Cerca nel sito
Giappone viaggi Hokkaido deriva dei ghiacci

Hokkaido, meraviglie naturali con la deriva dei ghiacci

L’isola a nord del Giappone è nota per le sua natura selvaggia e gli inverni rigidi che regalano spettacoli unici come il drift ice

Giappone Hokkaido deriva dei ghiacci<br>
©Japan National Tourism Organization
Hokkaido, deriva dei ghiacci
Si trova a nord del Giappone ed è la seconda per grandezza delle 4 isole che compongono il paese insieme a Honsyu, Shikoku, Kyushu: è l’isola di Hokkaido, caratterizzata da una natura selvaggia e da inverni rigidi che attirano amanti degli sport invernali nei mesi più freddi.

FOTO: IMMAGINI SPETTACOLARI DELL'HOKKAIDO

PERCHE’ ANDARE La regione è ricca di parchi naturali, di cui 6 parchi sono nazionali, 5 lo sono parzialmente e 12 sono gestiti dalla prefettura. In Hokkaido sono riconoscibili 4 aree principali: il Sud, con i suoi scenari naturali spettacolari a ogni cambio di stagione e i villaggi tradizionali del XIX secolo; il Centro con Otaru, la città che fu la porta di tutti i traffici mercantili dove oggi è ancora possibile visitare il suggestivo deposito in mattoni; l’Ovest, struggente e selvaggio con il suo mare di Okhotsk e la penisola Shiretoko; infine il Nord, la famosa zona dal clima rigido. Il Capo di Soya è il punto più settentrionale dell'isola di Hokkaido, dove si può assistere alla più grande gara di cani da slitta del Paese e visitare il ranch delle renne. E’ nella parte nord orientale che, fino a marzo, si può assistere alla deriva del ghiaccio nel Mare di Okhotsk: il fenomeno può essere ammirato grazie a speciali tour che partono da Abashiri e Monbetsu. Abashiri è raggiungibile in 40 minuti di autobus diretti dall’aeroporto di Memanbetsu. Per raggiungere il terminal di Monbetsu dall’aeroporto invece, esiste un servizio di bus navetta che raggiunge la meta in 12 minuti. Ammirare il fenomeno del drift ice, il movimento lento delle formazioni  marine di ghiaccio, significa anche poter avvistare con facilità le aquile di mare di Steller, le aquile di mare a coda bianca e le foche.

Leggi anche: IL SOLE LEVANTE DI CAROLINA KOSTNER

DA NON PERDERE Sapporo è la capitale dell’Hokkaido, una città molto verde dotata di numerosi parchi. L’Università, fondata nel 1876 per formare tecnici agricoli destinati ai piani di colonizzazione e sviluppo dell’isola, ospita all’interno della facoltà di Agraria il Giardino Botanico che conserva oltre 4000 specie di piante e alcuni tratti di foresta vergine. Tra le altre attrazioni cittadine si segnalano il Vecchio palazzo del governo, in mattoni rossi; la Torre dell’orologio, ritenuta un importante bene culturale; il Parco di Odori, un parco di 1, 5 chilometri di lunghezza e 65 metri di larghezza che attraversa il centro della città e che durante la festa della neve si trasforma in un meraviglioso palcoscenico per le centinaia di sculture di ghiaccio e neve. C’è poi il Museo della birra di Sapporo, la prima birreria del Giappone inaugurata nel 1876. Un’escursione da non perdere è quella al Parco Nazionale di Akan, che offre un meraviglioso paesaggio montano: situato in una catena vulcanica, comprende laghi di montagna e onsen, le fonti termali giapponese e si rimane a bocca aperta per il mare di nubi che si osservano dalle alture.

CON CHI ANDARE L’operatore HIS, specializzato in viaggi con destinazione Giappone, propone un tour di 8 giorni / 7 notti a partire da 910 euro e comprendente Hakodate, Toyako, Noboroibetsu-Sapporo. Club Med dispone ad Hokkaido Sahoro di un Wellness Center con 6 cabine per trattamenti individuali e uno spazio zen: i pacchetti di una settimana partono da 1982 euro.

Leggi anche: IMPARARE IL GIAPPONESE IN VACANZA

COSA PORTARE L'inverno è molto freddo perché i venti freddi provenienti dalla Siberia determinano temperature glaciali, e nei versanti esposti ai venti di nord-ovest anche nevicate abbondanti. La zona orientale dell'isola è invece un po' più secca. Le correnti fredde del mare di Okhotsk spingono addirittura i ghiacci fino alla costa settentrionale dell'isola. Sono quindi consigliati vestiti molto caldi, piumino, guanti, sciarpa, berretto, impermeabile.

CURIOSITA’I Pokemon, le creature immaginarie della serie di videogiochi giapponese creata nel 1996 da Satoshi Tajiri e pubblicata da Nintendo da cui poi si sono succeduti anime, film, manga, un gioco di carte collezionabili, libri e innumerevoli gadget, nelle loro avventure arrivano nella regione di Sinnoh: per ideare questa zona montuosa i creatori si sono ispirati proprio alla regione di Hokkaido.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Giappone
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati