Warning: DOMDocument::load(): Premature end of data in tag articoli line 1 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/most.xml, line: 2 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/piuvisti.php on line 18 Kos, la destinazione selvaggia della Grecia
Cerca nel sito
Grecia viaggi isola di Kos

Kos, la destinazione selvaggia della Grecia

A pochi chilometri dalla Turchia, l'isola greca del Mar Egeo è una perla da scoprire

Scorcio di Agios Stefanos
©iStockphoto
Kos, scorcio di Agios Stefanos
Tra le isole del Dodecaneso, proprio di fronte a Bodrum, Kos offre spiagge cristalline e un terreno aspro e coperto di pini. Probabilmente non è la più bella della Grecia, ma vanta un suo fascino particolare grazie anche ad Ippocrate, che qui nacque e lasciò il segno. Sembra ancora mormorare sotto il platano della città di Kos, dove, secondo la leggenda, ha insegnato medicina. Il famoso giuramento di Ippocrate, codice di etica medica, ha attraversato i secoli poiché è ancora pronunciato dai medici prima di abbracciare la professione. Si può ammirare una bella statua del padre della medicina al Museo di Archeologia di Kos, accanto a Dioniso, Artemide e Asclepio. 

Vuoi saperne di pù? Scopri la Grecia, da Atene all'Isola di "Mamma mia"

COSA FARE E DOVE SOGGIORNARE a KOS
Quando si pensa alla gastronomia, è d’obbligo assaggiare i piatti del ristorante Eudokia, chiamato anche Mummy's Cooking, dove si può assaporare tutta la dolcezza del Mar Egeo. Un’incantevole passeggiata tra le rovine si può fare camminando sul terreno dell'antico complesso ospedaliero di Asclepieion. Su una spiaggia vicino a Marmari l'Hotel Casa Cook Kos ha aperto l'anno scorso, lontano da altri indirizzi maggiormente presi d'assalto. E' un villaggio dalle linee pulite, con case a uno o due piani che si aprono su piccoli giardini o patii. Uscito direttamente dalle pagine di una rivista di design, si propone con materiali che si combinano perfettamente tra loro come cemento, legno, rattan, lino, kilim che offrono dettagli diversi in ogni stanza. Il direttore generale dell'hotel, Marc Hoffmann, è un surfista stile Baywatch che conosce tutti i punti più segreti dell’isola ed offre preziosi informazioni che vanno dalle migliori spiagge alle onde più belle attraverso i panorami mozzafiato e lontani dal mondo. Da non perdere l’escursione in 4x4 per attraversare i percorsi fuori pista: è qui che la bellezza di Kos si nasconde al di là della vista. Per perdersi sulle strade sconnesse della terra ascoltando i concerti delle cicale mentre si va a bruciare una candela in una delle cappelle dell'isola inclusa quella di San Giovanni Thymianos. I passaggi obbligatori per cercare il volto più autentico dell’isola sono quelli alla spiaggia di Agios Stefanos con la sua immagine da cartolina, bagnata com’è tra le acque cristalline e immortalata tra le antiche rovine. Altro luogo imperdibile è la spiaggia di Cavo Paradiso, non facile da raggiungere e per questo ritenuta la più bella. 


LE ESCURSIONI
I legami con la Turchia rimangono sempre forti, ed è facile organizzare un'escursione a Bodrum direttamente dal porto della città di Kos. Ma si può anche rimanere sull'isola e gustare l'atmosfera del villaggio Platani (Kermentes in turco) dove vivono ancora famiglie greche di origine turca e dove la moschea si erge accanto alla chiesa ortodossa. Infine, vale la pena una passeggiata tra le rovine del castello del vecchio Pyli (Paleo Pyli) eretto dal nono secolo. Il villaggio abbandonato, di cui rimangono solo pietre sparse, è di una rara bellezza. Dall'altra parte di Kos c'è Nisyros, un'isola vulcanica che attrae soprattutto chi vorrebbe fare un viaggio al suo cratere.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
I più visti
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100