Cerca nel sito
Corea del Sud informazioni utili

Sud Corea: 5 cose da sapere prima di partire

Riserve naturali, città che non dormono mai, villaggi tradizionali e templi nascosti sono solo alcune delle attrazioni tutte da scoprire

Vista notturna di Seoul
©iStockphoto
 Seoul, panorama di sera
PERCHE’ ANDARE Incuneata tra Cina e Giappone, la Corea del Sud non ha la Grande Muraglia o il Padiglione d’oro, ma non manca di attrazioni, a cominciare dalla vita notturna che continua fino all’alba, per continuare con i suggestivi eremi buddisti appollaiati in luoghi dove osano solo le aquile o gli escursionisti più intrepidi. Nonostante il paese sia stato lasciato devastato dalla guerra ed è ancora separato dalla Corea del Nord con la zona demilitarizzata, è in realtà un luogo molto sicuro da visitare che vale la pena scoprire. I visitatori vengono subito travolti dai rimi veloci delle città che non dormono mai, ma le zone al di fuori dei centri urbani svelano un lato molto diverso con isole che sembrano essere state dimenticate, ricche di villaggi tradizionali dove si svolgono ancora danze in maschera e la gastronomia propone piatti particolari. 

DA NON PERDERE La ZDC, la zona demilitarizzata coreana, rappresentata da una striscia di terra che attraversa la penisola ed istituita di comune accordo tra Corea del Nord, Corea del Sud e Nazioni Unite nel 1953, è oggi riconosciuta come uno degli habitat della zona temperata meglio conservati, con la presenza di quasi 3000 specie vegetali, 70 specie di mammiferi e 320 specie di uccelli. La capitale Seoul è una delle megalopoli più alla moda dell’Asia: vanta origini antichissime sebbene la maggior parte delle testimonianze del passato siano state cancellate con le ricostruzioni degli Anni Cinquanta. Porta Namadaemun è uno dei gioielli cittadini: costruita nel XIV secolo è un’oasi di pace nel traffico. Palazzo Anggyonggung è stato prima residenza reale e poi, sotto il dominio giapponese, è rimasto in uso come parco cittadino. Per quel che riguarda la parte più moderna una delle maggiori attrazioni è la Torre di Seoul, all’interno del parco Namsan, che conserva un immenso acquario e una sala giochi. All’interno del futuristico centro commerciale Lotte World è possibile trovare piscine, piste da pattinaggio e un centro divertimenti per bambini. Per avere un’idea globale della storia e delle tradizioni coreane vale la pena una visita al Museo nazionale popolare, mentre nel Tempio Chongmyo sono conservati importanti reperti della dinastia Yi. Il mercato di South Gate, oltre ad essere il più grande della città, annovera molti prodotti di artigianato locale. Tra i polmoni verdi della città il parco T’apkol e il Namsan. Al di fuori della capitale altre realtà particolarmente interessanti sono la città di Gyeongju che annovera tra le sue vestigia la più antica pagoda del paese, le rovine di Weolseong, e, poco fuori, i templi di Bulguksa e la grotta di Seokguram inseriti tra i Patrimoni mondiale Unesco. Al centro del paese c’è Andong, meta poco battuta dai più usuali tour turistici, che conserva una delle scuole confuciane più antiche e prestigiose della Corea. A Hahoe, poco più a sud del centro cittadino, si tiene ogni anno il Festival del Folclore tra strade e case che a tutt’oggi conservano ancora l’aspetto dell’antico villaggio. Sono venti i parchi naturali del paese, come quello del monte Seoraksan in cui ammirare le splendide cascate, o quello di Wolchulsan. Presso Gayasan è possbile visitare il tempio più noto e frequentato del paese, Haeinsa. Meraviglie naturali si possono ammirare a Geumgangsan, tra cui le cascate di Guryong o il lago Samilpo. Gli appassionati di archeologia non possono perdersi la visita a Kyongju, la capitale dell’antichissima dinastia Silla. Il Tumuli Park ospita più di 20 tombe degli antichi sovrani, mentre presso Onung, a sud della città, si trovano i tumuli tombali di epoche addirittura anteriori alla dinastia. 

Leggi anche: COREA DEL SUD, NON SOLO TAEKWON- DU

CHI ANDARE L’operatore Go Asia propone diversi pacchetti viaggio per andare alla scoperta della Corea del Sud. Uno di questi, chiamato Corea del Sud la Tigre dell’Asia, comprende 8 giorni/6 notti  a partire da 2260 euro con possibilità di estensioni. Il viaggio comprende le principali località della penisola con la visita la Parco Nazionale di Mt Seorak Daegu,da dove si effettua un’escursione per la visita al Tempio di Haeinsa e Gyeongiu, Patrimoni Unesco.  

COSA PORTARE In Corea l’estate è calda è umida, con temperature medie intorno ai 30°, e l’inverno è piuttosto freddo e secco, con punte che arrivano molto al di sotto dello zero. E’ bene quindi prepararsi con vestiti adatti alla stagione. Oltre alle cose basilari come pantaloni, magliette e biancheria, bisogna avere alcune accortezze per quel che riguarda oggetti e capi difficilmente reperibili. Ad iniziare dal deodorante, che in Corea costa molto e dispone di marche piuttosto limitate; le scarpe, difficili da trovare dopo il numero 39; lamette da barba che sono piuttosto care.

CURIOSITA’ In Asia sono molto superstiziosi e i coreani non sono da meno. Ecco perchè, quando si prende un ascensore, spesso capita che il pulsante del 4° piano sia inesistente oppure al suo posto di trovi la lettera F, ad indicare fourth in inglese. Questo perché il numero 4 in coreano si dice ?(sa) ed ha lo stesso suono della parola morte, per questo è considerato particolarmente sfortunato.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100