Cerca nel sito
Piatto tipico isole Fiji - Kokoda ricette etniche

Kokoda, la chevice delle Fiji

Il piatto tipico isolano a base di pesce marinato nel lime e latte di cocco. La ricetta

pesce marinato nel lime
iStock
Marinatura del pesce nel lime
Quella fijiana è una cucina che ha un forte legame con il suo territorio e con gli ingredienti che naturalmente vi crescono. Per quanto alle Fiji non ci siano molti ristoranti tipici, il modo migliore per assaporare i piatti della tradizione è di essere ospitati da una famiglia locale, ma anche nei caratteristici ostelli. Il clima tropicale regala una varietà di frutti e verdure in quantità e qualità sbalorditive.

Leggi anche: LE PIU' BELLE ISOLE MESSE ALL'ASTA
 
In città come Nadi, Lautoka o Suva i mercati centrali sono epicentri di vita, colori e profumi dove non è difficile farsi rapire dalle strane forme dei frutti e dalla creatività dei venditori nell’esporre la merce. 
Sono fondamentalmente due le tecniche di cottura: su fiamma, spesso su fuoco di legna, o tramite un forno interrato tipico delle culture del Sud Pacifico, il Lovo (che in Nuova Zelanda è chiamato Hangi e alle isole Samoa invece Unu). Verdure, carne e pesce sono cotti tutti allo stesso momento. Per finire, si copre con un altro strato di bucce di noci di cocco e si ricopre il tutto con della terra.

Leggi anche: GLI HOTEL DEL FUTURO PER VIAGGI MEGAGALATTICI (Stile.it)
 
Ma alle Fiji la cucina è naturalmente a base di pesce. Molto apprezzata la Kokoda, un piatto a base di pesce marinato nel limone e nel latte di cocco speziato con chili. Considerato una squisitezza, la Kokoda (lche si pronuncia Kokonda) è servito principalmente come antipasto. Salutare, facile da preparare questa pietanza non richiede cottura in quanto si presenta come una sorta di chevice, preparazione tipica dei Paesi Latinoamericani, ove il consumo di pesce è molto frequente anche in versione cruda unita ad alcune spezie come il peperoncino e il coriandolo, tipiche della gastronomia di alcuni paesi dell'America Latina che si affacciano sull'oceano Pacifico. La parola cebiche ha origine dall'arabo e attraverso contaminazioni successive, è giunto a noi come assukkabag, "metodo per conservare il cibo mediante alimenti acidi", da cui deriva anche l'escabeche preparato in Spagna.

Leggi anche: UN SECONDO DI PESCE CON LA BIRRA (Stile.it)
 
Per preparare la kokoda in genere viene utilizzato il filetto di pesce Walu la cui carne è simile a quella del pesce spada. Se ne procura un kg, insieme a 1 o due cocchi, 1 cipolla piccola, 1-2 pomodori, 3-4 limette (lime), peperoncini, carote, cetrioli, sedano.
 
Tagliare il pesce a piccoli cubetti, metterli in una ciotola profonda e aggiungere la cipolla a fettine. Spremere i lime e coprire il pesce con il loro succo. Tritare il peperoncino e aggiungerlo a piacere. Ricoprire e lasciare riposare per almeno 6 ore. Se lo si lascia riposare per tutta la notte metterlo in frigo. Togliere il succo di lime che non è stato assorbito, aprire i cocchi, versare il latte di cocco sul pesce (non diluire con acqua) e mescolare bene. Aggiungere ancora peperoncino e altro succo di lime a piacere. Decorare con carote tagliate finemente, pomodori e cetrioli a cubetti e servite sopra una grande foglia di lattuga su un piatto.
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100