Cerca nel sito
Varsavia musei

Varsavia: i musei da non perdere

Gli amanti della cultura hanno l'imbarazzo della scelta grazie alla ricca proposta museale che offre la capitale polacca

Il Castello di Varsavia
©iStockphoto
Varsavia, il Castello di notte
La capitale polacca è una città particolarmente vivace per quel che riguarda l’intrattenimento culturale. Non solo un ricco calendario di appuntamenti con opere teatrali, balletto e musica classica, ma anche la possibilità di visitare numerosi musei la maggior parte dei quali, nella giornata di domenica, è ad ingresso gratuito.

Leggi anche: VARSAVIA REALE

Il Castello Reale si presenta con i suoi mattoni a dominare la Città Vecchia: si tratta di una perfetta ricostruzione dell’originale fatto saltare in aria dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi sono due i piani del Palazzo che possono essere visitati con un tour che conduce attraverso gli appartamenti e le camere dei re, gli appartamenti di Jozef Poniatowski, le Camere del Parlamento e l’opulenta Grande Sala dell’Assemblea.

Il Museo dell’Insurrezione è uno dei luoghi più visitati di Varsavia. Si trova nei quartieri che nel 1940 i nazisti trasformarono in Ghetto Ebraico, situato nell’edificio dell’ex centrale elettrica dei tram. Ripercorre la pagina della storia di Varsavia e della Polonia attraverso tre livelli di esposizioni interattive, fotografie, filmati e racconti personali dei sopravvissuti, espressione di tributo a coloro che hanno combattuto e sono morti per la liberare il paese. Una volta entrati ci si trova quasi al buio, con suoni angoscianti in sottofondo e un enorme bombardiere esposto al centro dell’edificio: questo per evidenziare il senso di disperazione con cui gli abitanti di Varsavia dovettero confrontarsi durante la guerra in cui la città fu rasa al suolo.

Il Museo di Chopin è interamente dedicato al più grande compositore e pianista polacco. Trova sede nel Palazzo Ostrogskoch. Il primo e il secondo piano raccontano la vita e l’opera di Chopin, mentre nel seminterrato si ci può rilassare ascoltando in cuffia le sue opere. La collezione ospita oltre 7 mila pezzi tra cui manoscritti, lettere private, fotografie, dipinti, gioielli, disegni e ancora molto altro e dal 1999 parte della raccolta è patrimonio dell’Unesco.

Fotoplastikon. Nascosto in un buio palazzo anteguerra è uno dei luoghi più magici di Varsavia. Si tratta infatti di un dispositivo ottico inventato in Germania a metà dell’Ottocento, una sorta di precursore del cinema. Mostra 3 mila immagini tridimensionali provenienti da tutto il mondo che immortalano la vecchia Varsavia e come si viveva prima della Seconda Guerra Mondiale. Durante le proiezioni è possibile ascoltare musica jazz. 

Il Palazzo della Cultura e della Scienza si trova nel moderno quartiere finanziario ed è l’edificio più alto di tutta la Polonia con i suoi 237 metri di altezza e 42 piani. Oggi ospita teatri, cinema, spazi per conferenze ed uffici e vi si può ammirare uno dei più bei panorami cittadini: in origine è stato costruito per volere di Stalin come dono dell’Unione Sovietica. 

Nel Museo Nazionale di Varsavia si trova la più ricca collezione d’arte della Polonia: oltre 800 mila oggetti provenienti da varie epoche, dall’antichità fino ai giorni, nostri, che comprendono dipinti, sculture, incisioni, fotografie, monete. 

Musei del Parco Lazienkowski. Il Parco Lazienki è uno dei più belli d’Europa, molto amato dagli abitanti anche in inverno. E’ caratterizzato dalle numerose architetture tra cui il monumento dedicato a Chopin che lo rappresenta al pianoforte sotto un salice, numerosi palazzi progettati dall’architetto Domenico Merlini, residenze reali come la Casa Bianca, il Palazzo Myslewicki, il Museo della Caccia e dell’Equitazione, il Palazzo sull’Acqua in stile neoclassico e il Palazzo del Belvedere. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Polonia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati