Cerca nel sito
pipe varese produttori tradizione aziende artigiani

4 cose da sapere sulle pipe della provincia di Varese

La provincia lombarda è la principale produttrice italiana grazie ad una tradizione lunghissima che affonda le proprie radici nel corso del XIX secolo

pipe legno fumare radica 
©EnkiPhoto/iStock
Pipe in radica
Con la sua lunga tradizione nella produzione di pipe di qualità, la provincia di Varese è la regina italiane delle pipe, conosciuta ed apprezzata anche dai più prestigiosi mercati esteri. Basti pensare che attorno al lago di Varese si colloca circa il 70% dell'intera produzione nazionale.

LA TRADIZIONE Sebbene le prime pipe realizzate in gesso abbiano fatto la loro comparsa in Gran Bretagna nel corso del XVI secolo, per poi diffondersi in Francia dove, nel XIX secolo, nacquero i moderni esemplari in radica, la tradizione varesina legata alla produzione di pipe è nota ben al di fuori dei confini italiani e deve la sua celebrità soprattutto all'attività della storica Fabbrica Rossi. Nata a Barasso nel 1886 ad opera di Ferdinando Rossi, commerciante milanese di articoli per fumatori che approfondì le tecniche di realizzazione di pipe in radica direttamente in Francia per poter proporre modelli migliori rispetto a quelli in schiuma di mare tipici del periodo, l'azienda, per la prima volta in Italia, si specializzò nella produzione di pipe in legno espandendosi rapidamente, fino a conquistare, negli anni '40 dello scorso secolo, i più prestigiosi mercati europei e a diventare la più grande industria al mondo nel suo settore. A partire dal secondo dopoguerra, la diffusione di sigarette più e economiche e l'aumento del costo della radica decretarono un progressivo considerevole calo della richiesta di pipe che si trasformarono in un prodotto di nicchia. Fu così che, un anno prima del suo centenario, la fabbrica chiuse i battenti lasciando, però, in eredità una tradizione ormai consolidata che si sviluppò in tante piccole aziende ancora oggi operanti sul territorio che annoverano tanto prestigiose produzioni industriali, quanto preziose realtà artigianali, tutte basate su un'antica manualità ed una spiccata sensibilità artistica mai dimenticate e mai abbandonate sin dalle origini della diffusione di questa attività.

LE CARATTERISTICHE Realizzate in radica pregiata, le pipe vantano innumerevoli modelli e tecniche di produzione. Possono essere realizzate con circa 150 procedimenti di lavorazione differenti dai quali nascono pipe “pettinate”, piuttosto che “zigrinate”, “setificate”, “intarsiate”, “sabbiate”, scolpite oppure lisce. Non è un caso, dunque, che, nel corso della sua attività, la Fabbrica Rossi avesse prodotto ben 3.400 modelli pipe diversi, da quelli più classici, eleganti e raffinati a quelli caricaturali che imitavano la forma e le sembianze di oggetti e personaggi. Oggi la tradizione varesina è più che mai fiorente e pregiata e dona ancora pipe di elevata qualità che garantiscono fumate più salutari, in quanto prive di aspirazione da parte del fumature, e rispettano l'ambiente grazie a processi di produzione che non generano altri materiali di scarto oltre il legno.

IL TERRITORIO Non c'è zona della provincia varesina dove non si possano ammirare le splendide pipe locali. Ma per approfondire in maniera interessante e completa ogni aspetto di questa lunga tradizione vale la pena raggiungere Brebbia e visitare il Museo della Pipa, fortemente voluto da Enea Buzzi, fondatore della Pipe Brebbia s.r.l., che cominciò a raccogliere pipe nel corso del dopoguerra e le classificò con pazienza e dedizione dando vita ad una ricchissima collezione che annovera migliaia di pipe più o meno antiche ed un'altrettanto nutrita raccolta di pubblicazioni, libri e riviste provenienti da tutto il mondo, oltre ad uno studio sul design suddiviso per periodi. Visitando il museo si scoprirà l'evoluzione della pipa dagli esemplari più rudimentali sino a quelli più moderni, passando per vere e proprie trovate singolari come le pipe a sigaro ideate per i motociclisti.

GLI INDIRIZZI Che si desideri ammirare le creazioni dei produttori della tradizione artigianale o di quella industriale, nella provincia di Varese c'è l'imbarazzo della scelta di aziende storiche che continuano a produrre pipe di ogni genere nel segno della qualità e della bellezza. Tra le realtà artigianali più interessanti si annoverano la Gasperini Pipe di Luvinate, in via Vittorio Veneto 3, la Ardor Pipe di Gavirate, in via Rovera 30, la Santambrogio & C. di Groppello di Gavirate, in via al lago 8, e la Molina Pipe e la Armellini Pipe di Barasso, rispettivamente in via F.lli Rossi 27 e via Matteotti 66. Per conoscere ed acquistare le migliori pipe della tradizione industriale varesina, l'apputamento è, invece, ancora a Barasso presso la Savinelli, in via Savinelli 7, a Brebbia, presso la Pipe Brebbia, in via Piave 21, a Cassano Magnago, presso la Fabbrica Pipe di Ceresa, in via Castiglioni 3, e a Oltrona al Lago, presso la Gigi Pipe, in via Rovera 40.

Leggi anche:
Un corridoio vegetale tra Alpi e Pianura Padana per salvare la biodiversità
Miele Varesino DOP: l'oro delle Prealpi
Parco del Ticino: bello anche di notte

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100