Cerca nel sito
HOME  / sport
La cascata delle Marmore rafting gommone

Rafting all'ombra della cascata delle Marmore

In questo paradiso naturalistico umbro si sperimentano discese su gommone o su bob come da nessun altra parte in Europa. Difficoltà fino a livello IV

Rafting
Istock
Rafting alla cascata delle Marmore
Alla cascata delle Marmore, sulle acque del fiume Nera, il rafting è di casa. Sin dal 1991, quando la famiglia Dell'Oglio scoprì che i tratti fluviali collegati alla famosa località situata a pochi chilometri da Terni, e a meno di un'ora da Roma, era il luogo ideale per praticare questa disciplina e le varianti ad essa connesse. Non solo Rafting ma anche Hydrospeed e River Walking, pratiche adatte a coloro che amano emozioni più forti o che preferiscono tranquille passeggiate nella rigogliosa natura e nei paesaggi del parco fluviale del Nera.


Una discesa Rafting Hard sulle rapide del fiume Nera, nei pressi della cascata delle Marmore

Simbolo di lotta dell'uomo contro la forza della natura, solo alla fine del 1500, dopo secoli di vani tentativi di canalizzazione del fiume Velino e delle acque provenienti dal vicino Altopiano reatino, viene trovata la soluzione definitiva per porre rimedio ai ristagni causati dalla presenza di ammassi di origine calcarea. Nel corso del tempo le cascate delle Marmore diventano anche una risorsa per l'industria - alla fine del XIX le Acciaierie di Terni vengono alimentate con la forza motrice dell'acqua - e più tardi per la produzione di energia elettrica.

Ma oggi le Marmore sono soprattutto un punto di riferimento turistico per le bellezze naturali del Parco fluviale e, da circa 25 anni, vantano un Centro Rafting unico nel suo genere, almeno in Italia. La partenza per la corse lungo le rapide del fiume Nera è infatti posta a pochi metri a valle del salto finale della cascata. Uno spettacolo consentito solo in un'altra parte del mondo, alle famose Cascate Vittoria, poste lungo il corso del fiume Zambesi, al confine tra lo Zambia e lo Zimbabwe.

Essendo il flusso delle cascate regolato dall'uomo, quando l'acqua del Velino cade violentemente da un dislivello di 165 metri, diviso in tre salti, con la forza di 15 metri cubi al secondo, sul fiume Nera si generano rapide di terzo e quarto livello (in una scala da zero a sei) e si può praticare il Rafting Hard. Una discesa impegnativa, di durata compresa tra 40 e 60 minuti, ma che in effetti può essere affrontata da chiunque. "Basta essere maggiorenni e saper nuotare - afferma Camillo Dall'Oglio, figlio di uno dei fondatori del centro  - Al resto ci pensa un istruttore che prepara alla discesa con una lezione propedeutica di un'ora circa, dove viene spiegato cosa fare a bordo del gommone, come comportarsi in caso di caduta accidentale nel fiume". Una volta indossata l'attrezzatura necessaria - muta, casco di protezione, salvagente e pagaia - si sale sull'l'imbarcazione da 6 posti, governata dall'istruttore iscritto alla F.I.Raft (Federazione Italiana Rafting) - e si parte lungo le rapide.


E' possibile affrontare le rapide anche nella modalità Hydrospeed

Per emozioni più forti c'è invece l'Hydrospeed. un nuovo modo, molto coinvolgente, per scendere nella corrente. All'attrezzatura standard si aggiungono le pinne e per la discesa di utilizza una sorta di bob in plastica galleggiante da impugnare con le mani in modo da flottare con sicurezza nelle rapide. I requisiti in questo caso sono leggermente più restrittivi. E' necessario essere in stato di buona salute, saper nuotare bene, età tra 18 e 55 anni ed essere sportivi ed in forma.


La versione soft del Rafting è adatta anche ai bambini dai 3 anni in su

Negli orari di chiusura della cascata delle Marmore la forza dell'acqua scende a un metro cubo al secondo, ed è allora possibile praticare il Rafting Soft. In questo caso le rapide scendono di forza fino al primo livello di difficoltà ed anche i bambini al di sopra dei 3 anni possono salire a bordo dei gommoni, che questa volta scenderanno dolcemente lungo il fiume e consentiranno di ammirare i castelli della Val Nerina, nel tratto di 6 chilometri compreso tra i comuni di Ferentillo ed Arrone.


La natura selvaggia del parco fluviale del Nera. Da quest'anno è possibile fare River Walking 

Ancora più suggestiva la novità di quest'anno, il River Walking. Si tratta di una sorta di passeggiata a nuoto, indossando muta e salvagente, e che può essere quindi adatta anche a chi non sa nuotare.  Si esplorano i segreti del fiume Nera attraverso una rigogliosa vegetazione, a tratti paragonabile a quella amazzonica per il particolare microclima umido che si crea nella zona. 

Prezzi a partire da 35 € a persona. Per maggiori informazioni www.raftingmarmore.com.
Saperne di più su SPORT
Correlati per distretto Cascata delle Marmore
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati