Cerca nel sito
Kiev Molodist Festival del Cinema e attrazioni

Kiev, dalle chiese al Festival Cinematografico

La capitale ucraina ospita il Molodist, importante evento cinematografico fondato nel 1970 

Chiesa di Santa Sofia di Kiev
©iStockphoto
Kiev, Cattedrale di Santa Sofia
Nasce nel 1970 da un’intuizione degli studenti dell’Istituto di Arti Teatrali di Kiev il Molodist Film Festival, ed oggi è diventato un importante evento cinematografico che proietta la capitale ucraina sotto i riflettori internazionali. Con il passare degli anni, infatti, si è imposto come il più grande festival dell’Ucraina e uno dei più importanti dell’Europa Orientale. In programma quest’anno dal 24 ottobre al 1 novembre, si pone come obbiettivo principale quello di promuovere la cinematografia di giovani filmmaker e vede sfilare produzioni realizzate in Bulgaria, Georgia, Armenia e Russia, Kazakistan, Azerbaigian e Paesi Baltici, offrendo un’occasione unica per i registi dell’Europa Orientale di entrare nel cinema moderno e farsi conoscere da tutto il mondo, confermando sempre di più il carattere vivace ed internazionale della città.

Leggi anche: WEEKEND A KIEV CON GLI AZZURRI

Kiev è capace di stupire il visitatore sotto ogni punto di vista, poiché riserva sorprese inaspettate nonostante non sia spesso menzionata nelle guide dei grandi circuiti turistici. Merito delle belle chiese, dei vistosi palazzi, dei numerosi monumenti e della sua storia che vede l’eredità russa e il nazionalismo ucraino andare a braccetto con l’anarchia capitalista. I luoghi di interesse non sono raccolti in un’unica zona, ma vale la pena iniziare una passeggiata in mattinata da Piazza Indipendenza, Maydan Nezalezhonsti, e girare per il centro ammirando le fontane e le bancarelle dei numerosi venditori ambulanti. La piazza si affaccia su Vulytsia Khreshchatyk, l’ampia e lunga via principale che durante i weekend diventa area pedonale. La Cattedrale di Santa Sofia è una splendida chiesa dalle cupole dorate dichiarata Patrimonio Unesco ricca di mosaici ed affreschi originali dell’XI secolo. Poco distante si trova il Monastero di San Michele, con la chiesa azzurra dalla cupola dorata, al cui interno si può visitare il museo che descrive la storia del sito dedicato al patrono cittadino.

Nel pomeriggio si può continuare con la visita alle chiese più famose, vista anche l’importanza che la città offre al culto religioso: la Chiesa di Sant’Andrea, la Chiesa di Mykola Prytysko, quella della Trinità sulla Porta, la piccola Chiesa di San Nicola, ma anche la Cattedrale della Dormizione, la Chiesa dell’Esaltazione della Croce che si sviluppa anche sottoterra o la Chiesa della Concezione di Sant’Anna dove si trovano tombe ipogee. La Chiesa della Natività della Vergine è nota per presentarsi con sette cupole ed il Campanile delle Grotte lontane in stile barocco aggiunto in seguito. Nome simile lo porta il sito turistico più suggestivo ed esteso di Kiev, il Lavra, ovvero il Monastero delle Grotte, un antico monastero fondato nel 1501 sul Monte Berestov che oggi ospita la guida spirituale della Chiesa Ortodossa. Il giorno successivo ci si può dirigere verso Podil, uno dei quartieri più belli, dove perdersi nel reticolo di stradine fiancheggiate da pittoresche lanterne e da edifici di inizio Novecento che conferiscono alla zona uno stile eclettico. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati