Cerca nel sito
Walser. I custodi delle Alpi

Walser. I custodi delle Alpi

Un itinerario ai piedi del Monte Rosa sulle tracce dei Walser, tenace popolo che da più di 700 anni vive nell'arco alpino. Oggi ci sono 150 colonie su oltre 300 chilometri e antichi sentieri collegano le tre valli dove sorgono i villaggi di Macugnagna, Alagna e Gressoney.

Walser
©2005 Sportelli Walser
Un piccolo popolo tenace, con un forte spirito di sopravvivenza che oggi, come da 700 anni a questa parte, vive nella montagna e con essa. Sono anche chiamati i custodi del Monte Rosa questi contadini, minatori, intagliatori del legno che perpetuano nella  loro quotidianità il loro passato. Nel Medioevo i Walser, dalla piana del Goms, in Alto Vallese, valicarono, per motivi probabilmente legati a una imponente crescita demografica, le Alpi per colonizzare le valli disabitate del versante meridionale.

Antichi forni per il pane, fontane di pietra, baite in legno e pietra perfettamente integrate nel paesaggio montano, il sistema di essiccazione e del trasporto del fieno d´inverno così come i diversi strumenti in legno utilizzati per la lavorazione del latte, sono la testimonianza, e il comun denominatore, di questa minoranza presente in un’area di oltre 300 chilometri con 150 colonie fra Svizzera e Francia fino al Voralberg austriaco.

In Italia i Walser si sono insediati su tre valli parallele in: Macugnaga, Alagna, in territorio piemontese, e Gressoney in Val D’Aosta, collegate dal Grande Sentiero dei Walser, un percorso che è possibile fare a piedi, sulle tracce di questo popolo antico. A unire questa comunità che nel 1983 si è riunita nella Comunità Montana Walser Alta Valle del Lys grazie a un accordo fra i comuni di Gressoney, Gaby e Issime, un ruolo molto importante è quello della lingua, un dialetto germanico che deriva dal Medioevo, e che assume in linea con il territorio delle caratteristiche diverse, che viene strenuamente difeso così come le “Stadel”.

Questi antichi edifici in legno di larice che poggiano su corte colonne a forma di fungo, con gambo in legno e cappello costituito da un grande disco di pietra, avevano questa forma per preservare da roditori e umidità il foraggio. Uno dei più antichi si trova a Gressoney Saint Jean ed è datata 1547.

Infolink:
www.walserland.org

www.walser.it
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati