Cerca nel sito
ricette tipiche francesi dolce Tarte Tatin

Tarte Tatin, la storica torta rovesciata

Il dolce francese a base di mele nacque per sbaglio nella Valle della Loira

torta di mele francese
iStock
Tarte Tatin
Borghi, castelli, giardini neoclassici: la Valle della Loira incanta per il fascino di luoghi senza tempo. Una regione ricca di storia, simbolo di dinastie, re e regine che vissero tra lotte di religione e potere. È qui, e precisamente nel Castello di Blois, che Giovanna d’Arco ricevette il battesimo dall’arcivescovo di Reims. Il Castello di Cheverny invece, è l’emblema delle regge francesi e tuttora è abitato dai proprietari.
 
Ma la Valle della Loira ha dato anche i natali a uno dei dolci più famosi della gastronomia francese. La Tarta Tatin è la “classica” torta a base di mele caramellate e pasta brisé.
 
Il nome del dolce deriva dalla signora che lo ha inventato: Stephanie Tatin, che insieme alla sorella Caroline, gestiva l’albergo Tatin nel villaggio Lamotte-Beuvron, in Sologne. Nel 1880, mentre stavano preparando la torta di mele per gli ospiti dell’albergo, avvenne un piccolo incidente in cucina. Stefany, probabilmente a causa della fretta, infornò il dolce senza pasta. 
 
In sostanza, sulla teglia erano presenti solo mele, zucchero e burro. Quando si accorse dell’errore, aggiunse la pasta in forno – e sopra le mele – solo in un secondo momento. Quando la cottura terminò, rovesciò il dolce per fargli assumere le sembianze della classica torta di mele. Nacque così la Tarte Tatin, un successo immediato. Da quel momento il dolce apparve nel menu dell’albergo e sembra anche che fu inserito nella Guida Michelin del ‘900.
 
Maurice Edmond Sailland, il famoso gourmet Curnonsky, ne diffuse la ricetta pubblicandola nel 1926 su La France gastronomique. Ancora oggi l’Hotel Tatin sforna la sua torta simbolo ormai divenuta una tradizione e la cui ricetta originale viene gelosamente custodita dalla Confraternita di Lichonneux di tarte tatin Lamotte-Beuvron, fondata nel 1979.
 
La torta è stata servita per la prima volta a Parigi nel ristorante Maxim. Come ogni piatto “storico”, nel Paese si è diffuso con varianti. Non è raro gustarla accompagnata da panna o gelato alla vaniglia. Le “modifiche” non sono particolarmente gradite alla Confraternita di Lichonneaux. L’associazione prepara la tarte tatin servita rigorosamente secondo la ricetta originale rispettando la tradizione, per tanto sono aboliti gli accompagnamenti.

ALTRE RICETTE DALL'ITALIA E DAL MONDO E CURIOSITA' SUI CIBI 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Francia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati