Cerca nel sito
Repubblica Dominicana location film xXx Xander Cage Vin Diesel

Molta Repubblica Dominicana e un pizzico di Toronto nel ritorno di Vin Diesel

Xander Cage e la sua squadra xXx imperversano ai Caraibi, nelle meravigliose spiagge delle Grandi Antille

Universal
Non solo Ridley Scott (per 1492 - La conquista del paradiso), Robert De Niro (The Good Shepherd) o Francis Ford Coppola (per Il Padrino - Parte II) avevano approfittato della Repubblica Dominicana per ambientare le loro vicende, spesso utilizzata per superare le difficoltà legate al girare a Cuba da parte delle produzioni statunitensi. Oltre ai suddetti, anche Vin Diesel si era già recato nell'Isola delle Grandi Antille per il suo cortometraggio Los Bandoleros, con il quale si era di fatto rilanciato nella saga di Fast & Furious. Comprensibile che il massiccio attore californiano fosse rimasto legato alle location di questa parte del mondo al punto da 'rispolverarle' per il suo ultimo xXx: Il ritorno di Xander Cage, diretto da D. J. Caruso e girato proprio a Samanà e dintorni…

Stavolta il suo Xander Cage, amante degli sport estremi assoldato dal governo, è 'invitato' ad abbandonare il proprio esilio volontario per affrontare il guerriero alpha Xiang e la sua squadra in una corsa per recuperare un'arma potenzialmente letale nota come “Vaso di Pandora”. Circondato da un nuovo gruppo di avventurosi alleati, Xander si ritrova coinvolto in una cospirazione mortale che punta a far scontrare tutti i governi mondiali e che porterà il nostro eroe e i suoi compagni e avversari (Donnie Yen, Deepika Padukone, Kris Wu, Ruby Rose e Nina Dobrev, Tony Jaa, Toni Collette, Rory McCann e Samuel L. Jackson) a viaggiare dal Canada ai Caraibi.

Il Balzac's Coffee shop di Market Street e la Walmer Road Baptist Church di Toronto, come anche il Thompson Hotel di Wellington Street 550, sono state alcune delle location cittadine del film, giocato tutto su spettacolari azioni aeree e sequenze adrenaliniche realizzate ai Pinewood Toronto Studios di Port Lands, in Ontario, come ai Pinewood Dominican Republic Studios di Juan Dolio, cittadina a metà strada tra la 'trasgressiva' Bocha Chica e la sportivissima San Pedro de Marcoris, a circa un'ora da Santo Domingo. E a quasi tre dalla Provincia di Samanà, sul lato settentrionale dell'Isola, superato il Parque Nacional Los Haitises.

Qui, e sulle limitrofe aree marine ricche di spiagge (famose quelle di Las Galeras, Las Terrenas, Samana, e Sanchez), nel gennaio del 2016 e fino al marzo successivo, si sono svolte le riprese che hanno coinvolto molti degli abitanti e delle maestranze locali, soprattutto quelle di Playa Morón - spesso citata negli avvistamenti degli attori - e della 'Zona Colonial' di Santo Domingo e le altrettanto sfruttate Navarrete (nella comunità di La Lomota) e Santiago, oltre ai set di Samaná e Baní o alla presenza della produzione a Puerto Plata, Moca e a María Trinidad Sánchez. "Che la produzione abbia scelto la Repubblica Dominicana dimostra una volta di più la capacità e la qualità della produzione che offre il nostro Paese - ha sottolineato Antonio Gennari di Lantica Media, impresa che offre studi e servizi di produzione al cinema. - Questo tipo di riprese contribuiscono a consolidare la nostra industria generando lavoro".


 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati