Cerca nel sito
sulle tracce dei dinosauri in Argentina

Sulle tracce dei dinosauri in Argentina

Ci mettiamo sulle tracce di quelle mostruose quanto affascinati creature che abitarono il nostro pianeta almeno 65 milioni di anni fa, percorrendo alcuni degli itinerari dove sono stati scoperti segni del loro passaggio.

argdinosauri
Ci mettiamo sulle tracce di quelle mostruose quanto affascinati creature che abitarono il nostro pianeta almeno 65 milioni di anni fa, percorrendo alcuni degli itinerari dove sono stati scoperti segni del loro passaggio. Atterriamo allAeroporto internazionale di Ezeiza a Buenos Aires e con unaltra ora e mezza di volo arriviamo allaeroporto di Neuquèn: siamo nellestremo sud del mondo, in Patagonia. A Neuquèn, ridente cittadina nel cuore dellArgentina sono stati fatti i primi importanti ritrovamenti: nel 1931 il paleontologo tedesco Friederich Von Hume scoprì delle impronte fossili giganti che attribuì ad un dinosauro carnivoro. Neuquèn è divenuto così un punto di riferimento per tutti quelli che rinvengono casualmente qualcosa di strano e grande che emerge dal terreno. I paleontologi argentini hanno riportato alla luce denti appartenenti al predatore più imponente che abbia mai camminato sulla terraferma. Questo gigante non ha ancora un nome ma ha già polverizzato molti records: probabilmente raggiungeva i 15 metri. Sempre nella valle di Neuquèn è possibile vedere il più gran giacimento di uova fossili mai rinvenuto: quasi due kmq di estensione tanto che è praticamente impossibile camminare senza calpestarne qualcuno. Naturalmente se volete sapere di più andate a vedere anche il museo di Neuquèn. Vi consigliamo di spostarvi anche nellarea di Picùn Leufu vicino al lago Exequiel Ramos Mexìa e al fiume Rio Negro raggiungibili tramite collegamenti interni con pullman o in auto perchè proprio qui a Picùn Leufu vennero alla luce, grazie allabbassamento nel 1979 del livello dellacqua del fiume, alcune rocce sommerse con impresse delle orme fossili di quello che dapprima si credette un gigantesco struzzo. Ma il direttore dellUniversità di Comahue, Oscar Deferraris, stabilì che si trattava di impronte di dinosauro della specie iguanodonte. Sempre a Picùn Leufu è stata rinvenuta unorma di dinosauro sauropode di forma circolare e di un diametro di circa 90 cm., che fa supporre appartenga ad un animale di almeno 20 metri di lunghezza. Per concludere il nostro affascinante viaggio spostiamoci nella vicina valle del Tonco fino ad arrivare nella cittadina di Salta. Se siete amanti dellavventura questo è litinerario giusto per voi. Si parte la mattina da Salta e si prosegue in direzione delle cave di Don Otto. A circa 80 Km da Salta si lasciano le auto presso le rive del fiume per iniziare un percorso di 20 minuti a piedi fino ad incontrare le scale di accesso ad una cava abbandonata. Oltre la scalinata un paesaggio mozzafiato: resti fossili di piccoli dinosauri che abitarono questa regione, mute testimonianze di unera preistorica; e poi torneremo indietro prima che faccia buio.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Argentina
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati