Cerca nel sito
Mercatini Natale 2014 vacanze viaggi capodanno 2015
viaggi Natale Olanda Notte delle Candele Gouda Kaarsjesavond 

Gouda: tra le luci e le candele di Natale in Olanda

Ogni anno a dicembre la cittadina olandese risplende con le luminarie natalizie grazie anche alla suggestiva Notte delle Candele

Notte delle Candele, Gouda<br>
© Tiendekwartier
Gouda, Olanda
Chi si trova ad Amsterdam a dicembre farebbe bene a prendere un treno che in un’ora porta alla cittadina di Gouda, famosa nel mondo per la produzione del formaggio rotondo più conosciuto e consumato dei Paesi Bassi. Ma la località vanta anche deliziosi canali, chiese d'epoca, la tipica architettura olandese che ne fanno una città magnifica, numerosi birrifici, le pipe da fumo e le stroopwafels, ovvero le tradizionali e gustose cialde allo sciroppo.

VACANZE DI NATALE 2014: MERCATINI, LUOGHI, TRADIZIONI E CURIOSITA'

Il 12 dicembre, poi, assume la sua veste più incantevole grazie a La Notte delle Candele, Kaarsjesavond, un famoso evento natalizio in cui tradizione vuole che si accendano tantissime candele, si canti e si festeggi il Natale.

FOTO: 10 IMPERDIBILI CITTA' DEL NATALE

Non appena si spengono tutte le luci elettriche e la notte viene illuminata solo dalle candele poste sui davanzali delle case che si affacciano sulla piazza e nei dintorni, l’atmosfera diventa davvero magica e sembra di trovarsi in un’altra realtà. L’attenzione, poi, si catalizza sull’albero di Natale illuminato da migliaia di luci, acceso dal sindaco dopo il tradizionale discorso natalizio. Nell’aria risuonano le note dei canti di Natale e le chiese con i musei dei dintorni rimangono aperti per essere visitati. Non solo formaggio, quindi, ma anche le candele sono il fiore all’occhiello di Gouda, che divenne famosa per la loro produzione attorno alla metà del XIX secolo: sono infatti di una certa qualità, fatte di cera naturale, in grado di bruciare in modo costante per ore, e risultano essere un souvenir davvero gradito.

Leggi anche: L'AIA AL SAPORE DI WHISKY

Trascorsa la notte d’incanto, il mattino seguente si può iniziare la piacevole passeggiata e visitare il centro, con la celebre Piazza del Mercato, cuore turistico, amministrativo e commerciale della città, sul cui versante nord occidentale passa la principale via dello shopping. La piazza è dominata dalla splendida ed elegante struttura del Municipio, uno degli edifici gotici più antichi d’Olanda, con le torri, i pittoreschi abbaini, il piccolo carillon di campane che suona ogni mezz’ora e una serie di statue di vecchi conti e contesse della Borgogna. Appena dietro si trova il Waag, che risale al 1667: nato come casa per la pesatura di merci, in particolare il formaggio, oggi ospita il Museo del Formaggio, che racconta ai visitatori tutto sul gustoso prodotto olandese, dalla mucca al pascolo fino al latte e alla produzione: al termine della visita al museo i visitatori possono deliziarsi il palato con una degustazione. Altra attrazione da non perdere è la Chiesa di San Giovanni, celebre per le vetrate colorate del XVI secolo. Edificata nel XIII secolo, ricostruita e ampliata dopo vari incendi, è la più lunga chiesa del paese: si tratta di una basilica dalle navate laterali tardo-gotiche sporgenti sovrastate da volte lignee a botte, con l’interno estremamente sobrio e luminoso grazie ai numerosi frontoni aguzzi che circondano la chiesa e lasciano spazio alle grandi vetrate.

Leggi anche: WEEKEND A ROTTERDAM: COSA FARE

Il pomeriggio ci si può dedicare agli altri musei cittadini, tra cui il  Museo del Porto Gouda, il Museo Gouda che racconta la storia locale, il Museo De Tijd Verborgen di arte moderna, il Museo De Moriaan ovvero il Museo Nazionale Farmaceutico o il Verzets, sulla resistenza olandese. Per la cena si possono scegliere i fantasiosi sapori del ristorante Bij Ons (Koster Gijzensteeg 5; http://restaurantbijons.nl) che si presenta con un bellissimo arredamento e personale molto cordiale: si gustano piatti a base di carne come bistecca o daino e cinghiale, ma anche salmone o opzioni per vegetariani.

Il giorno successivo ci si può dirigere appena fuori città, verso Oudewater, un piccolo borgo noto come Città delle Streghe per la presenza della Heksenwaag, ovvero la Casa della Bilancia delle Streghe: secoli fa, infatti, si era soliti credere che per essere una strega una donna dovesse usare una scopa e per questo essere leggerissima. Per venire assolte dall’accusa di stregoneria si doveva quindi dimostrare che il peso corrispondeva alla proporzioni del proprio corpo ed erano quindi molte le donne che arrivavano da tutta Europa per pesarsi ed evitare cosi il rogo. Dopo la pesatura, infatti, se l’esito era positivo, veniva rilasciato un certificato ufficiale che proclamava la non attinenza alla stregoneria.

FOTO: MERCATINI DI NATALE IN ITALIA

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su Mercatini Natale 2014 vacanze viaggi capodanno 2015
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100