Cerca nel sito
Tra i cimiteri più famosi del mondo

Tour tra i cimiteri più famosi del mondo

Il turismo macabro torna sempre di moda nel periodo in cui ci si appresta a festeggiare Halloween: ecco allora un tour tra i cimiteri più famosi del mondo.

Cimitero
Si chiama turismo macabro, è considerato una tipologia di nicchia nel grande panorama dei viaggi e del turismo, eppure non meno affascinante. Probabilmente non sono tantissime le persone che, visitando una città, nella lista dei monumenti imperdibili segnalano un luogo cosi poco felice: eppure, da un altro punto di vista, si può prendere in considerazione il lato più romantico e poetico dei cimiteri e si possono scoprire meravigliose architetture e sculture.

Ad ogni modo la curiosità di vedere dove è seppellito un personaggio famoso prende chiunque. Pensiamo solo a Jim Morrison, sepolto al Père-Lachaise di Parigi, probabilmente il cimitero più famoso del mondo e sicuramente una delle mete più frequentate per chi si reca nella capitale francese. I fan vogliono lasciare un saluto al loro idolo, e cosi vale per tanti altri artisti. Pensiamo ad Oscar Wilde, Chopin, Balzac, Proust cosi come alla Callas, Edith Piaf o Modigliani, che anche da morti attirano milioni di visitatori. Cosi come il Cimitero della Recoleta di Buenos Aires, dove si va innanzi tutto per lasciarsi sedurre dall’eco di Evita Peron, celebrata anche da Madonna che l’ha portata alla ribalta delle nuove generazioni grazie ad un musical nel quale impersonava la tanto amata moglie del presidente argentino.

Gli amanti della musica classica non possono certo  lasciarsi sfuggire la visita allo Zentralfriedhof di Vienna, il cimitero più grande d’Europa dopo quello di Amburgo: è qui infatti che hanno trovato la loro pace eterna personalità del calibro di Beethoven, Schubert, Brahams e gli Strauss. Se invece siete curiosi di visitare la tomba del filosofo, economista e rivoluzionario politico più importante del Novecento basta recarsi allo Highgate di Londra, dove Karl Marx è sepolto accanto a sua moglie Jenny. Qui si possono trovare anche le tombe di George Eliot, del filosofo Spencer e dello scienziato Michael Faraday, e passeggiando tra un viale e l’altro del cimitero londinese basta sapere che l’Highgate è l’unico inserito nel National register of Historic Parks and Gardens dall’English Heritage, grazie alla sua bellezza a dir poco struggente.

Non serve invece andare alla ricerca di morti celebri in due cimiteri piuttosto particolari e significativi. Il Cimitero Ebraico di Praga, di interesse mondiale, è formato addirittura da nove strati di sepolture e crea un impatto emotivo non indifferente nel visitatore che osserva l’affollamento di tombe una sopra l’altra: ci sono 12 mila lapidi, ma i morti ebrei sepolti sono stimati intorno ai 100 mila. Di tutt’altro genere il Cimitirul Vesel di Sapanta, in Romania, il famoso Cimitero Gioioso: qui le tombe sono decorate e colorate, con scene di vita quotidiana e a volte anche con poesie scherzose. In fondo morire vuol dire passare ad una vita migliore: perché allora non rendere questo passaggio gioioso?

Leggi anche:
Dark tourism: tour noir a Napoli e dintorni 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100