Cerca nel sito
viaggi vietnam tour indocina luoghi

Vietnam, tra Ho Chi Minh e Hanoi

Si respira ancora un netto contrasto tra le due parti del paese visitando le due città principali, la nordica ed austera Hanoi e la meridionale ed affaristica Ho Chi Minh.

vietnam,hallong bay, indocina
Thinkstock
Hallong Bay Vietnam
Non esiste più sulla carta quel famoso e profondo solco del diciassettesimo parallelo che separava il Vietnam del Nord da quello del Sud: sono passati oltre trent’anni dalla riunificazione, ma la divisione si percepisce ancora quando si visitano e si mettono a confronto le due città principali, la meridionale ed affaristica Ho Chi Minh, meglio conosciuta un tempo come Saigon, e la nordica ed austera Hanoi. 
 
Due città sorelle nella stessa terra, in contrasto tra loro ma accomunate dagli sforzi di rinnovarsi e nello stesso tempo di mantenere vive le tradizioni. Ho Chi Minh pullula di alberghi, attrazioni e locali, dalle discoteche ai vari club. Eletta dai francesi capoluogo dell’Indocina Francese, divenne poi capitale del Vietnam del Sud, ma in seguito fu presa dalle forze nordvietnamite fino al giorno in cui, finita la guerra e con la nascita della repubblica, cambiò il nome in quello del vicino fiume Saigon. 
 
Il suo paesaggio urbano è costellato di grattacieli, hotel di inizio secolo scorso accuratamente restaurati come i famosi Continental e Rex, ristoranti eleganti e negozi lussuosi, tutto immerso in un’allegra frenesia dove si respira l’aria di una vivace metropoli. Il tocco francese si ammira nel Teatro Municipale e nella Cattedrale di Notre Dame. Il Gia Long, imponente palazzo decorato a stucco risalente anch’esso all’epoca della colonizzazione, è oggi la sede del Museo della città, dopo essere stato residenza del governatore e Museo della Rivoluzione. 
 
I mercati, sempre affollatissimi, sono un tripudio di colori ed odori: quello di Ben Thanh e quello di An Dong rimangono i più famosi. Per cercare un po’ di quiete bisogna recarsi in una delle pagode, come nella Chua Thien Hau, dedicata alla dea del mare, o nella Chua Giac Lam, che, risalente al 1744, è la più antica, un vero museo d’antiquariato. 
 
Il ritmo di vita di Hanoi, invece, è ancora pigro, sprofondato nel color ocra delle sue architetture che le donano un fascino discreto e tranquillo. Nella parte antica resistono le case a tubo, lunghe fino a 60 metri ma strettissime, spesso suddivise tra diverse famiglie, mentre i grattacieli rimangono collocati nelle periferia per lasciare intatti i quartieri coloniali. 
 
Anche qui il progresso preme, ecco quindi notare come accanto all’Opera, modellata come la sua sorella parigina, si erge sfavillante l’albergo Hilton Opera. Piacevole è passeggiare lungo le rive dell’Hoan Kiem magari dopo aver assistito ad uno degli spettacoli più straordinari che Hanoi possa offrire: il teatro di marionette sull’acqua, il Kim Dong. Tra i monumenti più famosi spicca il Tempio di Chua Mot Cot (nella foto), ovvero la Pagoda dell’Unica Colonna: dal nome è facile intuire come sia sostenuta da un unico pilastro che affiora da un laghetto. 
 
Nelle vicinanze c’è la Dine Huu Cot, ricca di belle statue, e ad ovest del lago Hoan Kiem sorge il Van Mieum. il Tempio della Letteratura, dove si educavano i figli dei mandarini già nel lontano 1076. La realtà del Vietnam di oggi, espressa nelle due città simbolo, evidenza come i vietnamiti siano combattuti tra l’amore per la modernizzazione e l’attrazione esercitata dal loro vecchio mondo, intriso di fascino e tradizioni. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Vietnam
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100