Cerca nel sito
Viaggio in Nicaragua: El Castillo e Ometepe

La natura incontaminata del Nicaragua

Dalla selvaggia El Castillo a Ometepe, l'isola più grande di tutto il Centroamerica.

Tucano, uccello tipico del Centroamerica
©Eduardo Rivero/Shutterstock
Incastonato tra l’Oceano Atlantico, con il Mar dei Caraibi e l’Oceano Pacifico, il Nicaragua offre una distesa di verde puntellata da vulcani che svettano e laghi che riflettono luce, sorprendendo per l’autenticità dei suoi abitanti, e la vita delle città, armonizzate con la natura. Foreste e boscaglie che raccontano antiche leggende di pirati e forzieri, di donne rapite e donne combattenti: il Nicaragua stupisce ad ogni passo, anche quando s’incontra una vecchia abitazione di Granada, in cui soggiornò il nostro Garibaldi.

Granada, città coloniale adagiata sulla sponda del grande Lago Nicaragua, con la calda luce del giorno offre i colori caldi e sgargianti delle sue antiche abitazioni, rimaste intatte. I deliziosi portoni come un tempo continuano a nascondere importanti cortili, dove al centro fontane arricchiscono gli interni, in cui non di rado è possibile trovare esposizioni di arte locale. La piazza centrale, cuore pulsante della città, è costellata di piccoli chioschi all’ombra, mentre bambini giocano tra di loro. Ma è di notte che Granada s’illumina e offre una vita sociale viva, fatta di pub e locali che si aprono sulle strade, tra un negozio di articoli etnici e all’altro.
La vita sembra scorrere tranquilla: la povertà è sicuramente una piaga in questo caldo paese, ma non a discapito della sicurezza. Il Nicaragua è una destinazione tranquilla, anche quando si arriva in mete meno turistiche, nel cuore del paese.

El Castillo, piccolo paesino sulle rive di Rio San Juan, sembra riassumere in sé l’essenza allegra, serena e tranquilla del Nicaragua. Ospitalità e cordialità si trovano in ogni angolo, mentre la natura non manca di stupire, tra la vegetazione lussureggiante ed i caimani. Il grande fiume, infatti, può essere un luogo pieno d’insidie, ma la giusta attenzione permette di conoscerlo, rimanendone affascinati.

Una fascinazione che nasce dalla capacità, ancora viva, di vivere in simbiosi con la natura, rispettandone la supremazia. Un rispetto che è evidente anche ad Ometepe, incredibile isola nel Lago Nicaragua. Sono due i vulcani che creano l’isola, di cui uno ormai spento con una laguna sulla sommità, che occupa un lato dell’isola, mentre l’altro lato propone la supremazia del vulcano ancora attivo. Piantagioni di tabacco e enormi banani incorniciano le base dei vulcani, mentre il terriccio nero, di origine eruttiva, è ovunque riconoscibile; le segnaletiche d’emergenza, in caso di eruzione, sono sempre visibili, a ricordare che il vulcano potrebbe svegliarsi da un momento all’altro. Ciò nonostante la vita scorre serena, e per rinfrescarsi dal gran caldo dei caraibi, le spiagge del lago offrono la possibilità di bagni rinfrescanti; e se il cielo è velato, il grande specchio d'acqua sembra mare.

Vai alla GUIDA NICARAGUA

Leggi anche
El Castillo, natura selvaggia
Ometepe, l'isola dei pirati 

Informazioni utili
Come arrivare: effettuano voli per il Nicaragua Iberia (www.iberiacom), American Airlines (www.aa.com), Taca (www.taca.com) e, a partire da luglio 2011, Air Nicaragua.
Dove dormire
Hotel Dario, Calle La Calzada. De la Catedral 1 1/2 cuadra al Lago, Granada - www.hoteldario.com
La struttura è stata ricavata da un antico palazzo coloniale e ne conserva suggestioni e carattarestiche: sono solo 100 le camere. Situato in centro, vicino la piazza centrale e poco lontano dal Lago Nicaragua.
Hotel Victoria, el Castillo (http://victoriaelcastillo.com): piccolo hotel a conduzione familiare, modesto, ma pulito, in cui si può conoscere la realtà locale.
American Cafè and Hotel, Moyogalpa, Isola di Ometepe. Vicino al piccolo porto, pulito e confortevole.
Dove mangiare:
Imagine, Restaurant and Bar, Calle de La Libertad, Granada. Piatti a base di pesce di lago, pollo, riso, platano fritto.
Borders, Main Street at Boat Dock, El Castillo. Piatti di gamberoni di fiume cotti alla piastra o in padella, platano fritto, riso.
Mar Dulce, 250 m dal porto di Moyogalpa, Isola di Ometepe. Piatti a base di pesce di lago, pollo, riso, platano fritto.
Informazioni turistiche: www.visitanicaragua.travel

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati