Cerca nel sito
HOME  / sport
vacanze trekking dolomiti friuli tour

Trekking tra le Dolomiti Friulane

Gli amanti dell'outdoor prendono d'assalto le zone montane: ecco gli appuntamenti autunnali che propone il Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane, paradiso di natura circondato dai corsi dei fiumi Tagliamento e Piave.

Foresta in autunno
©Shutterstock
I paesaggi e i boschi che assumono le intense sfumature che dal giallo passano al rosso e all’arancione, il rinomato fenomeno naturale del foliage, regalano emozioni uniche per chi ha la fortuna di concedersi una passeggiata tra le montagne. Le zone montane in questo periodo vengono popolate da appassionati di trekking ed escursionisti in genere, spinti dalla bellezza che regala questo periodo dell’anno.

Ecco allora un luogo straordinario dove vivere la natura a 360°, il Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane, inserito nel settore occidentale del comprensorio montuoso che sovrasta l'alta pianura friulana. Circondato dai corsi dei fiumi Tagliamento e Piave, offre agli occhi distese vallate dove non ci sono strade né centri abitati, che si addentrano tra vette e torrioni dolomitici. Qui la natura è capace di offrire i suoi spettacoli cromatici più appariscenti e il foliage è un’esperienza reale in cui si può lasciar coinvolgere grazie ad una serie di itinerari studiati appositamente.

Le partenze sono previste da Erto e Cimolas e il prossimo appuntamento è in programma per il 13 ottobre, quando di potrà andare ad ammirare i cervi e a scovare i folletti notturni nelle praterie di Senos. La data del 14 ottobre è per ascoltare i larici parlanti della Casera Vescia e il 20 ottobre per scoprire i faggi animati del Bosc’ da Lese, mentre il 21 ottobre ci si munisce di macchina fotografica per avventurarsi in Val Zemola e cogliere tutta la vivacità di una delle valli principali del Parco.

Si prosegue il 28 ottobre con una passeggiata particolare dal titolo “Relax energetico la magia di Andreis”, dove l’autunno, oltre ad avere un fascino tutto suo, ha anche la capacità di far recuperare le energie grazie ad un’intensa camminata rilassante tra i tenui colori dei boschi, capace di donare le giuste energie per affrontare con sprint l’impegnativo lunedì.

Il 4 novembre invece saranno gli abitanti più antichi di queste selvagge montagne a regalare curiose suggestioni: le rocce si raccontano svelando i segreti più profondi del sottosuolo, dalla conformazione dei giganti di pietra fino alla genesi delle montagne: si tratta di un’altra nuova attività che propone il Parco, denominata “Rimanere di sasso”, dove le pietre sono le vere protagoniste.

Gli appuntamenti successivi riguarderanno le passeggiate dei dinosauri, i tatuaggi fossili della terra e le ferite pietrificate, con itinerari che portano il visitatore lontano dalla confusione cittadina e dal logorio della vita moderna, per farlo ritrovare in una quiete silenziosa, dove poter contemplare in tutta tranquillità la grande natura circostante. Durante le camminate è sempre facile incontrare gruppi di caprioli, camosci e cervi, vedere galli forcelli o galli cedroni e ammirare in silenzio il maestoso volo dell’aquila reale.

Leggi anche:
DOVE AMMIRARE IL PIU' BEL FOLIAGE IN ITALIA
Saperne di più su SPORT
Correlati per distretto Dolomiti
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100