Cerca nel sito
corsica vacanze allÂ’isola di cavallo

Paradiso Corsica: l'isola privata di Cavallo

E' un'oasi con spiagge e calette nascoste tra le rocce, dove i fondali e la natura ammaliano il visitatore: benvenuti all'isola privata di Cavallo. LE FOTO

Barche
Copyright © isoladicavallo.com
Immaginatevi un’oasi di semplicità, con spiagge e calette nascoste tra le rocce, capace di offrire una natura mozzafiato ma allo stesso tempo in grado di far sentire il visitatore un vero privilegiato. E’ infatti un vero e proprio paradiso privato l’Isola di Cavallo, la perla  dell’Arcipelago di Lavezzi, a metà strada tra Corsica e Sardegna.

Al primo impatto sembra emersa dalle acque per costituire un magico approdo agli amanti del mare. Ci si può arrivare solo con la barca privata, l’unica che può trasportare gli ospiti autorizzati all’approdo. L’isola resta di fatto disabitata per otto mesi all’anno e anche d’estate si popola di pochi abitanti residenti nelle case private. Ma è proprio per questo che l’ambiente marino si presenta come un universo di vitalità assolutamente eccezionale, capace di incantare i fortunati che riescono ad organizzare un soggiorno in questo eden in mezzo al mare.

ISOLA DI CAVALLO: LE PIU' BELLE FOTO

La bellezza  selvaggia  e assoluta dell’Isola di Cavallo risiede nella possibilità che essa offre di entrare in un luogo segreto e riservato, in cui la forza e la grazia di un’emozionante natura marina si fondono con una presenza discreta ed elegante degli uomini che la visitano. Le acque che la circondano sono limpide e azzurre e lambiscono i quindici chilometri di spiagge deserte dalla sabbia dorata, accompagnate dalle rocce incastonate che sembrano diamanti rosa che affiorano dalla superficie.

E poi c’è una luce speciale che avvolge l’isola, un vento mediterraneo che fa brillare lo scintillio dei colori e le sfumature delle onde. Altro valore aggiunto sono i fondali, che rendono l’esperienza del diving e dell’immersione in apnea momenti emozionanti, ambientati in scenari sottomarini luminosi e incontaminati dove si possono incontrare molteplici specie acquatiche: l’ambiente marino si presenta come un universo di vitalità assolutamente eccezionale.

La storia dell’isola racconta che rimase disabitata per migliaia di anni. I Romani vi inviavano i prigionieri per estrarre il granito con cui decorare le abitazioni patrizie e costruire monumenti, e tutti i naviganti, anche in tempi più moderni, ben conoscevano le insidie che nascondeva: fu teatro, infatti della tragedia di proporzioni più vaste mai verificata nel Mediterraneo, cioè il naufragio della nave Semillante che trasportava in Crimea oltre 600 soldati francesi. I corpi dei soldati furono sepolti a Lavezzi nei due piccoli cimiteri che furono appositamente costruiti. La leggenda narra che il canto dei gabbiani sia la voce delle loro anime tuttora alla ricerca della pace eterna nel profondo del mare, un tocco di poesia in un luogo dall’atmosfera sempre ammaliante.

ISOLA DI CAVALLO: LE PIU' BELLE FOTO

ISOLA CAVALLO, CORSICA DI CHARME
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione Corsica
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100