Cerca nel sito
egitto viaggi offerte tour oasi di Siwa

Siwa, meraviglie tra le dune

E' un altro volto dell'Egitto, lontano dai clamori delle grandi città e dalle mete balneari più rinomate: l'Oasi di Siwa è il vero paradiso egiziano

Oasi di Siwa
©Shutterstock
Laghi e boschi di ulivi che si alternano a dune di sabbia e palme: è un altro volto dell’Egitto, lontano dal caos delle città come può essere Il Cairo o dalle classiche mete famose per il mare come Sharm el Sheik o Mars Alam. A pochi chilometri da Marsa Matruh si trova  quella che a detta di molti è vero paradiso egiziano, ovvero l’Oasi di Siwa, dove ci si immerge nella cultura berbera avvolti da splendidi paesaggi e scenari naturali.

E’ un Egitto alternativo, lontano dal mare, a poca distanza dal confine con la Libia. Destinazione ideale per chi organizza escursioni in 4x4 dalla città, ecco che appare in mezzo alle dune con le prime casette di fango color ocra, fino a raggiungere il villaggio di Shali dove sembra di essere proiettati su un set cinematografico. L’antico abitato è un suggestivo susseguirsi di architetture molto particolari perché costruite con un materiale salino, chiamato “kershef”, preso direttamente sul luogo. Ai  piedi del Tempio di Amon, che conserva pitture e incisioni particolari, si adagia la piccola medina con i mercanti che portano i carretti trainati da muli.

OASI DI SIWA: LE FOTO

Tra le altre attrazioni da non perdere il Museo della Casa di Siwa, ricavato in una casa tradizionale, che espone tutti gli oggetti della tradizione berbera tra cui cesti, ceramiche, strumenti musicali, gioielli in argento e abiti da matrimonio. Al centro della città si possono ammirare le rovine della Fortezza di Shali mentre a circa quattro chilometri si trova il Tempio dell'Oracolo, divenuto famoso quando Alessandro Magno vi apprese il proprio destino. Altra leggenda ci porta alla Piscina di Cleopatra, una piscina in pietra alimentata da una sorgente naturale di acqua calda dove si dice abbia nuotato la mitica regina.

Chi ha una particolare passione per le antichità egizie non può non salire sulla Montagna dei Morti, il Gebel al-Mawta, composta anch’essa con il kershef, in una bella posizione panoramica che sovrasta il paese: la sua fortezza ospita antiche mummie e tra le tombe più famose che si possono visitare ci sono quella di Si Amun, la tomba del Coccodrillo e la tomba di Ni Ber Baghouti.

OASI DI SIWA: LE FOTO

Una curiosità legata all’Oasi di Siwa, oltre alla produzione di datteri considerati i migliori di tutto l’Egitto, è la più interessante tradizione artigianale delle oasi del Deserto Occidentale. I piatti di Tajine in ceramica sono creati e decorati a mano e sono tipici della cucina nordafricana, cosi come tradizionali sono gli abiti nuziali ricamati dalle donne berbere. I più impavidi, poi, oltre ai tipici safari tra le dune o i giri in quad, possono cimentarsi nell’alternativo sand-boarding, cavalcando le dune come fossero onde, con la tavola.

Per scoprire il mistero del deserto egiziano Memphis Tour propone un viaggio di 7 giorni/ 6 notti tra Siwa, Bahariya e Deserto Bianco a partire da 972 euro, comprensive di trasferimenti, sistemazioni in hotel e in campo tendato, biglietti d’ingresso ai vari siti, pasti, guida turistica parlante italiano, attrezzature per il campo tendato, acqua, soft drink e tasse. Ermes, Idee per viaggiare consapevole propone invece un viaggio di 10 giorni/ 9 notti tra Il Cairo e l’Oasi di Siwa attraversando il diserto a parte da 1510 euro. Con questo pacchetto si ha modo di incontrare i membri dell’associazione locale Siwa Community Developmente and Enviroment Protection che invitano alla cooperazione internazionale ed al commercio equo e solidale, garantendo un’esperienza ancora più ricca di emozione di un semplice tour turistico.

OASI DI SIWA: LE FOTO

Leggi anche:
L’oasi di Siwa in bicicletta
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati