Cerca nel sito
umbria artigianato artistico perugia tovaglie

Cosa hanno di speciale le tovaglie di Perugia

Viaggio alla scoperta dei più antichi esemplari della tessitura a mano umbra, un’antica tradizione popolare che ha lasciato il segno.

Tovaglia perugina
Courtesy of©Brozzetti 
Tovaglia perugina
L'Umbria si racconta: oltre ai borghi e alla ghiotta enogastronomia, il fascino di questa regione si scopre attraverso la gloriosa tradizione tessile, un'arte popolare  che si traduce nella produzione delle Tovaglie Perugine.

LA TRADIZIONE Il settore tessile è una delle forme di artigianato-artistico fortemente radicato nella realtà economico-sociale perugina, un’arte in auge dal XII secolo che ha fatto della cittadina un vero e proprio distretto industriale. Tra il Trecento e il Quattrocento spiccano le famose “tovaglie perugine”, lavorazione realizzata in tela di lino bianco con armatura a "occhio di pernice"e bande tessute con trame supplementari in cotone blu tinto a indaco. I cosiddetti "pannili alla peroscina" furono apprezzati e commercializzati in tutta Europa dal Medioevo al Rinascimento e, nonostante la crisi che coinvolse il settore intorno al Cinquecento, l'arte continuò a essere portata avanti in ambito casalingo dove le donne si dedicavano a quest’attività fino alla fine dell’Ottocento, quando la ripresa imprenditoriale portò alla nascita di alcuni laboratori-scuola dove furono in molte le iscritte motivate dal desiderio di apprendere un mestiere e recuperare l'indipendenza, soprattutto economica.

Scopri anche: I "pezzotti" (tappeti) della Valtellina
 
LE CARATTERISTICHE Le tipiche tovaglie vengono realizzate esclusivamente con telai manuali a pedali originali settecenteschi e ottocenteschi. Dal punto di vista stilistico, intrecciando vari tipi di filati, è possibile realizzare magnifiche tovaglie lavorate ad occhio di pernice o ad armatura semplice. La decorazione, che riporta motivi geometrici, figure umane, animali e frasi augurali, si concentra solo sui bordi ed è ottenuta con trame supplementari di cotone o di misto-lino, la cui peculiarità è l’alternanza di fasce avorio con fasce operate in blu. Tali manufatti venivano utilizzati in ambito sacro come tovaglie da altare e, nei primi anni del ‘900, anche per uso domestico per apparecchiare la tavola in occasioni importanti. Ogni fase della lavorazione è rigorosamente manuale, i tempi di realizzazione sono molto lunghi: per tessere e rifinire a mano una tovaglia si possono impiegare anche 20 giorni.

Scopri anche: Il "chiacchierino" (pizzo) di Conversano (sempre in Umbria)

IL TERRITORIO Oltre a Perugia un punto di riferimento interessante è la Città di Castello dove, nelle splendide sale di Palazzo Tommasini, in quel di P.zza A. Costa, si trova il laboratorio "Tela Umbra", nato nel 1908 come istituzione a carattere benefico per opera della baronessa Alice Franchetti Hallgarten al fine di tutelare la conservazione dell’antica arte della tessitura con telai a mano. Oggi, come cento anni fa, tra le mura di questo vero e proprio tempio dell’artigianato nascono tessuti in puro lino di elevatissimo pregio quali tovagliati, asciugamani, coperte e tendaggi. Nello stesso palazzo è stato allestito anche il museo che, in nove sale, raccoglie pezzi unici dell’arte tessile: dalle tovaglie umbre rinascimentali, a fasce decorate, ai tessuti della tradizione popolare, ai merletti a fuselli, oltre agli strumenti tipici per la tessitura.

Scopri anche: Il tombolo di Scanno, in Abruzzo

INDIRIZZI Presso l'ex chiesa di san Francesco delle Donne, nel centro storico di Perugia, si trova lo storico laboratorio di tessitura a mano di Giuditta Brozzetti che, dopo quattro generazioni di donne, continua la sua storia fra conservazione e sperimentazione. Vista la prestigiosa location in cui è collocato, nel 2004 il laboratorio è stato inserito nel Sistema Museale della Regione Umbria come "struttura d'interesse per la fruizione pubblica" diventando così Museo-Laboratorio aperto al pubblico. Si tratta di uno degli ultimi laboratori di tessitura a mano d'Italia dove vengono usati esclusivamente telai originali ottocenteschi e settecenteschi al fine di realizzare magnifiche copie delle medioevali “Tovaglie Perugine”, tutto grazie alla sconfinata passione di tutte quelle figure che hanno dedicato la loro vita alla conservazione e al recupero di un'arte altrimenti destinata all'oblio.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100