Cerca nel sito
viaggi Madagascar quando andare clima offerte aprile

L'Isola Rossa tra baobab e lemuri

Il Madagascar è la quinta isola del mondo, nota per ospitare specie vegetali ed animali endemiche. La natura lussureggiante è il biglietto da visita di questo eden in terra

Lemure rosso
© Thinkstock/ Anup Shah
Situato al largo delle coste del Mozambico, il Madagascar deve il suo appellativo di Isola rossa al colore del suolo ricco di laterite, che tinge anche le acque dei fiumi, arrivando fino al mare. E' la quinta isola del mondo, con una superficie grande due volte quella dell'Italia. La stagione turistica ha inizio ad aprile, dopo il periodo dei cicloni, quando può dirsi conclusa la stagione delle piogge.

FOTO: MADAGASCAR, UN PARADISO D'ACQUA E SABBIA


PERCHE’ ANDARE. Per gli amanti delle isole tropicali il Madagascar è la destinazione ideale, con le sue splendide spiagge sabbiose e l’acqua cristallina che permette di esplorare le barriere coralline. E poi le foreste popolate da centinaia di animali e piante particolari, dove chi è in cerca di una meta ad alto tasso di natura trova qui il suo eden, anche perché si possono ammirare specie endemiche che non si trovano in nessuna altra parte del mondo, come i famosi lemuri.

DA NON PERDERE. Antananarivo è una città caotica ma che può riservare sorprese. Il cuore della città bassa è Araben ny Fahaleovantena, conosciuta come Avenue de l'Indépendance: con il quartiere Analakely è nota per i mercati all'aperto permanenti,tra cui il famosa mercato di Zoma, una delle principali attrazioni. Nella città alta si trova Kianja ny Fahaleovantena, Place de l'Indépendance, da dove si diramano strette stradine che corrono vicino ad alcune chiese e agli ex-edifici reali fino a giungere alle rovine di Rova, l'antico palazzo della regina. Il principale centro turistico del Madagascar è l'isola di Nosy Be, dove si trovano la maggior parte dei villaggi turistici e dei locali notturni. Anche le più piccole e vicine Nosy Komba, Nosy Tanikely, Nosy Sakatia, Nosy Mitsio e Nosy Iranja sono da vedere. Patrimonio dell’Umanità è la Réserve Naturelle Intégrale des Tsingy de Bemaraha, che si estende per 152.000 ettari a ovest del paese e comprende una gigantesca foresta di pinnacoli di arenaria che ospita un'incredibile varietà di specie animali. Si possono organizzare escursioni in canoa lungo il Fiume Manambolo. Imponenti massicci vulcaninici caratterizzano il Parc National de Montagne d'Ambre, la regione più visitata del Madagascar settentrionale. Le foreste del parco sono lussureggianti e tra le sette specie di lemuri che le popolano le più interessanti sono i lemuri incoronati e i lemuri scuri di Sanford. Da vedere c’è anche la Petite Cascade, una bellissima cascatella che si getta in una splendida piscina naturale circondata da dirupi ricoperti di felci, e il Petit Lac, un tranquillo lago vulcanico raggiungibile tramite un sentiero piuttosto ripido.

TUTTA LA BIODIVERSITA' DEL MADAGASCAR ON THE ROAD

COSA PORTARE. L’abbigliamento principale deve essere sportivo e informale, in genere leggero, comprendente impermeabile, scarpe da ginnastica o da trekking. Qualcosa di più pesante come un golf è consigliato soprattutto per chi viaggia sugli altopiani, mentre chi è più sedentario in spiaggia non deve scordarsi del sole forte, per cui indispensabili sono occhiali, cappello e creme protettive oltre ad un buon antizanzare. I colori consigliati degli indumenti sono il bianco, il beige e tutte le tinte naturali, che attirano meno le zanzare, e tessuti in lino e cotone.

MADAGASCAR: ECCO PERCHE' E' UNA TERRA SPECIALE


 CON CHI ANDARE. L’operatore Be to Go propone un pacchetto All Inclusive Soft 7 notti a partire da 1179 euro con soggiorno al Kintana Beach Resort Atlantis Club di Nosy Be, in camera Classica o Bungalow, con partenze da Milano Malpensa o Roma Fiumicino. Stessa destinazione per il Veraclub Orangea, proposto a partire da 1545 euro in Formula Club per 7 notti. Con Haraka Viaggi si può organizzare un tour di 9 giorni/ 7 notti tra Nosy Be, Ankfly, Parco Ankarana, Diego Suarez, Costa della Baie, Montagne d’Ambre e Tsingy Rouge a partire da 1950 euro.

CURIOSITA’. La popolazione è divisa in 18 tribù, separate l'una dall'altra dai confini territoriali degli antichi regni. Gran parte dei malgasci sono un miscuglio di razze: alcuni, come i Merina, sono di aspetto prevalentemente indonesiano, mentre altri, come i Vezo, hanno forti legami con l'Africa orientale e assomigliano a veri e propri africani.

FOTO: MADAGASCAR, UN PARADISO D'ACQUA E SABBIA

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Madagascar
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare