Cerca nel sito
Isole Baleari viaggi di primavera 

Weekend di primavera alle Baleari: 5 consigli 

Come fare per organizzare un break primaverile nell'arcipelago spagnolo

Scorcio di Maiorca
©iStockphoto
Veduta di Maiorca
COME ARRIVARE Le Isole Baleari hanno collegamenti con tutte le maggiori località della Spagna e con le principali città italiane. Alitalia ed Iberia effettuano voli regolari. In inverno gli aerei fanno scalo solitamente a Barcellona per poi proseguire. Durante il periodo estivo i collegamenti diretti dall’Italia verso Maiorca, Ibiza e Minorca si intensificano, sia con le compagnie di bandiera che con quelle low cost. L’aeroporto più importante è quello di San Joan a Maiorca, distante circa 8 chilometri dal centro della città e collegato con essa tramite il bus numero 17 che parte ogni 20 minuti. Per arrivare a Formentera bisogna atterrare ad Ibiza in aereo e prendere uno dei tanti traghetti. 

COSA VEDERE Ibiza è da sempre la patria del divertimento notturno e dei party sfrenati. Ma c’è molto da vedere a livello culturale, primi fra tutti la zona del porto, Sa Penya, e la Città Alta, D’Alt Vila. Il centro storico è ricco di bei palazzi e gallerie d’arte. Da non perdere il villaggio di Santa Eularia e il meraviglioso parco naturale di Ses Salines. Tra le spiagge più note spicca Playa d’en Bossa costeggiata da fresche palme. Minorca, seconda isola per grandezza dell’arcipelago delle Baleari, ha moltissimo da offrire ai turisti. Le sue calette circondate da un’acqua cristallina, i suoi incontaminati paesaggi di montagna, le sue fresche pinete i suoi pittoreschi villaggi, i suggestivi fari a strapiombo sul mare. Vale la pena visitare i siti archeologici come i numerosi megaliti e le grotte funerarie scavate nelle scogliere. E anche le aree naturali protette, come le paludi di S’Albufera d’es Grau, dichiarate Riserva della Biosfera dall’UNESCO. La Ciutadella, distrutta dai turchi e tornata a splendere nel XVII secolo, comprende elementi dell’architettura araba e medievale. Maiorca, l’isola principale dell’arcipelago delle Baleari, ospita la Capitale, Palma di Maiorca, ma anche altri luoghi interessanti come Deià e Alcúdia. A La Palma si incontrano monumenti e viali elegantissimi, monasteri medievali, piccoli paesi e antiche fattorie. Palmanova, Magalluf e Arenal sono note per le spiagge attrezzate ma non mancano le calette tranquille come Cala Figuera, Cala Ratjada, Sa Calobra e Cap de Formentor. Per gli appassionati di natura e di escursioni, immancabile una gita alle Coves del Drac, o Grotte del Drago, situate verso Porto Cristo. Qui tra stalattiti e stalagmiti calcaree si può anche ammirare uno dei laghi sotterranei più estesi del mondo. La Riserva Naturale di S’Albufereta, il Parco Naturale di Mandragò, le superbe scogliere a picco sul mare delle montagne di Sierra di Tramontana regalano panorami mozzafiato cosi come  la zona della Serra de Tramuntana. Proprio sulla Serra si trova Valldemossa, un borgo tanto suggestivo da aver ispirato artisti importanti come Fryderyk Chopin e George Sand. Formentera è un’isola piccola e tranquilla, ideale per chi cerca una vacanza rilassante o per chi passa le notti nella vicinissima Ibiza e di giorno cerca un po’ di tranquillità, magari facendo escursioni in bicicletta o passeggiate attraverso i sentieri della vegetazione selvaggia. Uno dei luoghi più belli è la riserva di Ses Salines, dove ci si immerge nelle pozze rosate tra enormi e luccicanti cumuli di sale.

Leggi anche: UN MARE DI EVENTI LOW COST ALLE BALEARI

DA SAPERE Il catalano è una delle due lingue ufficiali delle Baleari e possiede una ricca tradizione letteraria e culturale oltre che una grande capacità creativa; è una delle dieci lingue più tradotte al mondo. 

COSA COMPRARE Essendo una delle destinazioni turistiche più esclusive del Mediterraneo anche le Baleari concentrano alcuni dei negozi e delle boutique più lussuose del mondo. Ecco quindi abbigliamento delle maggiori marche, artigianato, arredamento, prodotti tipici per buongustai. Le grandi città, come Mahón, Palma, Ibiza centro e Sant Francesc offrono la proposta di shopping più completa e assortita. Ma per chi è in cerca di prodotti locali fa bene a scegliere le ceramiche di Maiorca o Formentera, con la produzione di piccoli oggetti tradizionali. Ma anche ceste di vimini come le tipiche borse da spiaggia, la statuine di terracotta, vasi e stoviglie di design, oggetti in vetro, manufatti di perle famosi in tutto il mondo, calzature esclusive.

CURIOSITA’ Tra il 1838 e l’anno seguente Maiorca ha avuto la fortuna di ospitare due fra i più interessanti personaggi della cultura europea: Chopin, pianista polacco di eccelsa bravura e autore di ispirate composizioni, e George Sand, nome d’arte di Aurore Dupin, baronessa Dudevant, scrittrice francese di buona fama e di interessanti esperienze sentimentali e culturali che ebbe un’intensa passione per il musicista. La scrittrice arriva a Maiorca accompagnata dai figli e dal compositore già debilitato dalla malattia. La loro permanenza nell’isola dura più di tre mesi, con vari alti e bassi che vanno dagli entusiasmi della bellezza dei luoghi fino alla cucina troppo saporita per lo stomaco delicato del giovane Chopin.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100