Cerca nel sito
Ucraina viaggi mappa clima meteo informazioni utili

Ucraina: 5 consigli per organizzare un weekend

E' un paese che riserva mille sorprese ed è ricco di attrazioni: ecco cosa sapere

 Monastero di San Michele
©iStockphoto
Kiev, Monastero di San Michele
COME ARRIVARE Kiev è facile da raggiungere, ma altre città non dispongono di buoni collegamenti internazionali. Dall’Italia si può arrivare a Kiev tramite voli della durata di circa 3 ore che partono da Milano, Roma Napoli o Rimini effettuati da Ukraine International Airlines, Alitalia, Jet Cost. Dall’aeroporto  internazionale di Kiev Boryspil si arriva al centro con lo SkyBus che parte ogni 15 minuti e termina la corsa alla stazione ferroviaria centrale. 

COSA VEDERE Odessa è una città apprezzata per i suoi monumenti e le sue spiagge: il Museo archeologico, storico ed etnografico insieme alle diverse pinacoteche sono una delle attrazioni principali, cosi come le catacombe che si sviluppano per 100 chilometri e che un tempo erano usate da contrabbandieri, partigiani e rivoluzionari. Nei dintorni vale la pena visitare il villaggio Nerubaysche famoso per il Museo della Gloria Partigiana. Dal punto di vista naturalistico tappa d’obbligo è al Parco Nazionale dei Carpazi, dove si possono ammirare bisonti, linci, orsi bruni. Kamyanets- Podilsky è una specie di isola di granito che si staglia al centro di un fossato naturale ed è sovrastato da una celebre fortezza. La capitale Kiev è una città che riserva tante sorprese: la Cattedrale di Santa Sofia custodisce affreschi e mosaici, l’azzurra chiesa del Monastero di San Michele spicca per la sua cupola dorata, il Monastero delle Grotte è il più grande patrimonio storico del paese, la Cattedrale della Dormizione è stata la prima chiesa in pietra di Kiev, il Museo Storico dei Tesori espone gioielli, metalli preziosi e vari oggetti artigianali. La città di Lviv, Leopoli, vanta una ricca architettura storica con il centro dichiarato Patrimonio Unesco. Donetsk, nonostante appaia come una città tipicamente sovietica, non manca comunque di fascino. Altre località interessanti sono Simferopol e Yalta. 

DA SAPERE In Ucraina la apparenze contano molto. La considerazione nei riguardi del turista inizia già analizzando la sua valigia. Se  si viaggia in maniera trasandata si passa per persone poco raccomandabili. Ecco perché è sempre bene portare si un abbigliamento sportivo, comodo e pratico per il giorno, ma anche qualcosa di più adeguato per le serate. 

COSA COMPARE Uno dei souvenir più tradizionali è la vyshyvanka, una camicia bianca, larga e decorata. Tra gli altri prodotti tipici spiccano le bambole artigianali Motanka, le uova decorate pysanka di Kosmach, le ceramiche dei Tatari di Crimea, il miele della regione di Poltava, le zgarda, collane con croce in ottone o monete.

COSA EVITARE La situazione complessiva in Ucraina, in particolare nelle regioni sud-orientali del Paese, rimane instabile: anche se non se ne parla più come prima, la guerra non è finita mai del tutto. Bisogna quindi avere la massima prudenza durante gli spostamenti nella capitale, specie in occasione di manifestazioni ed assembramenti, e  tenersi sempre informati.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati