Cerca nel sito
Santiago Compostela Spagna Location Film Camino Galizia

I tanti Cammini verso Santiago di Compostela

In "Walking the Camino: Six Ways to Santiago" la magia di luoghi ed esperienze indimenticabili

Cineama
Arriva in sala dopo tanto tempo un film probabilmente segnato intimamente dal suo stesso argomento, Sei vie per Santiago della statunitense Lydia Smith ha dovuto infatti percorrere un lungo cammino produttivo e distributivo, quasi un viaggio iniziatico e propedeutico come quello che racconta nel suo svolgersi. Come quello dei pellegrini impegnati nel Camino de Santiago, il famoso percorso che attraverso la Spagna arriva fino alla Cattedrale di Santiago di Compostela in Galizia.

Circolato nel 2013 negli Stati Uniti, tra un festival e l'altro, il film della già collaboratrice di Tim Burton in Ed Wood e solo in questa occasione regista, nasce da una motivazione forte. Innanzitutto personale. Come quella che cerca di testimoniare sullo schermo. D'altronde i circa 800 km che migliaia di persone ogni anno affrontano, non solo per motivi religiosi, lasciano sempre un ricordo indelebile e una lezione che si rinnova e continua ad essere trasmessa.

FOTO: LUNGO IL CAMMINO DI SANTIAGO

E lo si vede nelle 'confessioni' più o meno brevi dei protagonisti cui dà voce - sposandole - la regista. Dal portoghese Tomas alla danese Misa, alla inglese Sam e l'americana Annie, fino alla francese Tatiana e i due amici canadesi Wayne e Jack, tutti ci offrono un pezzo della loro vita. E della splendida esperienza anche naturalistica che comporta il faticoso 'trekking' iberico. Che si scelga la via francese o la spagnola, inevitabilmente tutti ci si ritova nella vinicola Rioja. Dalla Navarra e per la Castiglia fino alla verde e oceanica Galizia il Camino è un'occasione unica per scoprire sfumature diverse di una nazione che in molti credono di conoscere.

Il prezzo da pagare son vesciche e perdita della privacy (e forse di ore di sonno, se si incappa un compagno di stanza capace di russare per tutta la notte), ma gli incontri, le esperienze e le amicizie che se ne guadagnano sono quelle che accompagnano per la vita. Esausti ma soddisfatti, si potrebbero definire i pellegrini al termine della loro impresa, come la stessa Smith nel 2008, quando visse la 'Prova' in prima persona, mettendo i semi di quello che sarebbe stato.

Una "chiamata", la definisce. Che molti dopo di lei, anche vedendo il suo film, potrebbero sentire. Anche solo per la bellezza dei panorami e dei luoghi che fanno da sfondo ai racconti di hospitaleros, volontari e pellegrini stessi. Dalla storica Roncisvalle a Larrasoaña (tanto per restare in Navarra), alla 'enigmatica' cattedrale di Santa Maria of Eunate quasi all'incrocio delle due vie principali e le poco pubblicizzate Grañon e Viloria de Rioja e Manjarin, tra Burgos e Leon (dove sarebbe un peccato perdersi l'Albergue de la Piedra in Villafranca del Bierzo).

Occasioni, scuse, pretesti, motivazioni diverse, come diverse sono le risposte che ognuno cerca, o le domande, visto che sembrano essere le più difficili da identificare. In un percorso che insegna molto, soprattutto a vivere con semplicità e godere di quello che ci si trova davanti nella vita. O sullo schermo. Per poi incontrarsi tutti in Piazza dell'Obradoiro a Santiago de Compostela, o magari alla partenza del prossimo viaggio.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
 

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Natale
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati