Cerca nel sito
cambiamenti climatici: le isole del mondo a rischio

Isole che potrebbero "affondare"

Dai Caraibi alle Maldive, ecco le aree mondiali più a rischio a causa dell'innalzamento del livello dei mari.

Maldive Angsana Velavaru
©Angsana Velavaru
Oltre 180 paesi stanno negoziando un nuovo accordo globale sul clima, che entrerà in vigore entro il 2020 e costringerà ogni nazione aderente a ridurre le emissioni al fine di limitare il surriscaldamento del pianeta questo secolo a meno di 2 gradi, un livello che è, secondo gli scienziati, il minimo richiesto per evitare effetti catastrofici. Ma anche la più ambiziosa riduzione di emissioni potrebbe non essere abbastanza per frenare l'innalzamento del livello marino, dovuto all'espansione termica dell'acqua del mare. "Anche con misure aggressive che mitighino il riscaldamento della Terra a meno di 2 gradi al di sopra dei valori pre-industriali entro il 2100 e con una diminuzione delle temperature globali nel XXII e XXIII secolo, il livello del mare continuerebbe a salire dopo il 2100", hanno dichiarato i ricercatori nello studio, pubblicato dal giornale Nature Climate Change.

100 ANIMALI DA VEDERE PRIMA CHE SCOMPAIANO

L'innalzamento del livello dei mari non potrà essere fermato per diverse centinaia di anni, anche se grandi riduzioni delle emissioni nocive dovessero riuscire a far diminuire le temperature globali. Lo ha rivelato uno studio recente di un team di ricercatori del National Center for Atmospheric Research statunitense, dell'organizzazione americana Climate Central e del Centre for Australian Weather and ClimateResearch di Melbourne. Secondo i ricercatori, l'innalzamento del livello dei mari minaccia un decimo della popolazione mondiale che vive su isole o in aree a rischio di inondazione, inclusi i Caraibi, le Maldive e le isole asiatiche del Pacifico. Diverse ricerche sul clima hanno documentato che l'effetto serra ha causato un aumento delle temperature globali della superficie terrestre di 0,7 gradi ogni decennio tra il 1980 e il 2000, oltre a un aumento del livello dei mari di circa 2,3 millimetri annui dal 2005 al 2010, con conseguente scioglimento di ghiacciai.

BELLEZZE DEL MONDO A RISCHIO: ECCO L'ATLANTE

Secondo la ricerca, anche se le temperature globali dovessero ridursi e la superficie del mare dovesse divenire più fredda, il calore rimarrebbe nelle profondità degli oceani e l'acqua si espanderebbe, continuando a causare un innalzamento dei mari. Se le temperature globali dovessero continuare ad innalzarsi, lo scioglimento dei ghiacciai non farebbe che acuire il problema. "Anche se l'innalzamento del livello dei mari non potrà essere fermato per almeno diverse centinaia di anni, è possibile rallentarlo con una mitigazione aggressiva e ciò consentirebbe di prender tempo per l'adozione di misure di adattamento", hanno aggiunto gli scienziati.

(La Presse)

100 ANIMALI DA VEDERE PRIMA CHE SCOMPAIANO
ALLARME PER I GHIACCI DELLA GROENLANDIA
 

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Maldive
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati