Cerca nel sito
Sudan Nubia - strutture e informazioni utili

Viaggiare in Sudan, notizie utili

Come e con chi viaggiare in Sudan.

Fuoristrada nel campo tendato di Meroe
©Cecilia Martino/TURISMO.it/Nexta
Il Sudan non è certo una meta comoda da tanti punti di vista tra cui il clima generalmente molto caldo, la poca dimestichezza della gente locale con i turisti, la scarsa presenza di strutture turistiche in gran parte del paese – che è il più esteso dell’Africa, conviene ricordarlo. Per non parlare poi della certo non buona fama che gode a causa di passate simpatie fondamentaliste, di una guerra civile nell’estremo sud scoppiata per ragioni etniche e religiose, ora conclusa ma che per mezzo secolo ha impedito ad un paese povero ed arretrato di sfruttare le sue ingenti ricchezze di petrolio, gas e oro, del recente conflitto tribale nella regione occidentale del Darfur e, soprattutto, della concorrenza esercitata da una primaria meta turistica quale è il confinante Egitto.

Ma proprio a dispetto di tali limiti, il Sudan ripaga il viaggiatore di un’autenticità difficilmente riscontrabile in altri posti, a cui si affianca la meritevole opera di esperti operatori turistici che stanno compiendo davvero miracoli. E’ il caso de I Viaggi di Maurizio Levi, operatore milanese che, oltre ad organizzare da più di 20 anni una serie di itinerari diversi nel cuore della Nubia, ha realizzato e gestisce le uniche due strutture ricettive di charme esistenti nel paese: il campo tendato fisso di Meroe e il Nubian Rest House di Karima. Il comune denominatore di queste strutture è il loro impatto ambientale pari a zero, la cura nei dettagli che scaturisce da un amore incondizionato per il luogo, come ci conferma la testimonianza di Elena Valdata, moglie di Maurizio Levi, infaticabile promotrice del “progetto Sudan” e il cui tocco femminile è fin troppo evidente, tra le altre cose, nell’arredamento etnico stile nubiano che abbellisce la Rest House di Karima. Proprio qui, tra l’altro, spicca la targa che porta il suo nome e in calce la dicitura "prima imprenditrice del turismo in Sudan", dono spontaneo che il team dei sudanesi coinvolti nel progetto ha voluto offrire alla loro “regina bianca”.

Che l’audacia e il rischio siano le virtù forti a casa Levi, è un dato di fatto: Maurizio è un viaggiatore instancabile con più di 100 paesi del mondo visitati alle spalle e una moltitudine di spedizioni esplorative e scientifiche in aree del deserto dove nessuno mai aveva osato spingersi. Tra queste ci fu il Sudan, per la prima volta nel 1978. E fu un colpo di fulmine. “Maurizio mi parlava del Sudan in maniera diversa rispetto agli altri posti, lo aveva colpito e gli era rimasto nel cuore in modo particolare per la gente, per i sudanesi” – ci racconta Elena. E anche lei, molto presto, è stata preda dello stesso mal d’Africa, anzi mal di Sudan, perché il Sudan non è niente di simile a quello che si può vedere altrove nel continente africano. Proprio per il suo insolito destino di essere una delle principali cerniere tra il mondo arabo e quello africano, il Sudan fonde nella sua complessità l’anima di due universi paralleli, facendo tesoro di entrambi.

Tornado alle strutture, il campo tendato fisso di Meroe spicca per la sua posizione spettacolare: le dieci grandi tende sono disposte proprio davanti alle piramidi della Necropoli da cui distano appena 3 chilometri. Le tende, poi, dispongono di letti confortevoli con coperte e lenzuola, veranda con tavolino e sedie, luce elettrica. Ciascuna tenda ha un suo abitacolo esterno che include wc, docce e lavandino.

Non meno spettacolare la posizione della Nubian Rest House di Karima che ha preso forma proprio davanti al Jebel Barkal, la “montagna sacra”. Dieci camere con bagno privato e ventilatori, sala ristorante, terrazzo, reception, e prossimamente anche climatizzatori nelle stanze.

Come arrivare: dall’Italia non esistono collegamenti diretti con il Sudan. Dall’Europa operano tre compagnie con voli diretti: Lufthansa da Francoforte, KLM da Amsterdam e British Airways da Londra.

Clima
: è il tasto dolente viste le alte temperature del clima sahariano, ma in fondo basta scegliere il giusto periodo. La stagione ideale va da novembre a febbraio quando si può beneficiare anche di una considerevole escursione termica tra il giorno e la notte, anche di 20 gradi.  Ad ottobre (nella prima metà) le temperature sono invece ancora molto alte, vanno dai 40 gradi in su (abbiamo toccato picchi di 54 gradi!) con poca escursione termica tra il giorno e la notte. 

Sanità: nessuna vaccinazione obbligatoria, benché sia il caso di rispettare alcune norme igieniche e di comportamento: non bere o lavarsi i denti con acqua del rubinetto, usare repellenti per zanzare ed insetti e indossare preferibilmente abiti lunghi, di cotone o lino (per le donne vale anche come norma di buon costume essendo il Sudan un paese islamico).

Fotografie e filmati: per l’uso di fotocamere e videocamere è necessario un permesso speciale che va richiesto prima. In ogni caso, queste pratiche, insieme a quelle per l’ottenimento dei visti, saranno svolte direttamente dall’operatore a cui ci si affida - l’intraprendenza individuale del viaggiatore fai-da-te ci sembra ancora troppo improbabile ancorché molto difficoltosa . Dunque, non conviene prendere iniziative in tal senso.

Guide utili: l’unica guida disponibile sulla destinazione è quella, in fase di aggiornamento, edita dalla Polaris “Sudan – Nubia e regioni del Nord” di Maurizio Levi e Massimo Bocale. Info: www.polaris-ed.com

Altre informazioniVai alla GUIDA SUDAN

Recapiti utili
I Viaggi di Maurizio Levi
tel. 02 34 93 45 28
www.deserti-viaggilevi.it
Tra gli altri operatori che organizzano viaggi in Sudan: Viaggi Avventure nel Mondo (www.viaggiavventurenelmondo.it), Azalai Expeditions (www.azalai.info), African Adventures (www.africanadventures.ch)

Approfondimenti
Avventure nel deserto nubiano: il Sudan dei Faraoni Neri

I segreti dei Faraoni neri
Incontri nubiani tra villaggi, oasi e case del tè
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati