Cerca nel sito
viaggi tanzania safari tour parchi naturali

Safari nella Tanzania selvaggia

A spasso nei parchi del Paese che vanta la maggiore biodiversità dell'intera Africa, alla ricerca dei "big five" del continente nero

Safari Tanzania
Courtesy of©Shutterstock
10 parchi nazionali e 17 riserve naturali sono i numeri della natura in Tanzania, meta ideale per gli amanti dei safari  grazie ell'enorme varietà di habitat ed ecosistemi che custodisce sul suo territorio.

PERCHE' ANDARE
La Tanzania è un autentico concentrato di bellezze naturalistiche in cui si alternano habitat ed ecosistemi completamente diversi tra loro all'interno dei quali si è mantenuto un elevato livello di conservazione delle specie. E' il paese africano con la maggiore biodiversità e per questo è la meta ideale per intraprendere affascinanti safari, basti pensare che parchi e riserve naturali occupano più del 20% del territorio nazionale. Ognuno di essi ospita un'enorme varietà di specie animali e vegetali di cui i famosi “big five” (elefante, rinoceronte, ippopotamo, bufalo e giraffa) non sono che un fulgido esempio.

DA NON PERDERE Le opportunità che offre la Tanzania per gli appassionati di safari sono davvero innumerevoli. La pianura del Serengeti è una delle zone più ricche a livello naturalistico. I suoi Parchi Nazionali sono tra i più importanti dell'intero continente. La bellissima savana del parco che porta il nome della pianura è lo scenario delle affascinanti migrazioni degli gnu e di tantissime altre specie, mentre il cratere di Ngorongoro, la più grande caldera intatta del pianeta, si dice ospiti circa 25.000 animali di grossa taglia. Impossibile dimenticare il Kilimanjaro, così come lo spettacolare Monte Meru e le Udzungwa Mountains. A sud del Paese, il Parco Nazionale del Selous è la più grande riserva faunistica al mondo. Tra i suoi bellissimi paesaggi è possibile avvistare elefanti, bufali, coccodrilli, leoni, antilopi e chi più ne ha più ne metta. A Gombe, invece, ci si imbatte nei famosi scimpanzè di Jane Goodall. Nella zona occidentale, invece, l'appuntamento è sulle montagne del Mahale e del Katavi. E per gli amanti dei “safari subacquei” l'arcipelago di Mafia vanta un parco marino che incanterà tutti gli appassionati di diving.

UN PARADISO CHIAMATO ZANZIBAR

COSA PORTARE
Fino ad ottobre, in Tanzania la stagione secca garantisce un clima poco piovoso e con temperature comprese tra 20 e 30 gradi circa. Un safari in mezzo alla natura richiede abiti pratici e comodi. Un paio di scarpe da trekking potrebbero rivelarsi molto utili specialmente a chi avrà la fortuna di prendere parte ad un safari a piedi. Quello che non deve mai mancare nella propria valigia è un binocolo, fondamentale per avvistare ed osservare gli animali.

CON CHI ANDARE Un tipo di soggiorno particolare come quello con i safari richiede un'organizzazione molto scrupolosa che, solitamente, soltanto i pacchetti di tour operator specializzati possono garantire. I Grandi Viaggi, ad esempio, propone tre diverse soluzioni. La più completa prevede un soggiorno di 14 notti di cui sei di safari nelle zone più belle del Paese. Un secondo pacchetto prevede un mini-safari di 2 notti più altri 5 pernottamenti in resort, mentre l'ultima soluzione, infine, prevede un safari di due notti nella sola riserva Selous e cinque notti in resort. Rift Safari, invece, specializzato in soggiorni e safari in tutte le zone della Tanzania, propone tutto l'anno soluzioni differenti che si adattano al periodo della partenza. In questo periodo le tariffe per safari in lodge e campo tendato partono da 1.744 euro e variano in base alla categoria dell'alloggio, alla durata del soggiorno ed al numero di partecipanti.

CURIOSITA' Mentre nel nord della Tanzania è possibile organizzare safari ugualmente affascinanti in ogni periodo dell'anno e le brevi distanze consentono di spostarsi con le tradizionali 4x4, nel sud del Paese i mesi migliori per raggiungere le riserve sono quelli tra luglio ed ottobre, durante i quali aumenta la concentrazione di animali sulle rive dei fiumi. In questa area della Tanzania, inoltre, le distanze sono più vaste e per questo, di norma, i safari si svolgono volando di parco in parco, anche se per i viaggiatori più avventurosi sono previste soluzioni con spostamenti in 4x4. Il parco del Selous, inoltre, si differenzia da tutti per la bellezza dei suoi safari in barca, i migliori dell'Africa orientale, e per la possibilità di intraprendere persino safari a piedi, spesso vietati nella maggior parte dei parchi nazionali.

LE FOTO: SCOPRIRE LA TANZANIA CON I SAFARI 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Tanzania
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati