Cerca nel sito
Viaggi Giappone Tokyo cosa vedere offerte 

Giappone: mai a piedi nudi

La cultura millenaria del Sol Levante è pronta ad incantare il visitatore con le sue mille attrazioni tra antico e moderno, sacro e profano

Giappone
©Openmindconsulting
Porta in Giappone
E’ una meta che ancora deve rivelare al mondo occidentale i suoi tesori naturalistici, culturali e sociali, per questo ancora più affascinante: il Giappone, formato da un arcipelago le cui isole più grandi sono Honshu, Shikoku, Kyushu e Hokkaido, offre una miscela perfetta tra tradizione e modernità, sacralità e mondanità.

PERCHE’ ANDARE. Un viaggio in Giappone porta alla scoperta di una cultura millenaria arroccata a tradizioni immutabili e di una società altamente tecnologica e all’avanguardia. Tra antichi templi, paesaggi di rara bellezza, tecnologia e ottimo cibo è una meta da vedere almeno una volta nella vita, un luogo straordinario, denso di sensazioni che offrono al visitatore ben oltre gli stereotipi comuni conosciuti in Occidente.

DA NON PERDERE. Irrinunciabile è Tokyo, metropoli caratterizzata da un caleidoscopio di quartieri, ognuno con caratteristiche uniche e precise. A Shinjuku si trova il Palazzo del Governo Metropolitano e lo Shinjuk Gyoen, uno dei più grandi parchi della città, con paesaggi alla francese ed alla giapponese. Il quartiere di Harajuku è una vera fucina di stili, subculture, tendenze giovanili, mentre Omotesando, viene definito anche la “Via dell’Architettura” in quanto alcuni degli architetti più importanti del mondo hanno dato sfoggia della loro vera e propria arte nel costruire edifici in acciaio, cristallo e legno. Altre tappe fondamentali sono il quartiere di Ginza, il mercato dell’elettronica di Akihabara e il monte Fuji , raggiungibile fino alla 5° stazione collocata a circa 2000 metri, da cui si gode una splendida vista. Takayama è un antico borgo feudale noto per le sue caratteristiche costruzioni: tutte le sue strade raccontano la storia di questa città che ha preservato l’atmosfera purissima del Giappone tradizionale e bisogna provare l’esperienza di dormire una notte in un “ryokan”, pensione giapponese. Le camere proposte nei ryokan sono costituite da grandi spazi senza pareti divisorie, il cui suolo è ricoperto da “tatami” tradizionali in paglia di riso. Sono arredati solamente con una tavola bassa e sono dotati di porte scorrevoli, le cosiddette “shoji”. I clienti dormono su un “futon” che viene srotolato prima di coricarsi dalle donne addette alla cura della camera. Shirakawago è un tranquillo villaggio dichiarato nel 1995 Patrimonio Mondiale dell’Umanità per le sue costruzioni erette nello stile cosiddetto gassh?-zukuri, caratterizzato da un tetto in paglia fortemente spiovente che ricorda due mani unite in preghiera. La tappa di Kanazawa, sulla costa del Mar del Giappone, proietta nel periodo feudale: le strade su cui si affacciano le case signorili, gli antichi quartieri del piacere, il castello e il magnifico giardino Kenrokuen, ne fanno una delle mete più affascinanti del Paese. Altra città da non perdere è Kyoto, ricca di innumerevoli templi e monumenti circondati da splendidi giardini, oltre ad essere sede di molte attività artigianali ed industriali per la produzione di sete, broccati, lacche, terracotta, porcellane e ventagli. Anche a Nara, prima vera capitale del Giappone, si respira un’aria d’altri tempi con le antiche case, vecchie tombe e gli innumerevoli capolavori artistici. Tutto intorno risaie e campi coltivati contribuiscono a creare un’atmosfera rurale e contadina tipica del Giappone più autentico.

CON CHI ANDARE. Il viaggio organizzato da TOAssociati , tour operator con sede a Bologna e Roma specializzato in viaggi culturali, porta sull’isola di Honshu dove si collocano la capitale ed i luoghi più conosciuti dal mondo occidentale: tradizioni e modernità, sacralità e mondanità in un connubio dal fascino indiscusso. Il viaggio di 12 giorni/9 notti di cui una in ryokan con itinerario Italia, Tokyo, Takayama, Kanazawa, Kyoto, Italia parte da 3670 euro a persona in doppia. La quota comprende: voli internazionali, sistemazione negli hotel indicati, visite escursioni; treni come previsto nel programma; accompagnatore dall’Italia; guida locale in lingua italiana per tutto il viaggio; ingressi nei siti indicati; trasferimento separato bagagli da Tokyo a Takayama e da Kanzawa a Kyoto, trattamento di mezza pensione; assicurazione medico-bagaglio; documenti di viaggio.

COSA PORTARE. Buona norma è quella di vestirsi a cipolla, così da poter mettersi qualcosa sulle spalle ogni volta che si entra in un negozio con l'aria condizionata, tipica delle costruzioni che hanno sempre questo genere di squilibrio tra ambiente esterno ed interno, mentre gli edifici tradizionali sono in genere influenzati dal clima esterno. Un occhio di riguardo meritano le calzature, perchè in Giappone vengono tolte ogni volta che si entra in qualche luogo privato o di culto e devono quindi essere pratiche e comode da potersi sfilare e infilare facilmente. Bisogna sempre indossare  calze o calzini, anche in estate, poiché non è educato mostrare i piedi nudi.

CURIOSITA’. In Giappone esiste la figura di un personaggio particolare che si potrebbe definire un “buttadentro”: si chiama “oshiya” ed è l’addetto delle ferrovie in uniforme e guanti bianchi che spinge le persone a entrare nei treni quando sono troppo pieni. Questo professionista del settore viene in aiuto dei giapponesi che di norma sono molto timidi e non amano essere scortesi, quindi pensa a fare in modo che le persone non arrivino tardi al lavoro
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Giappone
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati