Cerca nel sito
Pavlova dolce neozelandese dolci ricette con meringa 

Nuova Zelanda, il dolce soffice come un tutù

Pavlova: la torta di meringa e panna nata in onore della famosa etoile russa 

dolce tipico Nuova Zelanda e Australia con meringa e panna
iStock
Pavlova con fragole
Una spessa base di meringa, abbondante panna montata, frutta fresca: ingredienti semplici per una vera e propria delizia. La pavlova è un dolce di origine non certa. In Nuova Zelanda, si dice sia nata nel 1926 quando la prima ballerina russa Anna Matveyevna Pavlova soggiornò durante una tournée in un albergo di Wellington: leggero e schiumoso come il tutù di foglie di cavolo che indossava durante lo spettacolo, decorato con fettine di kiwi per riprodurne il colore.

Leggi anche: NUOVA ZELANDA, 5 COSE DA SAPERE PRIMA DI PARTIRE
 
Anche l’Australia però ne rivendica i natali, spostandoli nel 1935 e ponendoli ancora in un grand hotel dove la stessa torta venne servita per il tè e qualcuno ne paragonò la leggiadria a quella dell’étoile di San Pietroburgo. Ormai un classico della pasticceria del nuovo mondo, dove tradizionalmente viene presentata con frutto della passione, fragole e kiwi, la pavlova oggi non conosce frontiere né stagioni.

Leggi anche: AUSTRALIA: 10 SPIAGGE METROPOLITANE DA SOGNO
 
Certo è che questo dolce prende il nome dalla famosa ballerina per rappresentarne il suo tutù. E' una specialità ormai ben nota in Europa e nell'America del nord e ritornando alla “diatriba” tra Nuova Zelanda e Australia riguardo alle origini della soffice torta, L'Oxford English Dictionary si è fermamente schierato a favore della Nuova Zelanda. Gli aussies hanno sempre insistito che il dolce venne creato nell'Esplanade restaurant a Perth nel 1935, mentre l'Oxford English Dictionary spiega che la prima ricetta per la pavlova apparve nel 1927 in un libricino intitolato Davis Dainty Dishes. Il problema è che la ricetta contenuta in Davis Dainty Dishes non ha niente a che vedere con la pavlova di oggigiorno, dato che si tratta essenzialmente di una gelatina.
 
A mettere tutti a tacere è stata l'antropologa Helen Leach rivelando che una ricetta per la pavlova, così come la si intende oggi, fu pubblicata nel giornale New Zealand Dairy Exporter Annual. Inoltre Leach ha pubblicato un libro, "The Pavlova story:a slice of New Zealand culinary history", dove ha raccolto più di 600 ricette per questa specialità. La versione originale contempla la base di meringa con zucchero semolato, una “cascata” di panna e altrettanti lamponi.

FOTO: LA REPUTAZIONE CHE CONTA: I 20 PAESI MIGLIORI DEL MONDO (Stile.it)
 
Esistono infinite varianti di questo dolce sia per la base che per le decorazioni, tra le più gustose la pavlova al caffè e quella al cioccolato. La pavlova è anche un dolce molto scenografico ed è perfetta per allestire un dessert table estivo, così come regina del candy bar o centrotavola della cena di Natale.
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Natale
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati