Cerca nel sito
Piatti tipici Francia e Belgio ricetta mendiants

Mendiants, dolci "mendicanti" francesi

I famosi dischetti di cioccolato sono diffusi anche in Belgio. La loro origine è da ricercare nei 4 ordini monastici. La ricetta

cioccolatini francesi
iStock
Mendiants con noci, pistacchio e scorza d'arancia candita
I mendiants sono il simbolo della cioccolateria francese. Si tratta di piccoli dischi di cioccolato decorati con frutta secca o candita. In Francia, ma anche in Belgio, riempiono le vetrine golose di qualunque cioccolateria. Vere e proprie boutique arredate e disposte come gioiellerie testimoni dell’importanza che l’arte cioccolatiera ha sempre avuto nelle due nazioni.
 
LA TRADIZIONE DEI MENDIANT
 
La tradizione vuole che questi cioccolatini rappresentino uno dei quattro ordini monastici a seconda della frutta con cui vengono guarniti. Il colore di questi ingredienti fa hanno riferimento a quello degli abiti dei monaci. Di norma, l’uvetta è associata ai Domenicani, i fichi secchi ai Francescani, le mandorle ai Carmelitani e le nocciole agli Agostiniani.
 
 
IL CIOCCOLATO BELGA

Il Belgio produce annualmente circa 173.000 tonnellate di cioccolato vendute in più di 2.000 negozi sparsi per il paese.  Anche qui negozi di cioccolatini appaiono come espositori di oggetti di lusso, in confezioni simili a scrigni o cofanetti.  L’arte cioccolatiera è raffinata e importante perché riflette la passione che il popolo belga riserva al cibo degli dei. I belgi consumano in media 8 chili di cioccolato l'anno e il mestiere è un orgoglio nazionale, attrazione turistica e vanto internazionale.
 
UN PO’ DI STORIA

In francese mendiants si traduce con "mendicanti". Le versioni sull’origine di questi dolci, sono associate agli ordini monastici francesi che avevano fatto voto di povertà e carità. Il "Dictionnaire général de la cuisine française ancienne et moderne" riporta la storia di un certo Padre André Le Boullanger. Egli associò durante un sermone, un tipo di frutta secca a ciascun ordine mettendo in risalto il lato negativo di ciascuno. I cappuccini all'uva passa, i domenicani alle mandorle avariate, i carmelitani scalzi a nocciole vuote e i récollets ai fichi secchi.
 
 
Un'altra versione sulla nascita dei mendiants spiega che i frati mendicavano porta a porta riuscendo a ottenere poche monete oppure frutta secca. Con il passare dei secoli questa pratica portò ad associare il monaco alla frutta secca e infine al nome del dischetto di cioccolato.
 
I mendiants rappresentano uno dei tredici dolcetti della tradizione natalizia provenzale. Il numero fa riferimento a Gesù e i suoi dodici apostoli. Ma come accade per la maggior parte delle specialità legate alle Feste, la loro fama superò ben presto il periodo natalizio per diventare protagonista della pasticceria francese e belga durante tutto l’anno.
 
LA RICETTA

Ingredienti: una tavoletta di cioccolato fondente, noci, pistacchi, scorzette di arancia candita. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria. Su carta forno ben stesa  versate il cioccolato fuso a cucchiaiate fino a formare alcuni dischi spessi mezzo centimetro. Su ogni disco di cioccolato adagiate un pezzettino di scorza d’arancia, mezza noce e un pistacchio. Variate a seconda delle preferenze. Fate freddare. Inserite i dischetti in frigorifero per due ore, passate le quali saranno pronti.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Belgio
  • A Bruxelles i manoscritti dei Duchi di Borgogna
    Ufficio stampa VISITFLANDERS

    A Bruxelles i manoscritti dei Duchi di Borgogna

    Al KBR museum si scopre il XV secolo in Belgio attraverso le immagini, le storie e i personaggi della Biblioteca dei Duchi di Borgogna
  • Una serata ad Ostenda con James Ensor
    © Mu.ZEE, www.lukasweb.be – Art in Flanders, PH: Hugo Maertens

    Una serata ad Ostenda con James Ensor

    Celebre per i suoi scheletri e le sue maschere, l'artista è protagonista del prossimo appuntamento con Stay at Home Museum dedicato ai Maestri Fiamminghi
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati