Cerca nel sito
Wacken Open Air Festival 2014, Kiel hotel

La Germania dell’heavy metal

I metallari di tutto il mondo si radunano ogni anno a Wacken, punto di partenza per andare alla scoperta dello Schleswig-Holsteis, il land più a nord della Germania

Pubblico di concerto rock<br>
© Thinkstock
Folla al concerto
Amanti dell’heavy metal, unitevi tutti a Wacken! Questo potrebbe essere il motto che ben descrive l’evento in programma dal 31 luglio al 2 agosto nel paesino tedesco non distante da Amburgo. E’ qui, infatti, che ogni anno dal 1990 viene organizzato il Wacken Open Air, il più grande festival del genere musicale heavy metal del mondo. Ogni edizione attira spettatori da tutta Europa e da ogni angolo del pianeta che, fino a tre giorni prima dell’inizio dei concerti, hanno la possibilità di occupare l’area con tende e mezzi di ogni tipo: c’è la zona adibita ai concerti con 4 grandi palchi di diverse dimensioni che vedono l’esibizioni di oltre 70 gruppi e una zona dedicata al campeggio.

Per capire la portata della manifestazione basta pensare che da oggi è in uscita il libro di Davide Savaris dal titolo “Come sopravvivere a Wacken- Guida al festival metal più importante del mondo” ordinabile anche su Internet, che offre una panoramica su alcuni aspetti che caratterizzano questo gigantesco raduno estivo, fornendo indicazioni utili e concrete. Organizzata per argomenti, la guida ruota intorno ai punti di maggior interesse di chi vuole partecipare al festival: l’organizzazione del viaggio, la sistemazione e la vita da campeggio, le attrazioni e i vari servizi presenti in loco.

Wacken, la piccola cittadina che ospita questa grande kermesse, si trova vicino alla città di Itzehoe, nel Land dello Schleswig-Holstein. Rimanendo nella zona concerti ci si può recare al Metal Market, che ospita una cinquantina di stand dove si possono trovare magliette per grandi e piccoli, anfibi e stivali, cappelli e tutto l’abbigliamento utile per i metallari. Il Wackinger Village è la zona dove tutto è all'insegna del medievale, dove è facile imbattersi in fabbri ferrai che lavorano il ferro e producono cotte di maglia, spade ed elmi e dove si svolgono combattimenti, battaglie, gare di tiro con l'arco e lancio dell'ascia: qui da provare c'è il delizioso Barbarenspieß, lo spiedo barbaro fatto di carne e pane del brezel fritto nello strutto bollente che si può assaporare in appositi stand. Per brindare il luogo giusto è il Beer Garden, il grande spazio di tavoloni e panche di legno.

A concerto finito si possono organizzare varie escursioni nei dintorni. C’è il Museo all’aperto dello Schleswig-Holsteis, da visitare per esempio in mattinata, che si compone di una sessantina di fattorie e di costruzioni rurali edificate dal XVI al XIX secolo, tipiche della regione a nord dell’Elba. Sono raggruppate a seconda della loro origine geografica e in alcune di esse artigiani del luogo fanno rivivere lavori e tradizioni antiche come la fucina, i telai e i mulini. Il pomeriggio si può andare alla scoperta delle aziende agricole dove si possono acquistare i prodotti locali lavorati con metodi tradizionali, scegliendo anche tra oltre 120 varietà di formaggi, tanto che la KaseStrasse è nata appositamente come percorso turistico dedicato all’industria casearia.

Il giorno successivo una tappa vivace e gioiosa è la città di Kiel, distante circa 60 chilometri da Wacken, il cui porto è un continuo andirivieni di navi da crociera. Passeggiando lungo il molo si ammira lo splendido panorama sul Mar Baltico, che si tinge di sfumature incredibili soprattutto all’alba e al tramonto. Il centro è dominato dalla torre del Municipio e dagli edifici storici che formano la Città Vecchia, come il Castello, ricostruito dopo i bombardamenti della II Guerra Mondiale, che ospita una famosa biblioteca regionale, e l’antica Chiesa di San Nicola.

La sosta gastronomica del pranzo si può fare al Parkrestaurant (Niemannsweg 102 D; www.kieler-kaufmann.de), del Romantik Hotel Kieler Kaufmann, che gode di una spettacolare vista sul parco e propone cucina contemporanea con influenze mediterranee e regionali. Pomeriggio al Museo della Navigazione, facilmente riconoscibile grazie alla vicinanza con il faro non più funzionante: ospitato all'interno del mercato del pesce, sotto la grande volta si trova una mostra che presenta strumenti di navigazione, progetti di imbarcazioni, libri di bordo e un'interessante collezione di modellini di navi. Sulla banchina si continua la visita con tre vecchie navi della prima metà del XX secolo: la nave adibita ai salvataggi Hindenburg, un'imbarcazione per spegnere gli incendi, Kiel, e il Bussard.

Per pernottare il Nordic Hotel am Kiele Schloss (DanischeStrasse 12-16; www.nordic-hotels.com) è ubicato al centro di Kiel, nei pressi del Castello: dispone di camere tranquille e per colazione offre anche specialità nordiche.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Germania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100