Cerca nel sito
viaggi sudan attrazioni musei ferrovie

Sudan, non solo deserto

Un ferroviere in pensione ha esposto ad Atbara tutte le testimonianze raccolte durante una vita di lavoro ed ha dato vita ad un museo. Un'altra tappa per un viaggio nel paese africano.

museo ferroviario sudan
©I Viaggi di Maurizio Levi
Che si cerchi il fascino del deserto o le bellezze del Mar Rosso o le suggestioni di siti archeologici ricchi di storia e di cultura, il Sudan riuscirà a conquistare i viaggiatori più esigenti che potranno contare su molteplici attrazioni di natura diversa ma tutte ugualmente accattivanti.

PERCHE' ANDARE Chi pensa che il Sudan sia soltanto affascinanti paesaggi o il vivace lungofume e i bei palazzi di Karthoum scoprirà che, in realtà, lo stato più esteso del continente africano regala molto di più ai viaggiatori che decidono di visitarlo. Sono ricchissime anche le testimonianze storiche risalenti ad epoche lontane e lo sbocco sul Mar Rosso lo rende una meta particolarmente adatta anche agli appassionati di immersioni e sport acquatici.

DA NON PERDERE La capitale Karthoum, punto di confluenza di Nilo Bianco e Nilo Azzurro, con il suo interessante Museo Nazionale ricco di reperti e testimonianze delle antiche civiltà che hanno abitato queste terre, non è l'unica meta sudanese che merita di essere visitata. Come non pensare, ad esempio, ad Omdurman ed al suo grande Souq o alla splendida necropoli di Meroe, con le sue affascinanti piccole piramidi che emergono dalle colline di sabbia, o a Port Sudan e al faro di Sanganeb. Ma da poco tempo c'è una nuova attrazione che saprà affascinare i turisti che hanno voglia di scoprire qualcosa in più sulla storia di questo Paese dilaniato dalla guerra, ricco di contrasti ma dalla cultura estremamente accattivante. Si tratta del Museo Ferroviario di Atbara, di recente inaugurazione. La caratteristica cittadina in cui prende vita l'esposizione si trova a 300 chilometri a nord della capitale Karthoum, lungo la direttrice turistica della Nubia. E' solcata dal Nilo nel punto in cui riceve le acque del suo ultimo affluente, da cui la località prende il nome, prima dello sbocco nel Mediterraneo. Non è un caso che sia proprio questa la location del museo. Atbara, infatti, è da sempre il quartier generale delle ferrovie sudanesi e sede di produzione del materiale rotabile. E', inoltre il principale snodo ferroviario del Paese al punto da essere spesso soprannominata “Ferrovia City”. Chi fosse interessato a saperne di più su questo aspetto tanto singolare quanto cruciale della storia del Paese può contare sui reperti raccolti dal ferroviere in pensione Mr. Mustafa che, nel suo museo, ha esposto oggetti di ogni genere che spaziano dai piatti, le posate e i menu delle carrozze ristorante degli anni '20-'30 marchiate RR-Royal Railways, sino alle obliteratrici ed ai biglietti degli anni '50, alle enormi radio, ai telefoni a manovella, ai cartelli segnaletici ed agli orari. Senza contare le numerose ed affascinanti testimonianze fotografiche che mostrano i passeggeri di un tempo (soprattutto colonizzatori inglesi) e il personale di servizio. Nel grande cortile di accesso, inoltre, sono custodite intere carrozze degli antichi treni sudanesi, dai tradizionali vagoni letto in legno, sino a materiali rotabili più ingombranti corredati da esaurienti spiegazioni in arabo ed inglese.

COSA PORTARE Il clima in Sudan è influenzato dall'Oceano Indiano che può portare venti nei mesi invernali ed umidità in quelli primaverili ed autunnali. Novembre è il mese in cui si registra il maggior numero di ore di sole e, con temperature comprese tra i 25 e i 35 gradi, è consigliabile portare con sé abiti leggeri ai quali aggiungere una giacca o una felpa per la sera. Per potere accedere ad alcuni siti di interesse turistico le donne devono avere l'accortezza di indossare abiti accollati e che coprano le gambe, nel rispetto della cultura locale. L'acqua del mare è calda anche nei mesi autunnali, durante i quali può raggiungere anche temperature di 28-30 gradi, per questo chi si trattiene nelle località di mare dovrà portare con sé costumi, mute ed attrezzature per eventuali immersioni. Sarà meglio mettere in valigia anche un repellente per gli insetti e medicinali di prima necessità per la cura dei disturbi più comuni, tenendo comunque presente che non sono richieste vaccinazioni specifiche per raggiungere il Paese.

CON CHI ANDARE E' possibile approfondire la storia del Sudan e scoprirne i luoghi di maggiore interesse affidandosi all'esperienza del tour operator I Viaggi di Mauizio Levi, specialista da più di 30 anni del turismo in questo Stato africano. Nel catalogo dell'operatore Alla Scoperta dell'Insolito sono, infatti, proposti ben quattro itinerari in Nubia che prevedono l'alloggio nelle uniche strutture di livello europeo presenti nella zona, come il campo tendato di Meroe e la rest house di Karima.

CURIOSITA' Il Museo Ferroviario assume un certo interesse tra le attrazioni sudanesi perchè la storia del trasporto su rotaia in questo Paese è estremamente particolare e differente rispetto a quella che ha caratterizzato lo sviluppo ferroviario degli stati vicini. Il Sudan ha in realtà intrapreso lo sviluppo dell'attività ferroviaria esclusivamente a scopi militari e non per perseguire il progresso del Paese. Il sistema scelto per dotare lo Stato di un'arteria ferrata fu però quello di installare un binario a scartamento ridotto, ossia con una distanza inferiore tra le rotaie, che risultava incompatibile con quello adottato nei Paesi vicini, compreso l'Egitto. Il risultato ottenuto fu che i treni sudanesi oggi non possono uscire dai confini nazionali, mentre quelli esteri non possono transitare sulla ferrovia sudanese. Per questo l'attuale rete ferroviaria non supera i 5.000 chilometri (in un Paese grande otto volte l'Italia) ed è destinata per lo più a servire le piantagioni di cotone della regione di Al Jazira registrando un traffico merci e passeggeri pressochè nullo. Un tale errore strategico si è rivelato una delle principali cause del mancato sviluppo del Sudan ed oggi la rete ferroviaria che lo attraversa si presenta assolutamente inadeguata e fatiscente.

LE FOTO: IL SUDAN DELLE FERROVIE E DEL DESERTO
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Sudan
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati