Cerca nel sito
Perù viaggio avventura sul Cammino Inca 

Il Perù degli Inca: 5 cose da sapere prima di partire

Itinerario alternativo percorrendo il Cammino Inca ed esplorando la Valle Sacra: il paese sudamericano per chi ama l’avventura e le meraviglie naturali

Perù Valle Sacra
©iStockphoto
Perù: sentiero del Cammino Inca
Si è sempre parlato delle meraviglie della terra peruviana, che siano la sua storia millenaria, la civiltà degli Incas, le usanze o la meravigliosa natura. Non è solo destinazione ideale per chi ha voglia di intraprendere un tuffo nella storia e nella tradizione, ma anche chi ha ispirazioni più avventurose trova nel Perù un mondo magico tutto da scoprire. 
 
PERCHE'ANDARE C'è un'esperienza davvero unica da vivere in Perù, ed è quella del Cammino Inca per Machu Picchu: si tratta di uno dei percorsi di trekking più famosi al mondo, progettato oltre 500 anni fa, che inizia nella Valle Sacra e termina nella foresta pluviale della Città Perduta degli Incas. Qui giungono avventurieri ed escursionisti da ogni latitudine, poiché il sentiero fa parte di una delle Sette Meraviglie del Mondo.

Leggi anche: IL PERU' DELLE ANDE IN FUORISTRADA 
 
DA NON PERDERE L'escursione del Cammino Inca prevede di essere in buone condizioni fisiche: il trekking è infatti lungo 43 chilometri, percorribili in genere in quattro giorni. Si tratta di un antico e tortuoso percorso Inca che porta ad ammirare scenari mozzafiato, oltrepassando picchi di 4220 metri, foreste pluviali, alti strapiombi ed incontrando diversi siti archeologici. L'ingresso è limitato a 500 persone al giorno ed è necessario prenotare l'escursione con un certo anticipo. Si inizia dalla Valle Sacra per arrivare al sito di Machu Picchu. La Valle Sacra si trova ad una quindicina di chilometri a nord di Cusco, ed era il principale centro per l'estrazione di ricchezze naturali dell'Impero Inca: è caratterizzata da terrazzamenti agricoli, piattaforme composte da molti piccoli appezzamenti di terra disposti a gradini sulle colline. E' qui che si trovano molte rovine come Ollantaytambo, una città costruita sopra le fondamenta originali del periodo Inca che rappresenta il miglior esempio di urbanistica dell'epoca; Pisaq, una delle più importanti rovine inca, dove si trovano edifici per uso militare, religioso ed agricolo e Moray, le cui rovine sono per lo più composte da depressioni circolari a schiera, la più grande delle quali è profonda 30 metri.

CON CHI ANDARE Con Perù Etico, operatore socio dell'Associazione Italiana Turismo Responsabile, si viaggia pensando anche alla solidarietà. Il trekking sul Cammino Inca di 4 giorni, a partire da 570 euro, parte da Cusco-Waullabamba toccando Miskay, Llactapata, Wayllabamba, Pacamayo, Winay Wayna fino ad arrivare a Machu Picchu. Si dorme in tenda e, oltre a camminare, si viaggia in treno e bus. 

Leggi anche: VACANZE DELUXE NELLA VALLE SACRA DEGLI INCA
 
COSA PORTARE Per affrontare il trekking sul Cammino Inca occorre portare uno zaino, una giacca impermeabile, scarpe da trekking, vestiti pesanti, sacco a pelo, torcia con pile, un cappello, crema solare, repellente per insetti, carta igienica, snack, asciugamano, costume da bagno se si desidera immergersi nelle terme.
 
CURIOSITA' Tutti conoscono il lama, uno degli animali simbolo del Perù, che comprende genericamente tutte e quattro le specie in cui si contraddistinguono invece i camleidi sudamericani. Oltre al lama, all'alpaca e al guanaco c'è la vigogna, da cui si produce la migliore lana per la tessitura ed è disponibile in 22 colori naturali. Costa infatti diverse migliaia di dollari l'abbigliamento ricavato dalla sua lana, considerato il tessuto più lussuoso del mondo. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100