Cerca nel sito
Nuova Zelanda: il nord

l'otto del nord

L'itinerario alla scoperta dell'isola del Nord può essere fatto approssimativamente seguendo un tracciato a forma di otto con partenza e arrivo la città di Auckland

Nuova Zelanda5
Auckland è la tappa darrivo di un viaggio in Nuova Zelanda essendo anche lunica metropoli del paese: un abitante su tre praticamente vive qui! La città è situata su una splendida baia ben visibile dalla cima della Sky Tower, (una avveniristica torre televisiva che è anche ledificio più alto del paese). Le sue acque sono solcate da un incredibile numero di imbarcazioni a vela. Non a caso proprio in questa città troviamo la più alta densità di barche a vela per abitante e la grande passione che i neozelandesi nutrono per la vela è confermata anche dalla vittoria dello scorso anno ottenuta dai neozelandesi nellAmericas Cup. Auckland è una grande città ma ancora a dimensione duomo, pulita e con un traffico ordinato. E anche la città più viva e quella più multietnica del paese e lunica con tutta probabilità, assieme a Christchurch, a poter vantare una vita notturna fatta non esclusivamente di pub e birra a fiumi (i neozelandesi bevono parecchio in effetti!), ma anche di un numero crescente di locali notturni e ristoranti sempre più internazionali. Una sosta a Auckland è il pretesto anche per visitare il suo imponente Museo che sorge in cima a una collina e richiama nello stile il British Museum. Assai interessante è la sua ricca collezione di imbarcazioni e piroghe delle principali popolazioni della Polinesia (compresa una canoa Maori lunga 25 metri!). Lisola del Nord si contraddistingue principalmente per la bellezza delle sue coste e spiagge spesso semideserte e per alcune suggestive aree interne, specie intorno a Rotorua, dove troviamo le solfatare e i geyser e, più a sud, il lago Taupo. Litinerario alla scoperta dellisola del Nord può essere fatto approssimativamente seguendo un tracciato a forma di otto con partenza e arrivo la città di Auckland. Si lascia Auckland puntando verso nord, fino alla bellissima Bay of Islands e alla Ninety Mile Beach, il lembo più a nord del paese. Gli appassionati di immersioni non devono farsi sfuggire il parco marino di Poor Knight Islands, che, a detta del grande Jacques Costeau, è uno dei dieci posti migliori al mondo dove fare immersioni. Waitangi merita una sosta per il suo museo maori vicino al mare dove si può ammirare la più grande canoa da guerra esistente al mondo ricavata da alberi kauri. Il paesino è anche luogo davvistamento di delfini (Dolphin Discoveries: tel. +64 - 4037350). Una volta ridiscesi a Auckland si percorre la strada costiera tra spiagge e boschi della penisola di Coromandel (SH35) sulla Bay of Plenty fino ad arrivare a East Cape. E una strada davvero spettacolare lungo la quale si godono bellissimi panorami su piccole insenature, promontori rocciosi e su spiagge bellissime e deserte. Superato East Cape si scende verso la città di Napier seguendo la costa orientale ricca di vigneti e paesaggi collinari di un verde intenso che ricordano assai lIrlanda. Napier deve la sua fortuna di centro turistico al violento terremoto e conseguente incendio che la distrussero in gran parte nel 1931 e, per effetto dei quali, venne ricostruita con varipinti edifici in stile decò (il Napier Art Decò Trust organizza visite guidate a piedi illustrando particolari artistici e storici dei singoli edifici: tel. 8350022). Da non perdere una visita al Kiwi House, lunico posto al mondo dove si può effettivamente toccare un kiwi, non il frutto, ma il buffo uccello che è anche emblema nazionale del paese! Da Napier si risale verso Auckland seguendo la statale 5 fino al lago vulcanico di Taupo, il maggiore lago del paese, considerato anche sede mondiale della pesca alle gigantesche e famose trote arcobaleno (rainbow trout). Qui, ogni anno, nellultimo fine settimana di aprile, si disputa il campionato mondiale di pesca alla trota. Da Taupo si sale lungo la Route 1 verso Rorotua, celebre stazione termale e turistica di 70 mila abitanti circa e insediamento maori fin dal XIV secolo. Qui si possono ammirare i resti della cultura Maori nel museo del Bath-House e nella galleria di arte maori di Whaka dove è stato ricostruito un villaggio maori. Nei dintorni di Rorotua si possono visitare le solfatare e i geyser (quello di Whakarewarewa getta acqua calda fino a 30 metri di altezza) e salire lungo un bel trekking attraverso i boschi sul cratere del vicino vulcano Tarawera e ridiscenderlo lungo i fianchi di sabbia vulcanica! Unesperienza davvero bella prima di fare rientro a Auckland.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Nuova Zelanda
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati