Cerca nel sito
marche tradizioni eventi rievocazioni itinerari

Cagli, cosa rende speciale il Giuoco dell'Oca

Il Palio Storico della cittadina marchigiana si svolge come un grande gioco da tavolo

cagli marche 
Courtesy of ©Mongolo1984/Wikimedia Commons CC BY SA 4.0
Cagli
Dal 3 all'11 agosto il suggestivo centro storico di Cagli (PU) si ammanterà di atmosfere rinascimentali con il divertente Palio Storico-Giuoco dell'Oca che vedrà sfidarsi i giocatori dei quattro rioni storici in un mastodontico gioco da tavolo tra lanci di dadi e sfide di abilità.

LA TRADIZIONE
In epoca rinascimentale la città di Cagli si animava con la contesa tra i quattro rioni di Sant'Agostino, Sant'Angelo, San Francesco e Sant'Andrea. Il Palio dell'Oca viene menzionato sin dal 1543 anche se, sul suo svolgimento, non sono giunte notizie certe sino ai giorni nostri. Per far rivivere le atmosfere goliardiche e cavalleresche dell'antico Palio locale, però, Cagli ogni anno torna indietro nel tempo coinvolgendo i suoi abitanti e i visitatori nel folkloristico Giuoco dell'Oca giunto ormai alla sua trentaduesima edizione. L'appuntamento con il Palio Storico – Giuoco dell'Oca prende il via il 3 agosto e per nove giorni farà rivivere le antiche atmosfere del Palio rinascimentale in un trionfo di giochi, spettacoli e divertenti cene in taverna.

LE CARATTERISTICHE
Il Palio si svolge in maniera del tutto simile a quella del tradizionale Gioco dell'Ocacon un enorme tabellone da 54 caselle, ognuna raffigurante personaggi, arti e mestieri del Rinascimento di Cagli. Ad ogni turno i rappresentanti dei quattro rioni tirano i dadi e si spostano sul tabellone cimentandosi, qualora le caselle lo prevedano, in prove di abilità, forza o precisione che riproducono gli antichi giochi del periodo rinascimentale, dal tiro alla fune alla corsa, al tiro con l'arco o la balestra, sino alla corsa dei cavalli o al boscaiolo. Qualora il giocatore risulti vincitore della sfida, si guadagnerà il diritto di occupare la nuova casella raggiunta, in caso contrario dovrà arretrare sino alla posizione in cui si trovava prima del lancio dei dadi. Lo scopo del gioco è affrontare le prove richieste difendendo il proprio punteggio sino a raggiungere per primi, con un risultato esatto del lancio dei dadi, la casella 54 raffigurante il Patrono di Cagli, San Geronzio, e la sua Oca Bianca.

IL TERRITORIO
Il Palio dell'Oca riporta l'intero centro storico di Cagli al Rinascimento. Durante i 9 giorni della manifestazione, infatti, piazze e strade faranno un tuffo nel passato invitando i partecipanti ad assistere non soltanto all'atteso Giuoco dell'Oca, organizzato anche in forma ridotta per bambini e ragazzi, ma anche a divertenti spettacoli musicali, cortei storici in costume e divertenti cene in taverna con gli abitanti e i giocatori dei rioni storici.

GLI INIDIRIZZI
Il Palio Storico-Giuoco dell'Oca di Cagli coinvolge, dunque, l'interno centro storico dove si potrà assistere a tutti gli appuntamenti previsti dalla manifestazione. Cuore pulsante della rassegna le piazze cittadine, Piazza Matteotti e Piazza Papa Niccolò IV, dove si svolgeranno le versioni del Giuoco dell'Oca per bambini e ragazzi, si cenerà nella Taverna Unica dei quattro quartieri e si assisterà agli spettacoli dalle suggestioni rinascimentali, il Torrione Martiniano, dove sabato tre agosto si alzeranno gli occhi al cielo per il colorato spettacolo pirotecnico, e, naturalmente, l'Arena di Sant'Emidio teatro del Grande Giuoco dell'Oca che domenica 11 agosto vedrà sfidarsi i giocatori dei quattro quartieri.

Leggi anche:
Marche: la preferita di Michelangelo
Il Montefeltro si scopre sulle due ruote

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE



Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100