Cerca nel sito
Regno Unito location film Shaw Samoa Chernobyl Scozia Glasgow

In Hobbs & Shaw la Scozia è Fast & Furious

Ma nel nuovo capitolo della saga il regista David Leitch ha preparato un finale a sorpresa.

Universal
Universal
Una saga che "invita lo spettatore a viaggiare dove lui non osa arrivare", così Vin Diesel definiva il crescendo di Fast & Furious. E la sua continua ricerca di location sempre più 'sexy'. Eppure l'ultimo capitolo, il Fast & Furious - Hobbs & Shaw di David Leitch (Deadpool 2), sembra aver abbandonato la varietà vista in altri capitoli precedenti. Forse perché uno spinoff - pur di lusso - o forse solo per seguire la storia, fatto sta che stavolta si è usciti dagli Universal Studios californiani per piazzare le macchine da presa nel Regno Unito… e in Scozia.

Consigli.it per voi: La saga di Fast & Furious, un viaggio adrenalinico in famiglia

Da quando il corpulento veterano del dipartimento di polizia Luke Hobbs (Dwayne "The Rock" Johnson), fedele agente del Diplomatic Security Service americano, e il fuorilegge Deckard Shaw (Jason Statham), ex membro delle forze speciali britanniche, si sono affrontati per la prima volta nel 2015, i due si sono sempre scambiati battute, senza risparmiarsi colpi bassi, nel tentativo di annientarsi a vicenda. Ma quando l'anarchico Brixton (Idris Elba), cyber-geneticamente potenziato, ottiene il controllo di una insidiosa arma biologica che potrebbe modificare per sempre l'umanità - e riesce a surclassare una brillante e indomita agente del MI6 (Vanessa Kirby della serie TV The Crown), che oltretutto è la sorella di Shaw - i due nemici giurati saranno costretti ad allearsi per annientare l'unico cattivo che potrebbe essere ancor più cattivo di loro.



Dopo otto film girati tra Miami, Rio de Janeiro, Tenerife, Los Angeles, Abu Dhabi, Atlanta, Tokyo, Cuba non aveva sorpreso che si parlasse delle Hawaii come location principale del nuovo episodio in arrivo. Ma le voci diffuse da Omega Underground verso la fine del marzo 2018 sono state poi contraddette dalla realtà dei fatti. Che dopo l'Islanda Fast and Furious 8 ha riportato i nostri eroi in Europa… e spalancato una nuova porta nell'universo del franchise, propagandosi da Los Angeles alle desolate lande di Chernobyl e dalla lussureggiante bellezza delle Isole Samoa a Londra e al Regno Unito tutto, Scozia compresa.

Consigli.it per voi: Dundee, la Scozia del design dell’Unesco

Proprio a Glasgow sono iniziate le riprese, tra il 23 e il 28 ottobre scorsi, dove un autobus a due piani tipico di Londra è stato avvistato a George Square. Ma lo stesso Consiglio cittadino aveva dovuto avvisare la popolazione dello 'stato di emergenza' conseguenza delle riprese di inseguimenti e dalle attività della troupe. Che si era poi allargata fino al Kingston Bridge e alle strade limitrofe della più tranquilla Clydeside, nella zona della M8 e del fiume Clyde.



Inevitabile, però, che più dello spostamento a Sud - in occasione degli inseguimenti alla Eggborough Power Station nel North Yorkshire e delle scene londinesi (da Ludgate Hill al Millennium Bridge, dal Leadenhall Building al West Wycombe Estate) - a incuriosire siamo comunque le location samoane e russe alle quali accennavamo e che caratterizzano il finale della vicenda. "Era molto importante - ha dichiarato Leitch parlando della scelta di concludere lì il suo film. - Non l'avevo detto a molti, ma a un certo punto avevo deciso che avremmo finito con la sequenza di Chernobyl. Ma dopo alcuni sopralluoghi e una riflessione sui temi del film…" tutto è cambiato. Convinto lo sceneggiatore Chris Morgan a rimettere mano allo script, quindi, ci si è rivolti alle isole polinesiane. Permettendo così ad entrambe le ambientazioni di risaltare al meglio, ma anche di arricchire Hobbs & Shaw di un tocco più personale ed umano.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Russia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100