Cerca nel sito
Transiberiana prezzi tour e offerte

Transiberiana, oltre il semplice viaggio

Dalle megalopoli alla tundra, dai villaggi siberiani al deserto: a bordo del mitico treno un'esperienza di vita tutta da scoprire

Transiberiana Lago Baikal
©Shutterstock
Leggendaria, unica, entusiasmante, varia. Per molti è il sogno di una vita, uno degli ultimi viaggi d’avventura possibili: percorrere la mitica Transiberiana a bordo dell’esclusivo treno che da Mosca raggiunge luoghi incredibili, per un’esperienza che va oltre il puro viaggio e la semplice vacanza. Dalla stazione Yaroslavsky a Mosca alla stazione di Vladivostovsk collocata ai confini orientali della Russia sul Mar di Giappone, la Transiberiana con i suoi 9288 km è la ferrovia più lunga al mondo, attraversa 2 continenti, effettua centinaia di fermate toccando 88 tra grandi e medie città, dura per intero 7 giorni di viaggio, cambia fuso orario per ben 7 volte e attraversa 16 fiumi.

PERCHE' ANDARE. La Transiberiana è una vera e propria esperienza, intensa e assoluta, in grado di regalare emozioni forti e la totale immersione in culture e tradizioni lontane da noi. Ci si può rilassare mentre si gustano i cambiamenti di scenari fiabeschi che caratterizzano i paesaggi più superbi tra Europa e Asia: si passa dalle megalopoli alla tundra, dagli occhi di ghiaccio a quelli a mandorla, dai villaggi siberiani al deserto.

DA NON PERDERE. Partendo da Mosca d’obbligo è una visita al Cremlino e alla Piazza Rossa. Ekaterinburg è la città più importante lungo la catena montuosa degli Urali, a pochi chilometri dal confine tra Europa e Asia. A Novosibirsk, la località più importante della Siberia, si erge l’imponente monumento dedicato al Fiume Ob. Paesaggi fiabeschi si susseguono fino alla stazione di Irkutsk, il centro da cui partivano un tempo le carovane dei mercanti russi e punto di partenza per raggiungere il lago Baikal, una delle Sette Meraviglie della russia: è il più profondo della Terra, le cui acque di un azzurro intenso sono un laboratorio della natura e sede di numerose specie animali e vegetali. Si arriva in Mongolia, nella capitale Ulan Baator, da Ulan Ude, fino ad attraversare il Deserto del Gobi. Arrivando a Pechino non possono mancare le visite alla Città Proibita, a Piazza Tienanmen, al Tempio del Cielo e alla Muraglia Cinese.

COSA PORTARE. Bisogna regolarsi a seconda delle temperature medie: essendo il territorio attraversato molto ampio, è necessario prevedere un’altrettanto ampia varietà di indumenti. Per la primavera/estate, anche se le temperature, specialmente in agosto, sono molto alte, non può mancare qualcosa di pesante per la sera, poiché lo sbalzo termico è spesso notevole. Utile è avere sempre con se un ombrello.

CON CHI ANDARE Il Tour Operator Metamondo propone varie partenze da maggio fino a settembre con il tour Oro degli Zar: 16 giorni/15 notti da Mosca a Pechino con tappe a Kazan, Ekaterinburg, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk, Lago Baikal, Ulan Ude, Ulan Baator, Erlian attraverso le Alpi della Mongolia e il Deserto del Gobi a partire da 4420 euro inclusi voli da e per l’Italia. Il viaggio con partenza il 9 giugno proposto da TOAssociati prevede 14 giorni/13 notti a partire da 3730 euro a persona in camera doppia. L’itinerario fa tappa a Mosca, Ekaterinburg, Novosibirsk, Irkutsk, Listvianka, lago Baikal, Irkutsk, Ulan Ude. La quota comprende: voli internazionali di linea dall’Italia, volo interno Ulan Ude/Mosca, sistemazione negli hotel segnalati, durante il tragitto notturno in treno sistemazione in carrozze cuccette di seconda classe a quattro letti, i pasti menzionati da programma, trasferimenti ed escursioni con veicoli privati, ingressi per la visita dei siti, guide locali, accompagnatore dall’Italia, facchinaggio e ingressi da programma, assicurazione inter-assistance, documenti e set da viaggio.

CURIOSITA'.
Furono circa 90 mila gli operai che per 13 anni, lavorando a rilento, prestarono le braccia alla costruzione della Transiberiana, per lo più ex carcerati e soldati che dovevano lavorare a mano, senza l’aiuto delle macchine, e al freddo, facendosi varco tra le fitte foreste di conifere della taiga siberiana. Quando si arriva al confine tra Mongolia e Cina si deve necessariamente cambiare treno per la diversa dimensione delle rotaie.

TRANSIBERIANA: LE FOTO
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Russia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati