Cerca nel sito
ricette etniche Mauritius Bol Renversé

Mauritius al cocco: come fare il Bol Renversé

La cucina mauritiana abbonda di ricette tipicamente orientali. Ecco il primo piatto a base di riso e carne che profuma di polvere di cocco. La ricetta originale

piatto tipico Mauritius<br>
iStock
Bol Renversé
Mauritius è una perla di origine vulcanica bagnata dalle acque dell’Oceano Indiano, ad est del Madagascar. La popolazione ha origine da diverse etnie che negli anni si sono mescolate, creando qualcosa di unico e di armonioso. Anche la tradizione culinaria si è evoluta attraverso il miscelarsi di culture differenti. Quella mauritiana è una cucina ricca di sapori intensi e spezie che dalla cultura cinese trae ispirazione per le sue zuppe, le ricette di riso, gli involtini e i piatti di spaghetti. Ma anche dalla cultura africana per quanto riguarda le salse, la cottura dei piatti e le carni.

FOTO: 10 RESORT DA SOGNO ALLE MAURITIUS

Esempio del miscelarsi di gastronomia cinese e africana è il Bol Renversè (ciotola rovesciata), primo piatto tipico dell’isola a base di riso, verdure e carne (spesso di pollo, ma viene utilizzata anche la spalla di maiale e talvolta aggiunti gamberetti). Ecco la ricetta originale.

Leggi anche: MAURITIUS, CUCINA STELLATA

Ingredienti per due persone: uno spicchio di zenzero, uno spicchio d’aglio, 4 gambi di porro, 2 pannocchiette, una bustina di funghi secchi che metterete a bagno, 2 cucchiai di polvere di cocco, due petti di pollo medi, 2 uova, un cespo di bieta, due carote, un cespo di verza, un bastoncino di cuore palma, 150 gr di riso thai bollito, paprika, salsa di soia, olio, sale e pepe.

FOTO: TUTTO IL GUSTO DELLE MAURITIUS

Tagliare il pollo a cubetti e lo zenzero a piccoli tocchetti. Mettere il pollo insieme allo zenzero in un recipiente e aggiungere due cucchiai di soia e uno di paprika insieme a uno spicchio d’aglio schiacciato. Mescolare bene e far insaporire gli ingredienti. Tagliare i gambi di porro a rondelle, le carote a listarelle, la bieta a piccoli pezzi buttando la parte finale, le pannocchiette e la palma a rondelline. In una padella capiente (tipo wok) mettere a scaldare i tocchetti di pollo marinati nella salsa di soia, paprika e aglio. Quando il pollo sarà cotto, mettetelo da parte in una ciotola. Nella stessa padella in cui avrete cucinato la carne, mettete a scaldare un cucchiaio di olio, aggiungete la bieta e le carote, mescolate e versate un cucchiaio di soia. Dopo qualche minuto aggiungete i funghi ammorbiditi, la palma e la pannocchia insieme a un altro cucchiaio di salsa di soia e uno di olio.

Leggi anche: MAURITIUS, COKTAIL E TINTARELLA

Fate cuocere a fuoco lento fino a quando gli ingredienti non saranno scuriti e leggermente croccanti. A questo punto aggiungete il pollo, mescolate bene e versate nella padella le rondelle di gambi di porro, la polvere di cocco e mezzo bicchiere d’acqua. Attendete che i profumi siano bene amalgamati e spegnete il fuoco. In una padella antiaderente mettete a scaldare un cucchiaio d’olio e cuocete le uova all’occhio di bue, facendo attenzione che il tuorlo non si rompa. Salate, pepate e aspettate che si raffreddino. Prendete due ciotole di ceramica o terracotta e ponete sul fondo l’uovo capovolto. Aggiungete il pollo con le verdure e finite di riempire la ciotola con il riso che avrete cura di livellare fino al bordo. Prendete un piatto e coprite la ciotola. Capovolgete e come fareste con un secchiello di sabbia bagnata, sfilate la ciotola di modo che rimanga la forma arrotondata sovrastata dall’uovo. Guarnite con qualche rondella di porro. Buon appetito.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Mauritius
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati