Cerca nel sito
basilea Lightopia musei 2013 attrazioni

Luci su Basilea

48 ORE - Lightopia è la nuova rassegna dedicata all'invenzione della luce artificiale. Fino al 16 marzo il Vitra Design Museum "farà luce" su una delle più vivaci città svizzere

Basilea
© J.Schelkle/Shutterstock
La luce è una delle risorse più importanti di cui gli esseri umani dispongano. Per secoli l'uomo si è servito di candele, lanterne e lampioni per illuminare le proprie case e le strade in modo da rendere la vita di tutti i giorni più semplice e produttiva. Non meraviglia, dunque, che l'invenzione della luce artificiale sia considerata quella che più di tutte ha influenzato gli ultimi due secoli della nostra storia. E' proprio questo il tema principale di Lightopia la mostra che, fino al 16 marzo 2014 celebra la luce artificiale tra arte, design e architettura presso il Vitra Design Museum di Basilea, terza città svizzera per grandezza ed importanza. Si tratta di un'ottima occasione per visitare la bella capitale del Canton Basilea, una città di confine che racchiude una lunga storia ed una spiccata vocazione all'arte e alla cultura. Basti pensare che vanta oltre 40 musei che la rendono la città con la maggiore densità di musei d'Europa.

SCOPRI LE IMPERDIBILI DI BASILEA

Situata al confine tra Francia, Germania e Svizzera, Basilea è solcata dal fiume Reno che divide il suo centro in due parti, la Piccola Basilea (Klienbasel), sulla riva destra del Reno, moderna e all'avanguardia, e la Grande Basilea (Grossbasel), sulla sponda sinistra del fiume nella quale si sviluppa il terzo grande distretto della città, quello della Città Vecchia (Vieille Ville).

Ed è proprio dal nucleo più antico che conviene cominciare la propria visita di Basilea. Si può dedicare la prima mattinata di soggiorno ad una bella gita in barca sul Reno, che offrirà una bella visuale d'insieme della città. Fermandosi in uno dei numerosi locali sul lungoreno, ci si può concedere un pranzo veloce prima di cominciare l'esplorazione vera e propria del centro storico raggiungibile attraverso il ponte Mittlerebrucke, costruito per volere del Vescovo-Principe Heinrich Von Thun. Marktplatz, la colorata e pittoresca piazza del mercato, è anche sede del caratteristico palazzo del municipio, il Rathaus con la sua facciata tardo-gotica in arenaria di colore rosso . Non lontano dalla piazza ci si imbatte, invece, nella chiesa di San Martino e in quella di San Pietro oltre che nella graziosa e rinomata via Heuberg. In pochi minuti si raggiunge la Cattedrale (Munster) di epoca medievale, magnifico esempio di stile romano-gotico che custodisce le spoglie di Erasmo da Rotterdam. Prima di fermarsi per la cena, merita una visita la pfalsz la spettacolare terrazza alle spalle del duomo che si affaccia su tutto il centro storico e la regione di Basilea Prima di concedersi una meritata notte di riposo, si può trascorrere una piacevole serata in uno dei locali che animano le vie che si snodano attorno alla Piazza del Mercato, particolarmente animate durante le ore notturne.

Basilea è una città di musei e non si può trascorrere un weekend tra i suoi luoghi più caratteristici tralasciando il Quartiere dei Musei. Il secondo giorno sarà, dunque, dedicato proprio all'arte ed alla cultura in uno dei suoi quartieri più rappresentativi. Situato a sud dell'area pedonale della città vecchia, il Quartiere dei Musei si estende attorno al Kunstmuseum il più importante della città che ospita capolavori di artisti del calibro di Picasso, Klee, maestri dell'impressionismo e del post-impressionismo tra i quali Monet, Cézanne, Gauguin e Van Gogh. Dopo una sosta per il pranzo, il pomeriggio culturale continua e si potrà scegliere il museo da visitare tra quello della Musica, quello delle Antichità e quello delle Belle Arti. Non ci si può sedere a tavola senza essere passati per il teatro e la Sala della Cultura. E' arrivato il momento di scegliere dove trascorrere la serata e la via Steinberg, una delle più rinomate e frequentate della città, non deluderà i viaggiatori più esigenti.

LA VALLE DEGLI OROLOGI

L'ultimo giorno, quello della partenza, è il momento di spingersi sull'altra sponda del Reno. La Piccola Basilea può essere raggiunta attraversando il bel ponte Wettsteinbrucke. Da non perdere una visita alla chiesa di San Teodoro e alla Waisenhaus. E se ancora fosse rimasta qualche ora prima del rientro, lo Zoo di Basilea, il più grande e antico dell'intera Svizzera, regalerà qualche ora di relax a tutta la famiglia.

BASILEA 48 ORE DI LUCI: LE FOT
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati