Cerca nel sito
Giappone location film Mademoiselle Corea del Sud Honshu Rokka-en

Park Chan-wook e la sua Mademoiselle tra Giappone e Sud Corea

Il regista di Old Boy cambia tutto e sceglie una nuova ambientazione per una storia esistente.

Altre storie
Per molti di noi, il coreano Park Chan-wook è inequivocabilmente legato all'incredibile successo ottenuto con l'Oldboy del 2003. Un film claustrofobico e moderno, completamente diverso dal Mademoiselle che finalmente arriva nelle nostre sale distribuito da Altre Storie. Per il suo primo film d'epoca, infatti, il regista ha scelto di muovere la storia narrata nel romanzo Ladra di Sarah Water dalla Gran Bretagna ai più vicini - a sé - Giappone e Corea del Sud.

Scopri le ultime sul cinema di Consigli.it

La storia avvincente e sensuale della giovane ereditiera giapponese Lady Hideko si svolge così nella Corea degli anni '30, durante l'occupazione giapponese. Qui troviamo la ragazza (Sookee) assunta come ancella della suddetta, costretta a vivere in una grande tenuta isolata di campagna con il prepotente zio (Kouzuki). L'ancella ha però un segreto: è una borseggiatrice. Reclutata da un truffatore che si finge un conte giapponese, Sookee deve aiutarlo a sedurre la signora per convincerla a fuggire con lui, derubarla delle sue ricchezze e rinchiuderla in un manicomio.



Un piano che Chan-wook ha 'messo in atto' tra il giugno e l'ottobre del 2015, e che solo ora possiamo ammirare sul grande schermo. "Sembrava l'unica opzione ragionevole, considerando la trama e l’ambientazione del romanzo - ha spiegato il regista parlando della scelta di spostare l'ambientazione dall'Inghilterra vittoriana all'era coloniale degli anni '30. - Una società in cui esisteva ancora la classe aristocratica, le ancelle, dove poteva esserci un personaggio che raccoglieva oggetti rari. Quella era un'epoca in cui erano presenti ancora alcuni elementi legati alla tradizione, ma la modernità stava iniziando a prendere piede".

Consigli.it per voi: La teiera in ghisa per un tè caldo come in Giappone

La casa in cui tutto si svolge è quella di Rokka-en - a Kuwana, città giapponese della prefettura di Mie, nell'isola di Honsh? - che la stessa Kim Hae-sook così definisce all'inizio del film: "Nemmeno in Giappone puoi trovare una casa che combini stili occidentali e giapponesi. Riflette l'ammirazione del Maestro Kouzuki per il Giappone e l'Inghilterra". E anche se lo spazio più importante, in termini di scenografia, è forse quello della libreria (dagli esterni tradizionali e gli interni in stile occidentale, nonostante tatami e giardino giapponese), per altre interessanti location i set si sono spostati altrove. Dalla stessa isola del Sol Levante e la Nagoya capoluogo della prefettura giapponese di Aichi alla Corea del Sud, tra Goheung, Pyeongchang e il Dong-ah Institute of Media and Arts di Anseong.
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati