Cerca nel sito
La Provenza di Cezanne

La Provenza di Cezanne

A 100 anni dalla morte del pittore francese, niente di meglio che un viaggio in Provenza sui luoghi che hanno ispirato i tanti paesaggi dell'artista della luce.

Cezanne atelier
courtesy of ©Jean-Claude Carbone
Capitale storica della Provenza, città universitaria, città d'arte dal patrimonio architettonico estremamente ricco, Aix-en-Provence è un luogo affascinante dove la vita è bella ed è gradevole passeggiare per andare alla ricerca delle sue meravigliose bellezze, situata com’è al centro di una delle regioni più ricche d’Europa. Avvolta in un’aurea dolce, ciò che la rende incomparabile è la sua luce, che da sempre è stata motivo di grande richiamo per molti artisti. I magnifici paesaggi della campagna circostante hanno ispirato, durante tutta la sua vita, le celebri tele del pittore Paul Cézanne.

Non c’è posto migliore, quindi, per celebrare i cento anni della morte del grande artista, avvenuta nell’ottobre del 1906: la città, con il Ministero per la Cultura e la Comunicazione, organizza per l’occasione la manifestazione “Cezanne in Provence”. Un evento questo, che permette di apprezzare l’opera di Cezanne nel suo contesto originale e di seguirne le orme direttamente nei luoghi da lui rappresentati, proponendo anche mostre temporanee e permanenti con oltre un centinaio di dipinti, e poi dibattiti, conferenze ed interventi di artisti regionali ed internazionali.

Appositamente per questa celebrazione riapre il Museo Granet, dopo i lavori di restauro che hanno ampliato la superficie espositiva, e dal 9 giugno fino al 17 settembre torneranno in sede da tutto il mondo le opere del pittore. Attualmente è proposto in anteprima un "percorso di iniziazione" a Cézanne: i paesaggi del "Pays d’Aix" attorno alla città contrassegnati dal passaggio di Cézanne sono sistemati in modo specifico affinché si possa cogliere l'opera pittorica dell'artista nello scenario naturale in cui è stata creata, e vedere i luoghi con gli occhi di Cézanne.

Tra questi spiccano Jas de Bouffan, la casa padronale che fu proprietà della famiglia Cézanne dal 1859 al 1899, l’Atelier des Lauves costruito su un terreno acquisito nel 1901, piantato ad olivi e fichi, sulle rive del  Canal du Verdon, le Cave di Bibémus, spettacolare scenario di ocra gialla, dalle forme geometriche, i siti della Strada Cézanne al Tholonet e della montagna Sainte-Victoire, il Pont des Trois Sautets, il "terreno dei pittori". E ancora Gardanne, luogo di soggiorno durante l'inverno 1885-1886, e l’Estaque, altro luogo di numerosi soggiorni tra il 1869 e il 1890. Sembra di tornare indietro a più di cent’anni fa, respirare quella magica atmosfera e vivere la sensazione di lasciarsi avvolgere dalla particolare luce che solo il talento di un grande maestro, ispirato dalla bellezza circostante, riesce a trasmettere.

Infolink
Cezanne2006.com

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Francia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati