Cerca nel sito
Milano musei MUMAC caffè espresso

A Milano il caffè espresso finisce al museo

Il MUMAC è uno tra gli spazi espositivi più articolati e completi al mondo dedicati alla bevanda più amata dagli italiani

Macchine antiche per caffè espresso
© 2012 Gruppo Cimbali S.p.A
MUMAC, Sala Museo con macchine per caffè espresso
Tutto inizia nel 1912, quando Giuseppe Cimbali, ramiere idraulico, apre un negozio per la lavorazione del rame nel centro di Milano: in 30 mq lavoravano il titolare e due dipendenti. Negli Anni Trenta l’attività si sposta di sede espandendosi grazie all’acquisizione di un cliente specializzato nella produzione di macchine per caffè espresso: nasce la Ditta Giuseppe Cimbali, che pochi anni dopo inizia a produrre macchine per caffè.

Leggi anche: MILANO, DOVE SCOPRIRE TUTTO SULLA PIRELLI

Il boom arriva nel 1950 quando viene introdotta la tecnologia a leva che permette l’erogazione di un espresso con la crema, decretando un successo pronto a varcare i confini. Le macchine per caffè espresso da bar non hanno mai smesso di evolversi e ancora oggi continuano a seguire quel progresso tecnologico, industriale e culturale che il Gruppo Cimbali ha voluto celebrare nel 2012, anno del centenario aziendale, con l’inaugurazione del MUMAC, il Museo della macchina per caffè espresso, tra i più articolati e completi al mondo. Allestito in un’area riqualificata della storica sede del Gruppo Cimbali a Binasco, il MUMAC vuole essere un vero e proprio tributo a un settore così tipicamente made in Italy quale è quello delle macchine per caffè espresso. La storia delle macchine si dispiega lungo tutto il Novecento, secolo ricco di eventi storici epocali, in cui esse si dimostrano, via via, sempre al passo con i tempi, sia dal punto di vista del progresso tecnologico, che dello sviluppo industriale e dei mutamenti culturali e di costume.

Leggi anche: VILLA NECCHI CAMPIGLIO, GIOIELLO ARCHITETTONICO NELL'ANGOLO PIU' SILENZIOSO DI MILANO

Il percorso espositivo permette un viaggio attraverso le epoche, con le sei sale espositive ognuna delle quali corrisponde ad un intervallo temporale caratterizzato da pannelli introduttivi relativi al periodo storico, e arricchita da foto, musica, cartelloni pubblicitari dell’epoca e oggetti caratteristici. Queste sale accolgono una delle più grandi collezioni di macchine per caffè espresso oggi esistenti, la Collezione Maltoni. Le macchine esposte, circa 200, danno forma ad un itinerario articolato e complesso e gli schermi touch screen, presenti al museo in ciascuna sala, invitano all’interattività e offrono il giusto approfondimento ai visitatori più attenti al dettaglio documentaristico e sensibili ai racconti sullo spaccato industriale. Tra le pietre miliari della storia dell’industria italiana figurano macchine come Faema, Gaggia e Rancilio fino alle storiche La Pavoni e Victoria Arduino.

Informazioni
MUMAC Museo della Macchina per Caffè
Via Neruda, 2
20082 Binasco (MI)
www.mumac.it
ufficiostampa@gruppocimbali.com
Apertura al pubblico: da martedì a venerdì
Per prenotazioni: visite_mumac@gruppocimbali.com.
Seconda e quarta domenica del mese ore 14.00-17.30 (
Ingresso gratuito senza visita guidata; visite guidate a pagamento per gruppi, su richiesta anche in lingua inglese
Servizi aggiuntivi: archivio con 15.000 documenti digitalizzati e ordinati secondo gli specifici criteri della disciplina di settore; Caffetteria - Sala degustazione sensoriale - Sala training - Sala meeting - Location per eventi – Academy per professionisti e appassionati – Laboratori per bambini e ragazzi
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100