Cerca nel sito
Chicago location film Widows Steve McQueen Illinois

La Chicago delle donne forti di Steve McQueen

Viola Davis è la star di Widows - Eredità criminale, al pari della città dell'Illinois.

20th century fox
Con buona pace di San Francisco e New Orleans, o delle più frequentate dal cinema Atlanta e Charlotte, la terza metropoli degli Stati Uniti - ovviamente dopo New York e Los Angeles - è Chicago, perla dell'Illinois e Città del Vento. Una meraviglia troppo poco celebrata, che domina nel Widows - Eredità criminale con cui Steve McQueen torna dopo Hunger, Shame e a cinque anni dai tre Oscar di 12 anni schiavo. Scritto con la Gillian Flynn di L'amore bugiardo - Gone Girl a partire dalla ominima serie televisiva degli anni '80, il film ruota intorno a un cast femminile davvero di prim'ordine.



Le vedove del titolo sono infatti Viola Davis, Michelle Rodriguez ed Elizabeth Debicki: un tris d'assi - più che di 'semplici' regine - che dal 15 novembre la 20th Century Fox porta in sala per raccontare un'avventura nella quale troveremo anche Cynthia Erivo, Colin Farrell, Brian Tyree Henry, Daniel Kaluuya, Jacki Weaver, Robert Duvall e Liam Neeson. Un'avventura ambientata nella Chicago dei nostri giorni, in un periodo di agitazione e tumulti, quando quattro donne, senza nulla in comune tranne il debito lasciato dalle attività criminali dei mariti, uccisi durante un colpo andato male, decidono di unirsi e prendere in mano le redini dei loro destini.

Leggi anche: Per fare propria - facilmente - l'anima di Chicago

Un'incredibile tourbillon di colpi di scena che il regista londinese ha girato completamente 'on location' tra la primavera e l'estate del 2017. Anche se non proprio nel diciottesimo (dei 77, tutti molto diversi tra loro) distretto della città, quello nel quale si svolge l'azione. Almeno a volersi spingere verso Nord, al Fireside Bowl di W Fullerton Ave., o alla Gardener School che vediamo sullo sfondo delle 'indagini' di Viola Davis, e senza contare i tanti negozi di armi o le Spa degli alberghi di lusso che la città offre agli interessati…



"Chicago ha molti livelli, tutti molto interessanti per me - ha dichiarato il regista: - sul piano politico, razziale, religioso, criminale, e tutti legati tra loro". Per questo la città si prestava perfettamente per il film, sempre per usare le parole di McQueen che l'ha descritta come "incredibile", "moderna" e "dinamica". Una città che ha esplorato - anche grazie allo scenografo Adam Stockhausen - in lungo e in largo, finendo per il girare in almeno 60 location diverse, molte delle quali inedite anche per la stessa crew. Anche se, per sua stessa ammissione, il suo posto preferito resta il ristorante in cima alla Sears Tower (il grattacielo più alto del mondo dal 1973 al 1998), dove amava in genere fare colazione.

"È stato un altro personaggio del film - ha aggiunto Viola Davis. - Hai Lawndale, Garfield Park, Inglewood, tutti quartieri ad alto tasso di criminalità", ma anche la casa dei Mulligan, per la quale gli scout hanno scelto un'edificio tra quelli più storici tra Hyde Park e Kenwood (dove anche l'ex Presidente Obama ha una casa). "Una città dove crimine e politica, religione e razza si fondono - ha ribadito Neeson. - Per questo Steve ha insistito per girare lì, e senza cercare di 'hollywoodizarla'!".
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100