuoio moda mare

La Positano dei calzolai

Una location cara allo star system internazionale dove la tradizione delle calzature fatte a mano su misura è un vero e proprio business

La botteguccia
Courtesy of© Arkimedia Lab/labottegucciapositano.it
Tradizione, creatività e alta manualità: questi gli elementi che hanno reso celebri i sandali della Costiera Amalfitana, modelli unici che, in breve tempo, hanno fatto breccia nel cuore di illustri personalità come Jacqueline Kennedy, Jackie Onassis e Brigitte Bardot durante la loro visita in quello scrigno di meraviglie quale è Positano.

LA TRADIZIONE Oggi vero e proprio oggetto di moda, il sandalo, nella sua forma più semplice, fu la prima calzatura nella storia indossata dall’uomo: si hanno testimonianze dagli antichi egizi, passando per i greci e i romani, civiltà che hanno fatto un grande uso di queste scarpe adattandole alle loro esigenze. Facendo un salto temporale in avanti, e arrivando fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’obiettivo si focalizza su Positano. E' qui infatti che ha luogo la più importante produzione di sandali su misura, vero e propro simbolo della costiera Amalfitana.

LE CARATTERISTICHE I sandali sono il risultato finale di un attento lavoro dei mastri calzolai, un’attività che vede tramandarsi, di generazione in generazione, i segreti di una manifattura realizzata a regola d'arte in grado di garantire qualità ed esclusività condita da spontaneità, impegno e passione. Trincetti, lime, lesine e pinze alla mano, pochi gli strumenti di supporto ai calzolai nella realizzazione di modelli unici, un processo di lavorazione minuzioso che inizia dalla selezione di materiali di prima scelta. La peculiarità di questi sandali sta nell'elaborazione, caratterizzata dalla presenza di due strati di cuoio cuciti con l’uso di spago mentre, per quel che concerne suola e tomaia, sono unite tramite elementi in ottone senza l’ausilio di alcun tipo di colla. Se in un primo momento i modelli più richiesti erano quelli a “fratino”, in stile francescano o quello a “ragnatela” che, con fascette di pelle, ricopriva il collo del piede ed evitava lo slittamento dello stesso, successivamente, stando al passo con l'evoluzione della moda, i calzolai hanno assecondato le richieste del momento, senza però tralasciare le caratteristiche tradizionali, arricchendole invece con l'applicazione di pietre dure e gioielli con turchesi, coralli, strass, perline e cristalli Swarovski.

IL TERRITORIO Per chi volesse ritagliarsi un tour su misura alla scoperta di questo angolo di Costiera Amalfitana, tante le guide locali pronte a rivelare i segreti e la magia del luogo: Zia Lucy ad esempio propone Urban Walk Positano, ovvero una passeggiata naturalistico/culturale in paese attraverso la quale racconta ai turisti l'evoluzione antropologica e le leggende del posto. Positano è sinonimo di mare, vale la pena inebriarsi di quel profumo di salsedine calpestando le sue famose spiagge. Tanti panorami si susseguono: si va dalla spiaggia selvaggia di Laurito a quella di Fornillo, entrambe molto tranquille e silenziose, passando per Arienzo, famosa per i suoi innumerevoli scalini che la separano dal mare, fino ad arrivare alla più gettonata, quella di Marina Grande, lunga oltre 300 metri e molto amata dai turisti e dal jet set internazionale. La città, oltre alle sue scenografie da cartolina, è ricca di testimonianze storiche come la Parrocchiale di S. Maria Assunta, una chiesa del VII secolo sita nel cuore del paese, in quel della piazza Flavio Gioia, un gioiello architettonico costruita su croce latina con tre navate dagli interni barocchi e dalla bella cupola decorata con maioliche colorate così come le torri saracene, quella di Sponda, di Trasita e quella di Fornillo, preziosi luoghi di avvistamento che permettevano di segnalare la presenza del nemico e far mettere in salvo i positanesi pronti a cercare un rifugio sicuro per potersi difendere dalle invasioni.

INDIRIZZI  La moda a Positano ha una grande eco, qui la passione per gli acquisti artigianali trova ampio respiro, vale la pena spingersi a curiosare alla ricerca delle famose “pezze”, bikini, abiti di lino e copricostumi fatti a mano da abili sarte che mettono in vetrina le proprie creazioni lungo la via principale, Via dei Mulini, e nei dintorni. Famoso Giulio Shop, in Viale Pasitea 100, un negozio storico dove, dal 1959 Antonietta Cuccurullo confeziona nel suo laboratorio abiti, giacche e caftani di grande pregio. Nella stessa via, al numero civico 72, fa capolino la Bottega di Brunella, un negozio a conduzione familiare divenuto un vero e proprio punto di riferimento, dal 1965, per tutti coloro che sono alla ricerca di abiti sartoriali realizzati in fibre naturali di qualità eccellente. La classe e l’eleganza sono di casa anche all’Antica Sartoria di Positano, con punti vendita sia sulla spiaggia di Positano, sia al centro del paese nella piazza dei Mulini, dove acquistare le creazioni firmate Giacomo Cinque, stilista locale. A dare colore a quel delizioso dedalo di vicoletti degradanti verso la spiaggia che caratterizzano Positano, tante botteghe artigiane dove ammirare le inconfondibili creazioni di sandali, pronti o da realizzare al momento, comodi, colorati e sicuramente unici. I prezzi ovviamente variano a seconda dell’elaborazione del modello, di media si va dai 30 euro per chi predilige la semplicità, fino ai 120 euro per chi vuole sfoggiare qualcosa di più creativo e prezioso. Vale dunque la pena regalarsi una calzatura unica, introvabile altrove, allineandosi all’uso che ne fanno i suoi abitanti che sono soliti sfoggiare uno stile basic di giorno, semplice, economico e funzionale, da alternare con una mise chic per occasioni speciali. In quel di Via Regina Giovanna 19, ai piedi della "Scalinatella", si trova La Botteguccia di D'Antonio Diodato, fondata all'inizio degli anni '60 e, tutt’oggi, delizia i clienti con i famigerati sandali Positanesi. In Via Leucosia si trova invece Caprice Store, un negozio di sandali esclusivi della famiglia Farriciello dove Catello, con i suoi tre figli, propone il classico sandalo caprese e, inoltre, si presta ad assecondare le richieste dei clienti secondo i propri gusti personali. In via Del Saracino si trova la bottega di Carmine Todisco che ha ereditato da suo padre, amatissimo da Jackie Onassis. I suoi sandali sono rinomati per l'ottima fattura, quella di modelli artigianali realizzati senza utilizzare colla ma semenzelle e impreziosendoli con applicazioni speciali.

MODA MARE POSITANO: LE FOTO
Leggi anche

LA SICILIA DEI PUPARI
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati