Cerca nel sito
Porto attrazioni e Nos Primavera Sound Festival

Portogallo: 48 ore con la musica per scoprire Porto

L'evento musicale Nos Primavera Sound si propone con una vasta gamma di generi musicali pronti ad animare la seconda città portoghese

Veduta di Porto
©iStockphoto
Suggestiva veduta panoramica di Porto
Vino e musica, divertimento e successo crescente: se Porto nell’immaginario collettivo viene sempre alla mente associata al vino liquoroso portoghese, dal 9 all’11 giugno è la musica il fattore trainante che invita a scoprire la città, grazie a Nos Primavera Sound, un evento musicale noto per la sua formazione poliedrica. La gamma di generi proposti, infatti, varia da pop, alternative, indie, elettronica, hip hop, dance, folk, jazz, metal fino alla musica sperimentale, offrendo una vetrina sia per la musica indipendente sia nazionale che internazionale e garantendo tre giorni di puro intrattenimento. Ecco quindi come lasciarsi ispirare per una visita tra i vicoli ripidi e stretti che caratterizzano la città arroccata sul fianco della collina che domina il fiume Douro, divisa in Città alta e Città bassa.

Leggi anche: BREAK PRIMAVERILE IN PORTOGALLO: DA LISBONA A MADEIRA

In mattinata si può iniziare dalla Cattedrale, la Sé, un misto di stile romanico, gotico e barocco, per proseguire con la vicina Chiesa Santa Clara, particolarmente attraente grazie alle decorazioni che ricoprono del tutto i muri. L’Estacao de Sao Bento è la stazione dove si trova la Sala dei Passi Perduti, ricoperta dai meravigliosi azulejos che illustrano la vita popolare e i momenti più importanti della storia portoghese. Per ammirare e assaporare i migliori prodotto locali tappa d’obbligo è il Mercato coperto di Bolhao, cosi come un giro alla Libreria Lello e Irmao, che ricorda un vascello o un violoncello nella sua forma, è un luogo d'incanto con la sua stravagante scala in legno pregiato a forma di 8 con doppia circonvoluzione. Il pomeriggio si continua visitando la Chiesa Dos Clerigos, dove si sale sulla torre più alta della città per godere dello splendido panorama, proseguendo per la Città Bassa e addentrandosi nella Ribeira, il quartiere più pittoresco con il reticolo di viuzze e le case colorate.

Leggi anche: PORTOGALLO: 366 MODI PER ONORARE IL BACCALA'

La passeggiata d’obbligo è quella lungo il ponte metallico Dom Luis, realizzato da un collaboratore di Eiffel, da cui si ammira anche l’altro ponte della ferrovia Dona Maria Pia, progettato dallo stesso Eiffel. Immenso appare il Palacio da Bolsa, che coniuga diversi stili: il salone arabo è decorato interamente con stucchi ed intagli in legno. La Chiesa di Sao Francisco, del 1425, è uno degli esempi più significativi di decorazioni barocche. Il giorno successivo non rimane che visitare i musei, come il Museu do Carro Electrico per conoscere tutto sui tram, o il Centro Portugues de Fotografia con la sua impressionante collezione di macchine fotografiche di tutte le epoche, oppure si possono ripercorrere le vie più caratteristiche come Rua de Santa Catarina con i suoi bellissimi palazzi ricoperti di azulejos, la pittoresca, Praca da Ribeira, Rua dos Mercadors, la strada più antica da dove parte un dedalo di stradine, scale, passaggi e un assembramento di case colorati, Rua de Flores dove spiccano palazzi barocchi, belle chiese e dimore borghesi
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati