Cerca nel sito
Viaggi Vietnam Ho Chi Minh cosa fare

Vietnam, 10 cose da fare ad Ho Chi Minh City

Le migliori attività da non perdere durante un viaggio nella città del sud del Vietnam secondo l'Indipendent UK

souvenir vietnamiti
©iStockphoto
Vietnam, souvenir del mercato
Rilassarsi in una spa
Ho Chi Minh City (HCMC), conosciuta prima come Saigon, è ricca di spa, offrendo la possibilità di rilassarsi e distendersi lontano dalla folla frenetica che popola il centro della città. A differenza di altri luoghi, si può facilmente trascorrere una giornata coccolandosi senza spendere una fortuna.
Alla Jolene Spa nel Distretto 1, proprio dietro l'angolo del mercato di Ben Thanh, si spendono 250.000 VND (poco meno di 10 euro) per un gel manicure e pedicure, o 150.000 VND (nemmeno 6 euro) per un massaggio completo.

Contrattare
Il più grande e migliore dei mercati di HCMC è Ben Thanh. Si torna carichi di cibo economico e di souvenir. Ci sono in abbondanza lanterne vietnamite tradizionali, ventilatori colorati, sciarpe, bocce, copricapo, i “gatti fortunati”. Bisogna assolutamente contrattare sul prezzo: ai turisti viene infatti chiesto di pagare molto al di sopra del reale prezzo del prodotto. 

Visitare i tunnel di Cu Chi
Un'escursione al famigerato tunnel di Cu Chi è un’esperienza unica. Utilizzate dai vietnamiti durante la guerra con l'America, queste immense reti sotterranee hanno consentito a interi villaggi di rimanere al sicuro, e i combattenti della guerriglia vietnamita potevano prendere di sorpresa il nemico. I visitatori possono strisciare attraverso un tunnel di 100 metri e guardare la loro guida che mostra le trappole ingegnose che i vietnamiti usavano per uccidere o mutilare i soldati statunitensi.

Leggi anche: Vietnam: da Hanoi ad Ho Chi  Minh in treno

Partecipare ad uno spettacolo di pupazzi
E’ un mondo magico quello dei pupazzi di legno che si tuffano attraverso un palcoscenico d'acqua al Golden Dragon Water Puppet Theatre. Questa forma tradizionale di intrattenimento vietnamita include la narrazione e l'accompagnamento musicale di musicisti e cantanti seduti ai lati del palco.

Affittare un motorino
HCMC è una città di ciclomotori, sono ovunque. Affittarne uno è di gran lunga il modo migliore per vedere la città. Attenzione però alla guida: sembrano esserci poche regole sulla strada, con i guidatori che fanno inversioni a U casuali nel traffico ogni qualvolta lo decidono.

Prendere il caffè
Non tutti lo sanno, ma il Vietnam è il secondo esportatore di caffè al mondo. E va da sé che si tratta di una bevanda molto gradita. Si prende un caffè vietnamita, bianco o nero, caldo o freddo, in quasi tutti i ristoranti o caffè di HCMC. Quando viene servito bianco, è fatto con latte condensato che crea una bevanda gustosa che bilancia la forza del caffè con filtro antigoccia con una finitura ricca e dolce.

Leggi anche: Una principessa vietnamita a Parigi (Stile.it)

Tuffarsi nella storia
Una visita al War Remnants Museum è un'esperienza che fa riflettere. Il museo contiene oggetti relativi alla guerra del Vietnam e alla prima guerra d'Indocina con i colonialisti francesi. Sono esposte fotografie, veicoli militari e varie armi. È raro vedere gli orrori della guerra mostrati in modo così crudele. Le fotografie grafiche mostrano gli effetti delle armi chimiche degli Stati Uniti: l'agente arancione, il napalm e le bombe al fosforo.

Mangiare con i locali
Il ristorante Com Nieu Sai Gon, nel Distretto 3, offre una gamma di piatti vietnamiti di grande valore. È leggermente sotto il target per i turisti, quindi non bisogna sorprendersi se l'inglese non è cosi fluente o se non hanno tutto elencato nel lungo menu. Bisogna andare e basta: qualunque cosa arrivi a tavola sarà deliziosa.

Salire in alto
Per una vista impareggiabile della città basta dirigersi alla Bitexco Financial Tower, nota anche come Saigon Skydeck, nel Distretto 1. La vista a 360 gradi e a 230 metri di altezza si gode dal bar al 50 ° piano: è gratuito, ma vale la pena assaporare un buon cocktail od un frullato.

Respirare le atmosfere parigine
Probabilmente la più evidente delle molte tracce lasciate dai colonialisti francesi nel 1880 è la magnifica Cattedrale di Notre Dame. Cercando di ricreare la sensazione della cattedrale con lo stesso nome a Parigi, i costruttori hanno usato mattoni francesi e costruito enormi campanili romanici.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati