Cerca nel sito
Perù, Valle Sacra cosa vedere 

Perù, alla scoperta della Valle Sacra

Cosa vedere prima di arrivare a Machu Picchu

Perù, Valle Sacra
©iStockphoto
Pisac, Valle Sacra
Mentre si attraversa la Valle Sacra del Perù, non si può fare a meno di sentirsi come se si fosse dolcemente immersi nell'acqua purificante. Ecco cosa vedere.

In Perù scopri anche Lima

Fiume Urubamba
Gli Incas riconoscevano il fiume lungo e tortuoso come uno specchio terrestre della Via Lattea. Il fiume permetteva alla valle di prosperare come uno dei centri agricoli più prolifici dell'intero impero inca. Vale la pena di trovare un buon punto di osservazione per apprezzare quanto sia bello, ma se desideri un modo più ravvicinato ed avventuroso si può sperimentare il fiume Urubamba con il rafting.

Awana Kancha
E’ una una piccola fattoria e un mulino tessile, ed offre l'occasione perfetta per incontrare tutti e quattro i tipi di Camelidi sudamericani: lama, alpaca, guanachi e vigogne. Essere in presenza di queste creature ti permette di sentirti subito in armonia con la natura. Awana Kancha permette anche di avere un'idea di come siano fatti i tessuti colorati intrecciati tipici della zona. Gli artigiani dimostrano come preparano le loro mercanzie multicolori, dalla creazione della tinta che usano alla tessitura attuale.

Mercato di Pisac
Il mercato di Pisac è pieno di artigiani che vendono i loro prodotti quasi ogni giorno della settimana. Ma a meritare una visita sono anche i tipici negozi di mattoni e malta antiquati. 

Hacienda Huayoccari
Si tratta di un bellissimo rifugio in parte ristorante e in parte museo. Il cibo del menu è semplice e abbondante con molte offerte andine tradizionali. L'interno dell'edificio presenta un'impressionante collezione di arte e manufatti pre-colombiani e coloniali che possono essere ammirati in tutta l’hacienda.

Urubamba
Urubamba potrebbe essere la città più grande della Valle Sacra, ma anche se cammini per le sue strade, non sei mai fuori dalla vista delle montagne e difficilmente ti troverai sopraffatto da trambusto o frenesia. Oltre alla Plaza de Armase la Iglesia de Urubamba, una delle tappe più belle è quella al laboratorio di Pablo Seminario, le cui ceramiche e ceramiche sono state esposte al Chicago Field Museum e presentate allo Smithsonian Institute.

Le saline di Maras
La storia delle Salinas de Maras risale a molto prima degli Inca, prima della formazione della Valle Sacra stessa. I geologi ritengono che questa zona era stata parte del fondo dell'oceano, e quando, formatesi le Ande, le acque dell'oceano rimasero intrappolate nell’entroterra, lasciarono un deposito di salgemma da cui nacquero le saline. 

La comunità di Huilloc
In cima alle colline sopra la città di Ollantaytambo si trova la piccola comunità di Huilloc. La gente di Huilloc evita la modernità, vivendo come i loro antenati andini da centinaia di anni. Qui, il quechua è la lingua dominante. Si vestono nello stile andino tradizionale: gli uomini portano i poncho; le donne indossano una manta, ovvero una coperta indossata come un mantello, e un montera, un cappello che è fissato sotto il mento con una cinghia intrecciata. La comunità è celebre anche per i suoi tessitori, artigiani che creano le varie coperte, sciarpe e altri tessuti con uno stile proprio.

Ollantaytambo
La maggior parte dei turisti diretti a Machu Picchu passa per la città di Ollantaytambo, porta di accesso alla "Città perduta degli Incas”. Ci si ritrova ad incontrare l'ineguagliabile ingegneria degli Incas molto prima di avvicinarsi al sito archeologico principale. Ollantaytambo è talvolta chiamata l'ultima città inca vivente perché molte delle sue strade e strutture e acquedotti sono funzionali come lo erano nel 1500.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Black Friday
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati